lunedì 19 marzo 2018

La Quercia Scarlatta - Suprema Olea - Crema Viso LiftAge


Recensione d'uso:
Prima che giungesse su PrimoBio, della Linea Suprema Olea de La Quercia Scarlatta non avevo mai sentito pronunciare neanche il nome. Poi però la curiosità si è fatta avanti e quando ho avuto tra le mani la mia confezione di Crema Viso Liftage non ho potuto far altro che iniziare ad usarla, felice di testare un prodotto che mi avrebbe introdotta alla conoscenza del brand.

Appunto per farlo conoscere anche a voi, mi sembra doverosa una premessa sul marchio. La Quercia Scarlatta è un'azienda agricola vinicola biologica a conduzione familiare. Immaginate sette ettari di vigneti e oliveti dove vengono prodotti olio e vino avvalendosi di antiche tradizioni locali e le più moderne tecnologie di settore. La produzione è biologica al 100% e certificata da Suolo&Salute e VeganOk.
In mezzo a questa realtà di lavoro duro e scrupoloso nasce la Linea Suprema Olea, che La Quercia Scarlatta fa produrre a suo nome da Kosmetikal avvalendosi anche di quelle materie prime che lei stessa produce. Suprema Olea è dunque una linea di prodotti per viso e corpo a base di olio extravergine biologico autoprodotto.

La Crema Viso LiftAge Suprema Olea si presenta con un packaging costituito da un bel cartone marrone scuro con il logo della Quercia Scarlatta in bella vista. All'interno troviamo un comodo ed igienico flacone airless che azzera le possibilità di contaminazione e si eroga facilmente tramite dispenser. 

Il prodotto viene fuori come una crema dalla texture piacevolmente soffice, bianca, delicatamente profumata. La consistenza è a metà tra un gel ed una crema vera e propria e sia al tatto che una volta indossata, non risulta pesante sul viso.
Consiglio di applicarne una quantità modica e si massaggiarla prima di aggiungere, eventualmente, altro prodotto, perché tende a fare un po' di scia bianca se se ne usa più del dovuto.
Non unge, non appiccica, non opprime la pelle. Per questa ragione penso possa essere utilizzata in qualunque momento dell'anno, sia nei mesi caldi che in quelli più freddi. 


Lo scopo della Crema Viso LiftAge Suprema Olea è quello di fornire idratazione e nutrimento a tutte quelle persone che in un trattamento viso ricerchino anche una funzione antiage. 
L'inci contiene diversi attivi antietà tra cui l'acido ialuronico, estratti di kigelia, quillaja e goji, olio di oliva biologico, succo di mela rossa ed olio di fico d'India e di vinaccioli. Contiene anche estratti di microalghe con la funzione di ricompattare la pelle e renderla più elastica. Il mix di attivi si rivolge soprattutto a chi abbia una pelle matura che necessita di un notevole effetto antiossidante.
Purtroppo, come ormai la maggiorparte dei prodotti ecobiologici nostrani e non, questa Crema contiene anche una dose massiccia di aloe vera, la quale, ormai da un anno a questa parte, fatico a tollerare sulla pelle.



I primi giorni di utilizzo di questa crema sono stati tranquilli: mi piaceva molto perché ammorbidisce istantaneamente la pelle e riesce a mantenerla ben idratata da mattino a sera. Purtroppo, giorno dopo giorno, sono arrivata presto al mio limite di tolleranza di aloe e ad un certo punto ho dovuto sospenderne l'uso perché anch'essa mi arrossava la pelle, mi dava un senso di spiacevole calore e tutti quei sintomi di pelle sensibilizzata all'ingrediente che ormai conosco fin troppo bene. 
Per questa ragione non posso raccontarvi come questa crema si comporti sul lungo periodo, dal momento che non riesco a farne un uso continuativo. Posso dire che è un vero peccato, perché i primi giorni mi piaceva molto e sembravamo andare anche d'accordo. Qualora non contenesse così tanto aloe - che è ai primi posti dell'inci - certamente le cose andrebbero diversamente.
Il prezzo non è certamente basso né medio, quindi suppongo che il brand voglia inserirsi in una fascia commerciale di livello luxury. 

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.



DOVE SI ACQUISTA: online su PrimoBio e sul sito web dell'azienda
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 6 mesi
QUANTITA': 50 ml
PREZZO: 58,20 €.

14 commenti:

  1. Peccato per la tua intolleranza all'aloe :( tra l'altro sempre più diffusa... Con questa crema io ho avuto feeling dal primo momento per profumazione, consistenza e alto potere idratante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piacevolissima da utilizzare.
      Mi è dispiaciuto doverne sospendere l'uso :(

      Elimina
  2. Mi sembra una buona crema. Peccato che non hai potuta provarla appieno per il discorso dell'Aloe. Non conoscevo questo brand. Grazie per la condivisione! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy,
      è certamente una buona crema. Che si fa apprezzare per texture, assorbimento e ricchezza di principi attivi. Mi è dispiaciuto molto non poterla utilizzare come avrei voluto...

      Elimina
  3. "CON quel tuo modo di raccontare, di quante cose fai innamorare..."
    Ti mando un abbraccio da questa giornata piovosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui pioggia e tempo grigio, non se ne può più.
      Grazie di cuore per il bellissimo complimento :) baci.

      Elimina
  4. Effettivamente continua ancora la moda dell'aloe come panacea da inserire in tutti i prodotti, ma alla fine sinceramente a me non è che faccia impazzire, o che abbia in qualche modo una efficacia rivoluzionaria, almeno su di me. La crema comunque sembra un bel prodotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pier,
      neanche un mese fa mi sfogavo sulla questione aloe sulla pagina Facebook scrivendo questo post: "Posso esprimere un parere sincero e squisitamente personale sull'aloe ?
      Mi ha stufato.
      Non ne posso più di ritrovarlo nella stragrande maggioranza delle creme, dei sieri, dei prodotti destinati alla cura del #viso di praticamente tutti i brand ecobiologici o quasi.
      Possibile che debbano inserirlo proprio ovunque? Anche il formaggio non sta bene su tutti i tipi di pasta!
      E' ora di finirla, di cercare un'alternativa.
      Dieci anni fa potevo usarlo tranquillamente, all'occorrenza, anche puro. Ma ormai la mia pelle non ne può più. Si arrossa, brucia, si spella, dà dolore.
      Voi direte che è un problema mio, una questione di sensibilizzazione del tutto personale. Certo, peccato che molte delle persone con cui parlo, anche tra voi che mi seguite, lamentano lo stesso tipo di intolleranza.
      Eppure è sempre più complicato trovare un prodotto che ne sia privo o dove quantomeno non venga inserito nei primi posti dell'inci.
      Perché l'aloe è diventato così onnipresente? perché anche delle formulazioni altresì meravigliose lo contengono in dosi tanto massicce?
      Forse perché costa poco? Perché fa figo? Perché sembra la sostanza passepartout per tutto?
      Con la speranza che questa moda passi o quantomeno ceda il passo ad un utilizzo più morigerato di questo ingrediente che tante pelli sensibili non tollerano affatto, concludo."

      Il post ha ricevuto molti commenti e visualizzazioni. Evidentemente, la questione interessa tante altre persone oltre me. Baci.

      Elimina
  5. Sembra veramente un buon prodotto.
    Il prezzo per le mie finanze é un po’ altro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao La Prof.
      Anche per le mie, sinceramente :)

      Elimina
  6. Trovo sia un gran peccato questa tua sensibilità all'aloe! Sopratutto per il fatto che oramai la mettono un po' ovunque! Non ho mai sentito parlare di questo marchio e ora ne sono molto interessata! Sei sempre una grandissima fonte di informazioni! Il prezzo è un po' sopra la media a mio parere, ma mi rendo conto che i costi per una piccola azienda a conduzione famigliare sono sicuramente più alti di una grande azienda! Mi informerò su questo marchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lapino Bio.
      E' un peccato sicuramente, un tempo la usavo senza problemi anche sul viso, poi vista la stragrande capillarità, la mia pelle è arrivata al punto di non sopportarla più. Un conto utilizzarla all'occorrenza, un conto ritrovarla nella maggioranza delle creme e dei sieri...
      Sono felice di averti fatto conoscere questo marchio :) e che le informazioni fornite ti siano d'aiuto. Un abbraccio.

      Elimina
  7. Concordo con te sul fatto dell'aloe, oramai è sempre più presente in tanti prodotti per la skincare. Io ho il gel all'aloe che uso come post depilazione o in caso di arrossamenti, ma non di più, proprio perché alla lunga anche a me da un po fastidio. Non capisco perché debba essere così onnipresente nei cosmetici, ci sono tanti altri ingredienti con buone proprietà, e magari meno noiosi alla lunga...
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Credo dovrebbero evitare di inserirne così tanto nella maggior parte delle creme nostrane. In questi mesi ho avuto modo di parlarne con diverse persone e anche loro lamentano reazioni spiacevoli dall'uso continuativo, sul viso, di questo ingrediente.
      Baci.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...