sabato 9 giugno 2018

[Domanda della Settimana] : Flop del Periodo


Buongiorno e buon sabato!
E' tempo di una nuova Domanda della Settimana che ci accompagni per l'intero week end.
Questa volta mi piacerebbe discutere con voi di prodotti flop, quelli che si sono rivelati pessimi da un punto di vista della resa, della durata o per una questione di tollerabilità cutanea. 
Raccontatemi i vostri flop del periodo, i cosmetici che più vi hanno deluso negli ultimi tempi. Io sono tutta orecchi, curiosa più che mai di conoscere le vostre recenti delusioni cosmetiche.
Come al solito ringrazio anticipatamente chi risponderà e auguro a tutti un felice fine settimana.


Quali sono i prodotti che più ti hanno deluso
negli ultimi tempi?
Quali sono le ragioni per cui li reputi dei flop?
Ti è mai successo di acquistare un cosmetico
apprezzatissimo da altri, ma che per te si è rivelato pessimo?
Quali sono i parametri attraverso i quali
giudichi terribile un prodotto?

28 commenti:

  1. Ciao Sara,
    il mio prodotto flop purtroppo è il tonico illuminante della Zoè, ahimè sulla mia pelle non reagisce per nulla bene lasciandomela molto appiccicosa. Probabilmente la mia pelle non tollera la glicerina così alta nell'inci oppure, come spiegato dall'azienda, potrebbe essere il pantenolo.
    Buon weekend :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria,
      la glicerina alta nell'inci di solito non piace molto neanche a me. Per quanto mi riguarda la trovo un po' ingombrante anche nelle creme per le mani.
      Buon fine settimana :)

      Elimina
  2. Per me incide tantissimo la profumazione. Ho il naso sensibilissimo, percepisco odori che gli altri non sentono, e quindi se un prodotto risulta sgradevole per me é la fine.
    Proprio stamattina ho terminato la crema corpo al latte d’asina di So’bio.
    L’avevo acquistata con tanto entusiasmo e devo dire che é una buonissima crema corpo che lascia la pelle morbida e idratata. Peró ha una profumazione troppo dolciastra e a me dava fastidio.
    L’ho quindi terminata con gioia.
    Capisco che la profumazione non é un gran metro di valutazione, uno dovrebbe guardare gli effetti del prodotto, però per me l’odore é il primo dei miei sensi, quello più preponderante e quindi che un prodotto abbia una profumazione gradevole o neutra é fondamentale.
    Buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco Prof, anche io sono molto olfattiva e gli odori rivestono un ruolo fondamentale nell'apprezzamento di un prodotto :)
      Buon fine settimana.

      Elimina
  3. Devo dire che considero un prodotto terribile quando davvero è inutilizzabile, del tipo che mi dà reazioni quasi allergiche, tipo uno shampoo che mi crea istantaneo prurito o secchezza, oppure il sapore di certi dentifrici. Per le creme in genere riesco a chiudere un occhio, o per lo meno è stato più raro imbattermi in un flop assoluto. Non ho al momento proprio un bocciato galattico, ma non ho amato lo shampoo di Natura Bella. Ne parlo presto!
    Buon week end :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora aspetteremo la recensione ;) baci Pier.

      Elimina
  4. Il peeling enzimatico Tarake di Latte e Luna, ne ho usati tanti dall'inci molto simile e questo non ha retto il paragone, troppo poco pratico, dispersivo, molto poco efficace ma soprattutto troppo aggressivo, mi ha addirittura provocato una piccola ferita sulla fronte :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, questo mi dispiace molto :(
      Io ce l'ho ma non l'ho ancora aperto. Ho molto timore di utilizzare acidi dal momento che ho la pelle estremamente sensibile.

      Elimina
  5. Mi capita spesso che un prodotto che tutte amano, su di me si riveli un vero flop. L'ultimo in ordine cronologico è senza dubbio il correttore Istant anti - age di Maybelline: orrore! In questo caso si tratta di un prodotto che mi invecchia tantissimo il contorno occhi e va immediatamente nelle pieghette, per cui è davvero inutilizzabile. In genere i flop sono prodotti che o mi causano veri e propri problemi (vedi uno shampoo aggressivo) oppure prodotti inutili (vedi il famoso balsamo di Biofficina che sui miei capelli era acqua fresca).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tyta più giù ha scritto lo stesso, anche lei non ama quel correttore.

      Elimina
  6. Argomento “scottante” questo! Se dovessi essere rimborsata per i prodotti flop acquistati negli anni...mi pagherei un viaggio alle Maldive. Ma tornando alle tue domande mi viene da rispondere che i mie flop riguardano soprattutto prodotti per il viso. Detergenti, creme, basi, correttori. Anni fa, prima che decidessi di adoperare solo prodotti bio per il viso, ho acquistato il famoso fondo HD della Mufe, mi ha letteralmente riempita di pellicine e brufoli. E devo comunque ringraziare questi flop, in quanto mi hanno fatto capire quali fossero le sostanze a me nocive: siliconi e company. Purtroppo ora sto quasi per dichiarare flop un prodotto bio:il burro struccante di Biofficina Toscana. Non ho ancora gettato la spugna, sto provando ad usarne una quantità molto ridotta, ma sin dalle prime applicazioni mi ha fatto affiorare brufolini sotto pelle, nulla di eclatante, ma vero è che prima non li avevo. Sospetto dipenda dall’olio di mandorle dolci come primo ingrediente. Mi spiace tanto, anche perché di B.T. adopero e adoro tante altre sue referenze. Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, mi dispiace tu abbia avuto tanti flop negli anni :( di sicuro non sono mancati neanche a me ma non sono la maggioranza, per fortuna.

      La ragione per cui non ho preso quel Burro Struccante è proprio la presenza di olio di mandorle dolci in grandi quantità. Sai che non ho la pelle impura ma questo olio, nello specifico, me ne tira sempre fuori. Mi spiace non ti stia piacendo :( Buona domenica.

      Elimina
  7. Io rispondo con due prodotti per la base aimè. Il primo è il correttore Maybelline di cui parla qui su anche Scheggia, e che mi fa il suo stesso effetto: io lo chiamerei Istant Age! Mi accentua tantissimo le linee sotto gli occhi, ci si infila tutto, ed è a coprenza praticamente zero, mi fa anzi gli aloni ancora più scuri sotto gli occhi! Sto riuscendo a riciclarlo usandolo come fondotinta. Nemmeno a dire possa essere fallato, perchè ne ho 2 in due colori diversi, comprati in posti diversi (il secondo per sopperire allo sbaglio di colorazione del primo acquisto, alè).
    L'altro prodotto è l'ultimo fondotinta di Neve, quello in stick Star System. E' il peggior fondo che abbia mai usato in vita mia XD. Sulla mia pelle è secco perchè accentua all'inverosimile qualunque pellicina che non credevo di avere, ma è allo stesso tempo pesante e si lucida e scioglie in un'oretta. Come risultato mi resta un accumulo osceno in tutti i punti più secchi, zone che gli altri fondi bio e non, compresi quelli in polvere o anche le ciprie per pelli lucide, trattano e camuffano. Lui no, ti tira su pellicine anche dopo la migliore skin care XD. Purtroppo non so come riciclarlo; l'ho fatto provare a mia cognata che se lo è tolto in meno di un secondo ahahah! Credo che sarò costretta a buttarlo, cosa che non ho mai fatto prima con un cosmetico.
    I miei parametri per giudicare male un cosmetico sono: resa estetica se si tratta di un prodotto da abbellimento. Cioè, come in questi casi, un correttore e un fondo con una resa antiestetica io li giudico pessimi perchè cannano in pieno il loro scopo primario. Poi in generale, anche per la cura di viso-corpo, se il cosmetico viene venduto per un uso molto specifico e per un risultato molto mirato, e non me lo da, allora il giudizio è ovviamente negativo.
    Tu spero non abbia nulla di cui parlarci :D ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel correttore di Maybelline ha tanti di quei fan che avevano quasi convinto anche me :D alla fine quando capito da Acqua e Sapone o Tigotà mi dimentico sempre di guardarlo e così è andata che non l'ho mai preso. Ma di certo se mi mostrasse il contorno occhi ancor più vecchio di quello che è, mi arrabbierei come una pazza :D
      Mi spiace molto per il fondotinta Neve. Io non lo presi perché leggendo qui e lì avevo capito che la mia pelle secca non lo avrebbe apprezzato granché. In questo periodo è meno secca ma qualche pellicina si alza sempre...evito proprio.

      Io di prodotti di cui parlarvi ne avrei, in realtà. Ma poiché quest'anno ho deciso di ascoltare la tua richiesta di dicembre di scrivere anche un post sui flop...li leggerai lì se avrai pazienza. A gennaio 2019 o fine dicembre 2018. Manca ancora tanto, lo so :D ma ce ne sono già 4.
      Bacioni.

      Elimina
  8. Ciao Sara, un flop recente per me è stato uno shampoo di Benecos, avevo provato il fratellino e mi ci ero trovata divinamente, con questo invece (e per fortuna l'ho pressoché terminato), mi ritrovo i capelli stopposi, appesantiti... insomma per me è stato fin dal principio un no. Ne parlerò sicuramente meglio in un futuro post.
    Per il resto mi sento abbastanza fortunata perché posso dire di non aver mai avuto esperienze di strane reazioni con i prodotti utilizzati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non hai avuto strane reazioni è già molto :)
      Comunque io non riuscirei ad usare fino alla fine uno shampoo che mal si accorda alle esigenze dei miei capelli. Penso lo finirei in altro modo :D tipo come gel doccia o per lavare i pennelli :D

      Elimina
  9. Devo dire che ultimamente ho comprato pochissimo (quasi nulla in realtà) nel campo cosmesi, sto cercando di finire quello che ho in attesa dello stipendio con cui ho in programma qualche spesina.
    Ho provato e non mi è piaciuta (anche se non la definirei flop al 100%) la crema gel ialuronic di Biogei (la sorellina "piccola" del brand dell'Estetista Cinica). E' una cremina molto leggera che onestamente ora che la uso da un paio di mesi posso dire non fa ne caldo ne freddo alla mia pelle. Non costa molto, forse l'unico pregio. Della stessa marca avevo comprato ahimè senza guardare l'inci, anche la maschera idratante Summer Drink. Purtroppo contiene silicone, grandissima delusione visto che il marchio credevo fosse non dico ecobio certificato ma più attento a certi ingredienti. L'ho provata una volta ed è ancora lì sullo scaffale, ecco forse il mio flop è proprio quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao MechanicalRosa,
      conosco il brand pur non avendo mai acquistato nulla. Sono sincera: mi ispira poco. E di sicuro anche agli stessi piccoli prezzi posso trovare qualcosa di meglio nel mercato ecobio, che è quello a cui mi rivolgo più volentieri.
      Baci.

      Elimina
  10. Ciao damina, scusa il ritardo, spero sia stato un buon weekend 🙂
    Io come gia hai letto sul mio blog, ho avuto una brutta esperienza con la crema corpo all'olio extra vergine di oliva di Athena's, che ha un odore che proprio non riesco a sopportare. Poi, ho trovato tanti flop anche tra le matite occhi, che come sai io adoro. Però non è semplice trovare quelle che scrivono bene nella rima interna; ultima delusione è stata quella della bottega verde della nuova linea biologica.
    Infine flop fresco fresco, ho voluto riprovare qualche smalto Avon, quelli presentati nella nuova campagna. Ne ho presi tre, e sono bei colori, niente da dire, ma x avere un colore decente ci vogliono
    4-5 passate, e anche con queste, se si guarda l'unghia controluce si vede benissimo la trasparenza della lunetta bianca. Una vera delusione😟
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela, nessun ritardo, a questa Domanda e alle altre si può rispondere in qualunque momento :)
      Mi spiace per gli smalti, anche io mi spazientisco sempre quando non sono abbastanza coprenti!
      Buon lunedì.

      Elimina
  11. Eccomi qui a spiare il tuo blog.
    Ultimamente ho provato vari sieri e creme schiarenti, ad esempio dell'Eucerin o di Farmaderbe, ma nessuno ha funzionato.
    Ho una brutta macchia sul labbro che mi fa assomigliare ad Hitler. Hai qualcosa da consigliarmi?
    P.S. Mi sono iscritta ai tuoi lettori fissi. Riky mi ha parlato molto bene di te. Avrà ragione? 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la macchia è piuttosto estesa, probabilmente più che una crema schiarente avresti bisogno di trattamenti più mirati, da fare dal dermatologo. A proposito, gliel'hai mai mostrata?

      Riky lo ringrazio caldamente, ma lui non segue questo blog qui, bensì Pensieri Scossi. Se abbia ragione o meno non lo so :) buona giornata e grazie per l'iscrizione.

      Elimina
    2. Sono proprio un disastro allora. Ho sbagliato. Mi sembrava strano, infatti, che si interessasse di creme e cosmetici. Non è proprio il tipo.
      Mannaggia mia. Vado subito a cercare quello giusto.
      Il dermatologo lo sentii pochi mesi dopo il parto. Mi disse che sarebbe scomparsa da sè.
      Sto ancora aspettando..

      Elimina
    3. Impossibile che Riky venga a leggere qui :D dubito proprio che il tema gli possa interessare ;)
      PS=Fossi in te tornerei dal dermatologo. Più le macchie sono fresche, più sarà semplice intervenire.

      Elimina
  12. Ciao Damina. Ti dirò che boccerei in toto ultimamente no. O meglio ho provato diversi prodotti che boccio per alcuni versi, ma che promuovo per altri. Forse l'unico più flop di tutti è il dry shampoo batiste nella versione xxl volume. "Pulisce" sì, ma mi rende i capelli orribili: li increspa e li indurisce come se avessi la testa piena di lacca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, che effetto spiacevole che dev'essere...

      Elimina
    2. Sì, guarda... diventano proprio paglia. Una volta pure il mio ragazzo mi ha chiesto che caspita avessi messo ai capelli, quindi pensa...

      Elimina
    3. Io questi shampoo secchi non li ho mai provati, ammetto di essere un po' scettica.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...