venerdì 22 maggio 2020

Planty - Detergenti in Polvere - Lavami, Shampami, Placcami




Recensione d'uso:
A marzo in casa Dermaviris è sbocciato un nuovo brand tutto dedito all'ecologia e al rispetto per l'ambiente, perché la cura di sé non può prescindere dall'amore per ciò che ci circonda e la sua conservazione. Mi riferisco a Planty, nato da un progetto con Barbara di Sai Cosa Ti Spalmi, con lo scopo di fornire detergenti in polvere essenziali, versatili, pratici e rispettosi della cute e dell'ambiente. Dal contenitore al contenuto, tutto è stato studiato per ridurre al minimo l'impatto sulla natura che ci ospita. Formule delicate e ben concentrate che si prendono cura di ogni tipo di pelle, anche la più sensibile.

Il packaging dei prodotti Planty è semplicissimo e per lo più consiste in buste di carta contenenti la polvere detergente. Consiglio di travasarla in un contenitore più comodo, magari un barattolo con tappo a vite da destinare sempre a questo tipo di uso e tenere direttamente nell'armadietto del bagno.
Gli starter kit disponibili contengono anche un contenitore in vetro in cui preparare le miscele ed un comodissimo cucchiaio di legno con cui occuparsi dei dosaggi.
Ogni confezione contiene un voluminoso foglio illustrativo che spiega in modo accurato come utilizzare i prodotti.

Ed ora veniamo alla descrizione di ogni singolo prodotto.



Shampami è una polvere bianca delicatamente profumata. Ha una fragranza piacevolissima che non disturba e che trovo indicata per ciascun membro della famiglia.
La miscelazione è semplice. Si inserisce acqua nel contenitore in vetro, si aggiunge polvere in base al quantitativo e alla lunghezza dei propri capelli. Si avvita il tappo e si miscela.
Per preparare ciascuna di queste miscele io consiglio di utilizzare acqua calda, così che le polveri si sciolgano più facilmente e senza creare grumi. E' anche possibile utilizzare la polvere pura, sfregandola direttamente sui capelli bagnati.
Una volta che la miscela è pronta procedo al lavaggio dei miei capelli come di consuetudine, ovvero bagno molto bene le chiome e poi applico il prodotto andando a massaggiare la cute.
Inizialmente ho sbagliato dosaggio tante volte e non ero mai contenta, poi ho trovato una mia quadratura e le cose sono andate nettamente meglio, anche perché Shampami di Planty deterge molto bene, non fatica a raggiungere sia cuoio capelluto che lunghezze e a pulirle nel modo giusto. Non secca né unge la cute, anche perché non contiene sostanze che possano fare l'una o l'altra cosa.
Il prodotto contiene infatti anche degli agenti condizionanti (betaina e inulina) che mantengono il capello idratato e ne aiutano la pettinabilità. Io non sono solita usare il balsamo e non lo trovo necessario neanche dopo il lavaggio con Shampami ma è possibile che capelli più complicati né avranno bisogno.
Shampami contiene anche altre sostanze buone, come l'aloe e la calendula che stimolano la buona salute del capelli e spirulina, che previene la formazione di antiestetiche doppie punte e al contempo rinforza i capelli. 
Purtroppo su di me non ha alcuna azione volumizzante, ma i capelli restano puliti a lungo e ben luminosi. Oltretutto avverto una buona sensazione di "cute ossigenata".

QUANTITA': 100 g
PREZZO: 20,50 € lo starter kit; 16 € il refill.
PAO: 12 mesi


Placcami è il prodotto che molti di noi, stufi dei soliti dentifrici che sembrano profumare la bocca ma non lavarla come si deve, stavano aspettando.
Anch'esso è un detergente in polvere bianchissima piacevolmente profumato. Io vi avverto distintamente la menta, che poi è ciò che mi aspetto quando acquisto un dentifricio, ma anche un retrogusto floreale inconsueto che trovo piacevole e non disturbante.
Il packaging in questo caso consiste in un barattolo in vetro con tappo a vite.
Il prodotto può essere utilizzato sia per lavare i denti che in modalità collutorio (così come lo vedete in figura). Io lo utilizzo indistintamente in entrambe le maniere e devo dire che non mi ha mai deluso.
E' un po' noioso le prime volte dover trafficare con la polvere da dosare sullo spazzolino da denti, soprattutto se è di ridotte dimensioni come il mio (un Oral B elettrico con piccola testina di forma circolare) ma come in tutte le cose una volta presa la mano il gioco diventa assai più semplice.
Gli estratti di elicriso, aloe e tè verde offrono una buona pulizia del cavo orale, che subito si avverte più fresco in ogni sua parte. Ho anche notato che utilizzato in modo continuativo ha un lieve potere sbiancante sui denti, il che certamente non guasta. Vi sono anche estratti di melograno e calendula che lavorano per contrastare la formazione della placca dentale.
In veste di collutorio mi piace moltissimo perché rinfresca la bocca e ne ultima la pulizia.
Gradevolissimo prodotto.

QUANTITA': 50 g di polvere che equivalgono a 50 lavaggi o 500 ml di collutorio
PREZZO: 12,50 €.
PAO: 12 mesi


Lavami è probabilmente il prodotto che più amo dei tre. Mi piace perché ha una fragranza estremamente piacevole da massaggiarsi addosso e inoltre produce un quantitativo di schiuma eccezionale, proprio quello che mi serve per poter utilizzare poco prodotto alla volta e farlo poi durare il più possibile all'interno della spugna.
E' stato formulato con un mix di tensioattivi vegetali che nulla hanno da invidiare a quelli tradizionali, ma che in più sono sicuri sulla pelle, non la trattano con aggressività e consentono una pulizia efficace senza alternarne lo strato idrolipidico.
Trattandosi di un detergente universale, può essere utilizzato indistintamente su viso, corpo e capelli, ma personalmente ho preferito usarlo unicamente per la doccia, per corpo ed igiene intima. A dirla tutta mi trovo benissimo. Un po' scomodo doverlo preparare di volta in volta ma anche questo è un procedimento così veloce ed intuitivo che giorno dopo giorno diventa abitudine.
La pelle torna pulita e profumata. Non si arrossa e non inaridisce. 

QUANTITA': 100 g
PREZZO: 18,50 € lo starter kit; 14 € la ricarica.
PAO: 12 mesi.


In definitiva, il nuovo marchio Planty mi piace.
E' ecologico, pulito, sicuro, delicatamente profumato, si occupa di ogni parte del corpo, produce pochi rifiuti e non ha nulla da invidiare a detergenti più strutturati.
Unico neo sono proprio le polveri, con cui inizialmente si deve fare un po' di pratica, ma tendenzialmente penso che valga la pena superare questo scoglio se si ha a cuore l'ambiente e la voglia di rispettarlo il più possibile mentre ci si prende cura anche di se stessi.

*I prodotti citati in questo articolo mi sono stati inviati gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


DOVE SI ACQUISTA: online presso vari e-commerce rivenditori del brand
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia


16 commenti:

  1. Trovo molto interessanti questi prodotti e prima o poi spero che vengano venduti anche nella grande distribuzione. Credo che possano davvero aiutare l'ambiente se riescono a diffondersi, ma capisco anche il consumatore medio che trova molto più semplice ed economico comprare al supermercato i prodotti tradizionali con i contenitori di plastica. Nel frattempo, mi fa comunque piacere vedere che esistono queste alternative. Però giuro che Lavami è identico all'impasto del crumble e mi aveva creato un attimo di confusione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria,
      siamo ormai sommersi dalla plastica. Io mi rendo conto nel mio piccolo di gettarne via tanta ogni settimana, rispetto all'umido, al vetro o alla carta.
      Realtà come questa non possono che essere bene accette da tutti coloro a cui sta a cuore la questione ambientale. Che poi, a dire il vero, dovrebbe stare a cuore a tutti.
      Un abbraccio.

      Elimina
    2. Concordo, la riduzione della plastica non può più essere rimandata e per questo sono contenta dell'esistenza di alternative. Credo però che a questo punto bisognerebbe fare un passo in più per rendere più accessibili e convenienti per tutti i prodotti con altri tipi di packaging. Dubito che una famiglia di tre o quattro persone possa spendere 18 euro per un bagnoschiuma, vista anche la crisi economica che stavamo attraversando e che il Coronavirus ha aggravato. Il mio timore è che questi prodotti rimangano destinati a una nicchia di clientela che si informa, compra online e accetta di spendere un po' di più. È comunque un primo passo, mi auguro che riescano a conquistare il mercato.

      Elimina
    3. Giusto mettere al centro del discorso la questione del prezzo : io al momento sono tra le persone che non possono assolutamente permettersi un bagnodoccia di 18 €. C'è da dire che questi prodotti sono molto concentrati e quindi durano più a lungo, ma è inevitabile dover scegliere più spesso prodotti da supermercato con un costo massimo di 3 €.
      Insomma: chi può che li compri. Chi non può, dovrà aspettare tempi migliori. Io per prima ovviamente.
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Ciao! Aspettavo la tua recensione e a questo punto direi che sono assolutamente da provare. Mi tenta molto Placcami, ma anche lo Shampoo... insomma tutti direi. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania,
      credo che tu sia esattamente il tipo di persona in grado di apprezzarli in pieno :)
      baci.

      Elimina
  3. Sembrano tutti molto interessanti, soprattutto Placcami e Lavami li proverei volentieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono interessanti. Vado pazza per Lavami ma anche gli altri due funzionano bene. Baci.

      Elimina
  4. Sono prodotti interessanti che son sicuro faranno contenti i più attenti all'ambiente, e anche a chi ama una routine essenziale. Io in onestà non avrei pazienza di giocare con queste polverine nel quotidiano, specie il dentifricio. Potrei tentare con lo shampoo ceh faccio alla fine un paio di volte a settimana.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pier,
      comprendo perfettamente la questione pazienza, perché come te trovo sempre più comodo e semplice utilizzare roba liquida. Però all'ambiente bisogna anche iniziare a pensarci seriamente. Magari non le si può/vuole usare sempre...ma averle almeno come alternativa è positivo.
      Buona domenica.

      Elimina
  5. Dopo un po' di prove e trovati i dosaggi più adatti, mi trovo benissimo con tutti e tre anch'io. Il dentifricio è quello che ha richiesto un po' più di tempo per l'abitudine, ma una volta superate le remore iniziali, è amore anche per lui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il dentifricio io invece mi abituai subito. Non ho problemi se non per il fatto che ho uno spazzolino "piccolo", come appunto dicevo nell'articolo. Ma per il resto lo trovo piacevolissimo.
      Baci

      Elimina
  6. Ciao Sara! E' una splendida iniziativa, veramente. Nel mio piccolo sto cercando di eliminare la plastica il più possibile. Nel supermercato ho trovato validi i detersivi alla spina, alla fine utilizzi sempre un solo flacone di plastica. Tornando ai prodotti che bene hai recensito, mi attira molto il dentifricio in polvere, vorrei davvero provarlo. Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, i detersivi alla spina sono un ottimo modo per non accumulare tanti rifiuti in plastica. Purtroppo c'è una capillarità territoriale ancora molto bassa: qui da me, ad esempio, non li tiene nessuno.
      Un abbraccio.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...