mercoledì 12 dicembre 2018

Natura Siberica - Burro Struccante Nero



Recensione d'uso:
Era da tempo che avevo voglia di provare un nuovo Burro Struccante ma osservando le formulazioni di quelli nostrani li avevo accantonati per la presenza, in formula, di sostanze che sul viso mi creano sempre spiacevoli reazioni: mi riferisco ad aloe vera, olio di cocco ed olio di mandorle dolci.
A metà settembre, facendo un giro su Ecco Verde, notai il Burro Struccante Nero di Natura Siberica - che fortunatamente non contiene nessuno di questi ingredienti- e pensai che potesse essere la soluzione giusta per approcciarmi ad un metodo di struccaggio diverso con il quale affrontare l'autunno. 
Di Burri Struccanti Natura Siberica ne produce due: la versione bianca è indicata per pelli normali e miste ed ha anche una funzione riequilibrante del sebo; la versione nera, quella in mio possesso, è stata pensata per pelli secche e sensibili.

Immagino che conosciate già Natura Siberica ma qualora non fosse così, brevemente vi dico che è un brand russo, ormai piuttosto noto anche in Italia, che produce cosmetici naturali avvalendosi di estratti di piante ed erbe selvatiche nordici i cui principi attivi risultano utili per la bellezza di pelle e capelli. La Siberia è una regione particolare, per certi versi ancora incontaminata, nella quale cresce rigogliosa una vegetazione che giornalmente lotta con le avverse condizioni climatiche del luogo. Così facendo, queste piante sviluppano eccezionali proprietà antiossidanti e rigeneranti in grado di offrire benefici unici a chi decida di sfruttarle. 

Il prodotto viene venduto all'interno di una bellissima scatola nera decorata con scritte turchesi. Il packaging consiste in un barattolo nero di plastica dura con tappo tondo sotto il quale una seconda protezione di alluminio garantisce la freschezza del contenuto. In dotazione vi è anche un'utile spatola con la quale prelevare il burro senza contaminare il prodotto con le mani. 

La texture del Burro Struccante Nero di Natura Siberica è cremosa, non particolarmente grassa né eccessivamente pesante. Ha una consistenza che ben si avverte sulla pelle durante l'uso e che può essere paragonata a quella di un olio mediamente ricco. 

Come si usa. Sulla pelle asciutta si applica una nocciolina di prodotto e si va a massaggiare dappertutto, palpebre comprese, tenendo gli occhi chiusi. Io insisto principalmente sul mascara, giacché è lì che il prodotto necessita di essere lavorato di più. 
Quando penso di aver sciolto bene tutto, bagno le mani ed effettuo un secondo massaggio. In questa fase il prodotto diventa quasi lattiginoso e la sua consistenza, dapprima un poco unta, diventa più leggera. A questo punto utilizzo una modica quantità di un gel detergente delicato con il quale rimuovere tutto e poi tolgo ogni cosa con l'aiuto di una spugna di mare. Tampono la pelle con un asciugamano pulito e passo il tonico. 

Chiaramente questo metodo mi fa risparmiare dischetti struccanti e in generale mi sembra di riuscire a struccarmi in un tempo minore e senza provare quel solito tedio che mi prende dopo un'intera giornata a fare altre mille cose.
Il Burro Struccante Nero di Natura Siberica, a mio parere, ha una notevole capacità struccante. E' perfettamente in grado di sciogliere il make up occhi e viso senza particolare fatica. E' necessario insistere un pochino solo sul mascara, a maggior ragione se se ne adoperano di resistenti e si fanno più passate, tuttavia la tempistica mi pare del tutto conforme a quella di altri struccanti in circolazione, che siano essi oleosi o bifasici o lozioni micellari. 
E' importante che durante l'operazione non si aprano gli occhi perché può capitare che brucino un po'. Devo dire che a me è capitato qualche volta ma che si trattasse, in realtà, solo di un leggero fastidio in grado di esaurirsi da solo nel giro di due o tre minuti. Gli occhi si appannano leggermente, ma anche questo è un disturbo del tutto temporaneo e di brevissima entità. Io generalmente sono molto critica con gli struccanti che bruciano gli occhi ma non è questo il caso, quantomeno per me: il fastidio è molto limitato con gli occhi aperti e del tutto inesistente con gli occhi sigillati.

La profumazione del Burro Struccante Nero di Natura Siberica è quasi del tutto inconsistente. Neutra, delicatissima, né invitante né spiacevole. E' uno di quegli aspetti sui quali non vale la pena soffermarsi perché poco influente, in questo caso.

Veniamo ora al fatto che questo prodotto sia indicato per pelli secche e sensibili e che la mia sia esattamente così. Ebbene, alla mia pelle questo prodotto piace. 
Perché non occlude, perché la lascia morbida dopo l'uso, perché non la fa tirare, perché si comporta proprio come dovrebbe comportarsi un prodotto che si rivolga a questa tipologia di epidermide. Mi sembra di aver trovato qualcosa di profondamente affine, come raramente mi capita.



L'inci è costituito da ingredienti come l'olio di semi di girasole, cera d'api, polvere di carbone, estratti di piante nordiche da agricoltura biologica controllata o da raccolta selvaggia.  

In conclusione, il Burro Struccante Nero di Natura Siberica mi ha conquistata. Lo acquistai spinta dalla curiosità e dall'entusiasmo ma sempre con un pizzico di timore. Tuttavia sin dalla prima applicazione mi è parso di avere a che fare con un prodotto valido, funzionale, che realmente stava rispettando la mia pelle mentre la struccava. Terminerò questa sera stessa la mia prima confezione e sono felice di averne un'altra di scorta con la quale affrontare il resto dell'inverno.
Mi preme anche specificare che durante l'utilizzo non mi sono insorte impurità né imperfezioni che a lui potessero essere imputate. 


DOVE SI ACQUISTA: online su Ecco Verde o su altri siti web rivenditori del brand
LUOGO DI PRODUZIONE: Siberia
PAO: 6 mesi
QUANTITA': 120 ml
PREZZO: 17,99 €.

18 commenti:

  1. Io sto usando attualmente la versione bianca e mi piace moltissimo! Ormai è da tempo che come struccante uso solo oli e burri, trovo che non ci sia niente che riesca a dare una pulizia estrema come questi prodotti. Volevo provare il burro di Biofficina che rimane sempre il mio brand preferito, ma ho letto più opinioni negative che altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il burro di Biofficina, devo essere sincera, mi ha incuriosito poco, tant'è che non l'ho preso. Poi mi pare contenga olio di mandorle e personalmente se posso scegliere preferisco evitarlo.

      Elimina
    2. Mi permetto di inserirmi, in quanto il burro struccante ai frutti rossi biofficina Toscana io l'ho acquistato e provato personalmente. L'ho trovato un buon prodotto per la mia pelle mista, delicato e pulente. Tra l'altro, lascia la pelle morbida, ed è comunque preferibile abbinarlo, come tutti i Burri struccanti, ad un pannetto in microfibra ad esempio, bagnato e strizzato, così che si possa rimuovere il prodotto dal viso in modo agevole e senza strofinare troppo la pelle. Questo è in generale è il modo più corretto di usare i burri struccanti, anche se quello di bio officina contiene una piccola parte di tensioattivo, per agevolare la rimozione della parte grassa. L'unico disagio per quanto mi riguarda, è che non posso usare questo burro per struccare gli occhi, perché mi restano appannati. credo infine, che le opinioni di tutti, anche la mia, siano comunque relative, perché L'esperienza di un prodotto può cambiare da persona a persona, quindi va bene farsi un'opinione generica, ma sempre meglio ascoltare il proprio istinto, e magari buttarsi nelle cose che si desiderano provare.

      Elimina
    3. Tu puoi inserirti quando vuoi ;) grazie per il parere sul burro struccante di Biofficina. Baci.

      Elimina
  2. Ciao! Molto interessante questo prodotto..magari proverei l'altra versione! Questo brand ha sempre prodotti molto curiosi che prima o poi mi deciderò a provare! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, qualcosa lo devi provare per forza. Oltretutto hanno un gran numero di linee molto interessanti.

      Elimina
  3. Non conoscevo questo burro struccante e dalla tua descrizione vale la pena di provarlo!

    RispondiElimina
  4. Molto interessante, non ho ancora provato questa tipologia di prodotto che mi incuriosisce. Ho da parte una mini size del famoso Take The Day Off di Clinique che però non ho ancora messo in uso perché prima vorrei finire altri struccanti. Segnalo che ho visto alcune referenze di Natura Siberica in un supermercato Esselunga (non c'era però questo burro).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quello di Clinique l'ho avuto parecchi anni fa ma sinceramente non lo ricomprerei. A lungo andare mi fece venire un reticolo di imperfezioni sottopelle. Magari fu colpa mia che non seppi rimuoverlo nel modo giusto, ma non ripeterei l'esperienza.

      Elimina
    2. Ecco, Dorothy Danielle che afferma di avere una pelle grassa, invece si è trovata bene con il take the Day off. Perciò, alla fine, ognuno di noi può ripostare un'esperienza personale diversa per sfumature o per sostanza rispetto allo stesso prodotto. Chissà se magari nel frattempo non abbiano cambiato la formula del Clinique.

      Elimina
  5. Ho sempre più voglia di provare altri prodotti per la skin care di Natura Siberica! Hanno queste texture e questi colori che mi attirano molto. Certo non necessito di un burro struccante, ma è un piacere leggerti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pier.
      Sicuramente non necessiti di un prodotto struccante, ma certamente troverai molto altro che possa piacerti.

      Elimina
  6. Questo burro struccante mi era sfuggito su ecco verde, ora devo provare quello di Biofficina Toscana, ma me lo segno e lo proverò in futuro anche se io non ho una pelle secca ma estremamente sensibile! L'olio di cocco fa strane reazioni anche sulla mia pelle, me la riempie di punti neri orrendi e puntini rossi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la mia pelle è molto sensibile e devo dire che l'ho sentita molto rispettata con questo burro, a partire dalla profumazione praticamente inesistente.
      L'olio di cocco per me è un grande no.
      Baci.

      Elimina
  7. Mi incuriosisce moltissimo questo burro detergente. Strano che la versione nera, al carbone, sia dedicata alle pelli secche e la bianca alle miste. Di solito è il contrario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai modo di provarlo fallo, in base alla tua tipologia di pelle, chiaramente.
      A me piace davvero tanto! secondo me potresti apprezzare anche tu ;) baci.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...