lunedì 15 maggio 2017

Nabla - Brow Pot Neptune e Brow Divine Venus



Recensione d'uso:
A metà ottobre, Nabla lanciò un nuovo prodotto declinato in 4 colorazioni per la definizione delle sopracciglia. Il prodotto si chiama Brow Pot e altro non è che una crema colorata waterproof da utilizzare con un pennellino per ricreare una forma perfetta delle sopracciglia. Approfittando dell'offerta lancio acquistai la tonalità Neptune, quella indicata per capelli scuri (ma anche grigi o medio scuri). In quella stessa occasione ri-acquistai la Brow Divine Venus, una matita per sopracciglia indicata per il trucco delle sopracciglia bionde oppure per delineare i contorni del sopracciglio, o la parte iniziale di esso, con maggiore naturalezza. Oggi desidero parlare di entrambe queste soluzioni, così da raccontarvi finalmente anche le mie opinioni in merito. 


Il Brow Pot Neptune di Nabla si presenta in una scatolina blu scuro con scritte argento. All'interno troviamo il pot vero e proprio, un barattolino in vetro con tappo a vite con impresso il nome del brand d'appartenenza. Il packaging è molto resistente, tanto che non si rompe neanche quando accidentalmente mi cade dalla scrivania. 
La consistenza della crema è mediamente soffice: non così morbida da scivolare via, non così dura da far fatica durante l'applicazione. 
La colorazione è, a ben guardare, un marrone medio scuro di sottotono neutro. Per questa ragione io lo ritengo adatto ad un range piuttosto ampio di persone. Va bene su chi ha i capelli castani, a prescindere che siano cenere, ramati, dorati, scuri o medio scuri. Perfetto anche per coloro che hanno i capelli grigi o brizzolati. 

Come lo utilizzo. Il mio metodo è piuttosto semplice. Prima di tutto vado a pettinare le sopracciglia con uno spazzolino adatto, che può anche essere quello - veramente ottimo - delle Brow Divine, se non ne avete uno apposito. Dopodiché prelevo una piccola quantità del mio Brow Pot Neptune di Nabla con un pennellino angolato. Scarico il prodotto sulla mano e vado a rendere le setole più dritte e schiacciate. Fatto questo, inizio a delineare il mio sopracciglio partendo dalla parte iniziale bassa fino a procedere verso la codina esterna. Quando ho ottenuto questa linea di base, sempre con lo stesso pennellino già imbevuto di prodotto vado a ricreare dei peletti il quanto più possibilmente naturali, lì dove sono più radi. Finito questo lavoro pettino nuovamente le sopracciglia così da renderle più naturali.
Con una matita nude delineo il sopracciglio e poi sfumo a ridosso dell'arcata sopracciliare. In questo modo ottengo un risultato apprezzabile.



Quello che penso è che occorra manualità. I primi tempi è facile sbagliare, prelevare troppo prodotto, non riuscire a sfumarlo in tempo, andarci con la mano pesante. Il mio consiglio è prendere poco prodotto alla volta e stemperarlo sulla mano prima di procedere con l'applicazione sul viso.
Il Brow Pot Neptune di Nabla è realmente waterproof e si fissa in fretta: questo significa dover essere veloci se non si vuole dover ricorrere ad uno struccante ad ogni minimo sbaglio!
E se non vi piacciono i ciglioni in stile Instagram, io consiglio di andarci leggeri, soprattutto le prime volte, quando ancora non sapete gestire ciò che avete tra le mani. 
Questo prodotto, almeno per le prime applicazioni, non è di quelli che possano essere usati per un trucco veloce. E' necessario prendersi un po' di tempo, a maggior ragione se avete un sopracciglio intero da ricostruire e non dovete semplicemente rinfoltirlo un po'.

Nel caso delle mie ciglia, posso dirmi abbastanza fortunata. Le ho folte di natura e la mia priorità non è quella di cambiargli i connotati quanto di dare loro una forma più aggraziata e composta. 
Il Brow Pot Neptune di Nabla mi piace. E' un prodotto che una volta applicato dura fino al momento di struccarlo via e mi consente di raggiungere diversi gradi di intensità e definizione a seconda di quanto prodotto io decida di utilizzare.


La Brow Divine Venus di Nabla è una mia vecchia conoscenza. Quella che vedete è la seconda che utilizzo. Con la prima attraversai tutta l'estate, poi si spezzettò in vari punti e non fu più possibile utilizzarla. La delusione fu cocente, tuttavia ero rimasta così soddisfatta del prodotto che approfittando dell'offerta in vigore, decisi di darle una seconda chance.
Venus è la tonalità più chiara, quella idonea per i capelli biondi. Io l'ho scelta per tutte quelle volte in cui desidero un effetto naturalissimo. Oppure per delineare solo i contorni e la parte iniziale del sopracciglio prima di procedere con una nuance più adatta a me. 

Il packaging è molto carino e consta di uno stick lungo di colore blu. In un'estremità troviamo il pettinino, talmente ottimo che la volta scorsa lo staccai dalla matita prima di gettarla via. Ora lo uso sempre, anche nel caso in cui utilizzi il Brow Pot o una matita differente. Nella seconda estremità dimora una punta sottilissima con la quale non si fatica a delineare sottili linee pressoché perfette.

Personalmente ritengo che la soluzione offerta dalla matita sia la più semplice ed intuitiva. La durata è nettamente inferiore a quella assicurata dal Brow Pot, tuttavia il risultato è più naturale, più sbrigativo e anche più semplice da ottenere. Chi non si è mai occupato di ridisegnare le proprie sopracciglia farebbe bene a scegliere una matita piuttosto che un prodotto in crema, così da prenderci bene la mano prima di scegliere una formulazione differente.

Ricomprerei la Brow Divine? No. L'ho fatto due volte, mi ha fatto piacere offrigli due chance...tuttavia gli preferisco di gran lunga la Matita per Sopracciglia 002 di Pupa che ho acquistato per anni e che ho ancora. Mi trovo meglio nell'applicazione, nella durata e soprattutto per quanto concerne il packaging. Quello di Nabla è più bello da un punto di vista estetico ma personalmente lo reputo meno pratico in fase d'uso. Oltretutto, ritengo che le Brow Divine siano eccessivamente costose: parliamo di un prodotto che non arriva a pesare neanche un grammo, rendiamoci conto!

In conclusione, delle due soluzioni qui mostrate, prediligo il Brow Pot Neptune. E' un prodotto che non posso fare a meno di scegliere giornalmente e che mi garantisce (a prescindere dalla temperatura esterna o dall'attività che desidero svolgere) un'ottima resa durante il giorno. E una volta presa la mano, anche l'applicazione non è più ostica come può dimostrarsi inizialmente.


SITO WEB: www.nablacosmetics.com/it
DOVE SI ACQUISTA: presso le profumerie rivenditrici; online sul sito dell'azienda e presso numerosi altri e-commerce
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi la matita, 6 mesi il pot
QUANTITA': 6 ml il pot; 0,085 g la matita.
PREZZO: 11,90 € ciascuno.



22 commenti:

  1. Io non ce la faccio ad offrire 2 possibilità ad un prodotto che non mi è piaciuto..complimenti per la tenacia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione. A me però il prodotto era piaciuto, il problema era subentrato con la mina che si è rotta e che non ho più potuto utilizzare. Un bello spreco di denaro, insomma.

      Elimina
  2. io le Brow Divine le boccio, non per il rapporto quantità-prezzo (sono automatiche... le matite automatiche non pesano MAI un grammo, le temperabili di media sono 1,2 grammi, ma le automatiche come media hanno 0,35 ci hai mai fatto caso?), ma perché non mi durano affatto.
    Non amo neanche i Brow Pot, durata a parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il brow pot mi trovo molto bene ma la brow divine non la riprenderò.
      So che le automatiche pesano tutte pochino ma ugualmente il prezzo relativamente alla qualità e alla quantità mi pare eccessivo.

      Elimina
    2. io non comprerò neanche il Brow pot, quando finirà o quando mi si seccherà. Non amo l'effetto definito per cui nascono questi prodotti (a meno che non me lo faccia Moreno XD ) e comunque preferisco il gel MAC, se proprio devo.

      ma se pesano tutte più o meno così ok per la qualità, ma per la quantità no.

      Elimina
  3. Matita e pot hanno lo stesso prezzo? Cavoli!
    Grazie ad uno sconticino ho acquistato la matita uranus ma devo ancora testarla. La mina sembra ottima però!
    Il pot mi intriga in sacco,chissà in futuro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la mina è abbastanza buona, solo che non ha una durata eccelsa...di sicuro si applica con estrema facilità :)

      Elimina
  4. Ho sia la matita che il brow pot nella tonalità Uranus. Con il brow pot non l'avrei mai detto ma mi trovo benissimo, sebbene serva un pò di manualità e un pò più di tempo rispetto all'applicazione veloce con la matita, il risultato è davvero impeccabile! La matita preferisco utilizzarla quando vado di fretta e ho bisogno di un'applicazione veloce, ma sono d'accordo con te che sia davvero poco il prodotto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quando ho preso il brow pot pensavo di fare casino, di non essere capace ad usarlo e via dicendo...invece alla fine non è andata affatto male. Lo adoro sul serio e penso lo riacquisterò quando finirà.
      La matita è certamente più intuitiva e veloce ma la durata è sicuramente minore.

      Elimina
  5. i brow pot mi incuriosiscono molto ma non li ho mai presi proprio perchè temevo di non avere la giusta manualità per usarli. Mi piace molto il risultato sulle tue sopracciglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Selene, il risultato piace anche a me. Aggiunge definizione ma preferisco non strafare mai.
      La manualità comunque arriva strada facendo, io pure non posso dire di essere brava ma quantomeno ci provo :D Baci.

      Elimina
  6. Ciao Sara, ho letto con piacere questa tua recensione. Io ti dico la verità non ho mai mai usato una matita o comunque un prodotto per le sopracciglia, penso che almeno su quelle sono stata fortunata. Le ho nerissime e fitte fitte.
    L'unica cosa che adopero sono il pettinino e la matita/cera per tenerle "pettinate" e in ordine.
    Un bacione!

    http://makeupstrass.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela, un prodotto in meno da comprare :D è una bella fortuna!
      Un bacione anche a te.

      Elimina
  7. mi incuriosirebbe confrontare il brow pot con la pomade anastasia, di cui sono perdutamente innamorata da quando la possiedo (sebbene la usi solo per le giornate più "importanti" e/o dove so che devo avere una durata impeccabile) altrimenti uso la matita angolata sleek, che ricorda l'hourglass ma con prezzo decisamente più abbordabile :) :)
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Glitterina, purtroppo non possiedo la pomade di Anastasia per cui non posso fare confronti. A dire il vero prima di acquistare questo brow pot, non avevo mai realmente pensato di prenderne uno. La cosa strana è che ora non posso farne a meno :) Baci.

      Elimina
    2. io avevo preso anastasia spinta dalla recensioni che urlavano al miracolo...e avevano ragione! il discorso credo sia molto analogo al pot di nabla, che anzi spererei fosse un valido sostituto nostrano per anastasia, dato che è sicuramente più reperibile :)
      Sono quei prodotti che un po' si snobbano ma che poi, alla fine, ci conquistano :) :) baciii

      Elimina
    3. Non conosco la consistenza di quello Anastasia e credo che sia un aspetto da valutare. Mi hanno parlato molto bene anche dei pot di Inglot ma sinceramente è una vita che non vedo cosmetici Inglot dal vivo...

      Elimina
    4. eeeeh, come te lo posso descrivere l'anastasia? forse farei prima ad andare a swatchare il nabla e dirti direttamente, a mio parere, se trovo abbiano differenze. Peccato non avere bio profumerie comode sotto casa :)
      Inglot io ho solo ombretti ed eyeliner in gel, quindi neanche io posso dirti la mia a riguardo :)
      <3

      Elimina
  8. Io ho finito la brow divine nel colore Mercury ed ho il Brow Pot nel colore Mars, e concordo con te che il brow pot sia molto più duraturo e migliore in generale. Anche io se dovessi scegliere ricomprerei sicuramente questo, la matita per quel che costa dura fin troppo poco poi -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti alla fine non conviene. Se uno deve prendere una matita, ce ne sono tante altre che durano di più e con le quali ottenere un risultato pressoché simile.

      Elimina
  9. Ciao Sara, condivido riguardo la considerazione sulla matita... non sento l'esigenza di provare tuttavia questi prodotti, so già che non li userei. Il risultato sulle tue sopracciglia è ben riuscito. Di Nabla ho provato altre cose, molto soddisfatta riguardo alcuni loro ombretti e fard (estetica al top, come anche le prestazioni). E sarò una voce controcorrente, ma per me i "diva crime" sono un inno alla sciattezza delle mie labbra. Mi dispiace di non poter usare il Panta Rei, l'effetto dopo un paio di ore è disastroso. ;) infine, riguardo le tinte labbra, ho l'impressione che siano una tipologia di prodotto non indicato per tutti i tipi di labbra. Mi danno l'impressione di seccarle e assottigliarle visivamente, in tutti i video dove ho avuto modo di vederli all'azione :)
    Tu cosa ne pensi a riguardo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ele, io ho un solo fard di Nabla (Satellite of Love). Bello sicuramente, sia dal punto di vista del colore che del packaging. Come prodotto in sé, non posso di certo compararlo ad altri blush migliori che possiedo...però non è male neanche lui, diciamo di fascia media.

      Per quanto riguarda i nuovi rossetti liquidi (non tinte...mi spiace che continuino a chiamarli così perché in questo modo si genera non poca confusione tra i consumatori) non me ne piace nessuno. Né quelli particolari, né quelli che potrebbero definirsi più facilmente sfruttabili. Non avendoli provati non ne conosco la formula ma di norma io sono più un tipo da stick. Baci.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...