lunedì 26 novembre 2018

Khadi - Olio Ayurvedico Viso e Corpo White Lily



Recensione d'uso:
Sono tante le miscele ayurvediche di oli a marchio Khadi. Io nel tempo ne ho provate alcune e devo dire che ciascuna di esse mi è stata utile per qualcosa.
Tempo fa, volendone provare uno nuovo senza impegnarmi subito in una taglia grande, acquistai una minisize dell'Olio Ayurvedico White Lily per viso e corpo, indicato per pelli secche e mature. 
E qui apro subito una piccola parentesi. Mi piace questa abitudine di vendere ciascun olio anche nella piccola taglia, così da offrire l'opportunità ad un eventuale compratore di saggiare la bontà di un prodotto - o la sua totale inadeguatezza per le proprie esigenze - senza sprechi di sorta. 

L'Olio Ayurvedico White Lily per viso e corpo di Khadi si presenta all'interno di un flacone trasparente con etichetta di colore giallo-verde chiaro, uguale al cartoncino esterno. Sotto il tappo c'è un dosatore con contagocce col quale litigo spesso, perché mi rendo conto che occorre sempre un po' di pazienza per fare uscire la giusta quantità di liquido dal suo foro. Qualora siate persone più pazienti di me, di questo aspetto non dovrete affatto preoccuparvi. 

Possedendone una minitaglia da 10 ml, ho deciso di non provare l'olio sul corpo, ma bensì concentrare le applicazioni unicamente sul viso. Questa recensione, dunque, tratterà solo di come l'olio si comporti sulla pelle del mio volto. 

La mia pelle, come specificato già numerose volte, è molto sensibile e tende a seccare con estrema facilità. Lo fa ad ogni cambio di stagione, lo fa con un po' di vento, con la pioggia, con l'aria condizionata o con i riscaldamenti. Lo fa quando utilizzo un prodotto leggermente più aggressivo e tutto sommato, tante volte, mi sembra che lo faccia anche se semplicemente respiro.
Questa condizione di pelle che tende ad inaridirsi con facilità comporta che sotto la mia crema viso debba utilizzare sia un siero acquoso - acido ialuronico o miscele "fresche" - sia un olio o un mix di oli. Dal primo ottengo di mantenere la pelle umettata; dal secondo ottengo nutrimento e un maggiore rinforzo delle cellule che costituiscono la barriera idrolipidica.
Ciò implica che la scelta di un buon olio viso sia un elemento fondamentale della mia skincare routine.

L'Olio Ayurvedico White Lily per viso e corpo di Khadi ha un aspetto giallognolo ed una profumazione caratteristica, aromatica, di media intensità. Non è una profumazione rilassante né estremamente piacevole, tuttavia utilizzo dopo utilizzo ho quasi smesso di avvertirla perché mi sono abituata senza che tentassimo di entrare un pochino in sintonia. Certamente non è fastidiosa ma su di me, contrariamente a molti altri prodotti, non ha un effetto aromaterapico di qualche tipo.



La texture è quella di un olio piuttosto ricco, giustamente idoneo a pelli secche e/o mature. Questa consistenza importante a me piace perché tante volte mi sono resa conto che oli secchi o molto leggeri, sulla mia pelle, non sortiscono gli effetti desiderati. La mia pelle in autunno e in inverno necessita di una protezione consistente e la mia impressione, dopo un mese di utilizzo, è che l'Olio Ayurvedico White Lily per viso e corpo di Khadi riesca in questo compito.
Si assorbe nei giusti tempi, quindi non prestissimo ma neanche dopo dieci minuti. E una volta assorbito mantiene la pelle protetta e nutrita, seppur non più liscia né setosa. Più che nutriente ho il sospetto che abbia una funzione protettiva dell'epidermide, il che per me già è un successo. 

Io lo massaggio nella misura di tre gocce, dopo aver umettato la pelle con un siero acquoso. La pelle torna subito più compatta, come se il prodotto andasse istantaneamente a riempire quei "vuoti di idratazione" e in qualche modo li dissetasse.
Fortunatamente non ostacola il compito della crema per pelli sensibili che indosso subito dopo, ma bensì ne integra le funzioni, diventandole complementare.

L'inci contiene: olio di riso, olio di sesamo, olio di semi di girasole, estratto di lilium bianco, sarsaparilla, liquirizia, vilucchio, amla, patchouli, vitamina E, lino, finocchio, olio di mandorle dolci, carota. 
Solitamente l'olio di mandorle dolci sul mio viso risulta comedogeno ma in questa misura, venendo dopo altri oli e dopo molti estratti, fortunatamente non mi reca fastidi.

In conclusione, l'Olio Ayurvedico White Lily per viso e corpo di Khadi è una referenza che sento di poter consigliare a chi abbia la pelle secca e/o matura perché già dopo poche applicazioni restituisce una pelle più compatta, elastica e nutrita. Sfavorisce la disidratazione e protegge la pelle dalle intemperie. Ben si presta all'utilizzo con altri prodotti, senza inficiarne o disturbarne la resa.
Meglio provare prima la minitaglia perché la sua profumazione, che a me non piace ma non disturba, potrebbe comunque risultare sgradita per altri. 


SITO WEB: www.khadi.de
DOVE SI ACQUISTA: online su diversi siti web di cosmesi ecobiologica
LUOGO DI PRODUZIONE: India
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 10 ml; 100 ml
PREZZO: 2,99 €;  9,89 €.

12 commenti:

  1. Un prodotto interessante, devo ancora provare qualcosa di loro! ;)

    https://julesonthemoon.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, devo dire che meritano una conoscenza approfondita :)

      Elimina
  2. In questo periodo della Khadi sto usando l'olio alla viola, anch'io in minitaglia. Ho anche io la pelle piuttosto sensibile e mi sto trovando bene con questo prodotto, è idratante e finora non mi ha causato irritazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco quello alla viola ma non l'ho mai provato, magari in futuro :)
      Sono contenta che ti stia trovando bene. Un abbraccio.

      Elimina
  3. Che ricordi, mi hai fatto rivivere il periodo in cui acquistavo oli su oli profumati, quanto mi piacevano e quanto piacevano alla mie pelle :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, forse è arrivato il momento di riprenderne almeno uno :)

      Elimina
  4. Devo tornare agli oli Khadì, anzi in realtà devo tornare agli oli in generale! Ne sto usando uno corpo che mi sta piacendo molto, ma questo non c'entra xD
    Baci e grazie per la review!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pier, io ormai non li abbandono più. Neanche nel mese di agosto, per me sono insostituibili :)
      E grazie a te per essere passato.

      Elimina
  5. Ma quanto è bella la collana che hai messo nella foto?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima, mi piace tanto ed è davvero molto leggera. La indosso e non la sento neppure :)
      Un regalo dalla Grecia.

      Elimina
  6. Anch'io ne ho una minitaglia, trovata nella corona del Giardino di Arianna dell'anno scorso. Io ho tutto fuorchè una pelle secca e non lo userò sul viso, mentre sul corpo, specie sulle gambe, purtroppo gli oli mi fanno venire tantissime imperfezioni (li ho sempre amati, ma ormai ci ho messo una pietra sopra al loro utilizzo :(). Mi chiedo però se sul seno si possa usare, non so se quegli estratti potrebbero non essere indicati, ma sarebbe l'unico posto dove poterlo sfruttare :).
    Un bacione Damina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tyta,
      fossi in te lo regalerei a qualcuno che possa apprezzarlo davvero. Un peccato che tu non possa usare gli oli neppure sulle gambe :(
      Per quanto riguarda il seno, so che gli oli più adatti sono il jojoba o quello di mandorle dolci. Un bacione a te.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...