venerdì 17 giugno 2016

Lily Lolo - Fondotinta Minerale Butterscotch



Recensione d'uso:
Spesso trovare il giusto colore di un fondotinta si dimostra un'impresa ardua e non è sempre facile barcamenarsi tra tono, sottotono e temperatura. Negli anni di fondotinta ne ho provati diversi, sia minerali che fluidi. Ed ogni volta ho lasciato che si adattassero alla mia pelle, spesso anche piuttosto bene, ma rendendomi conto che non erano la perfezione, quel colore che ben si adatta al mio fino a diventare un tutt'uno. Lo stesso Lily Lolo è un brand che conosco da anni, di cui acquistai già molto tempo fa un altro fondotinta e di cui possiedo tuttora una cipria semitrasparente. Negli ultimi anni ho utilizzato il Fondotinta High Coverage di Neve Cosmetics nella tonalità Light Warm (un po' chiara per me) miscelandola al Medium Warm (troppo scuro e con una nota arancio che mi sta male). Anche per il fatto di voler smettere di dover sempre correggere e miscelare le polveri, l'estate scorsa acquistai su Loving Ecobio delle minitaglie di fondotinta Lily Lolo tra le tonalità che mi sembravano essere più congeniali alla mia. Già in quell'occasione mi resi conto che l'unica e sola che potesse ben fondersi alla mia pelle fosse quella di Butterscotch. E così, a febbraio di quest'anno, ne acquistai la full size.

Il packaging del fondotinta Lily Lolo, che ha subìto un generoso restyling di recente, consta di una bella scatola in bianco e nero al cui interno troviamo un barattolo di plastica trasparente con tappo a vite. Sotto il tappo, un sifter consente un'estrazione ottimale e controllata del prodotto scegliendo il tipo di apertura desiderata. Diversamente dai fondotinta di Neve Cosmetics, che ho necessità di miscelare altrove perché dotati di tappi più piccoli di quanto li desideri, quello di Lily Lolo mi consente di far tutto nella sua confezione, della giusta larghezza. Questo packaging, curato nei minimi dettagli anche all'interno della sua scatola, ha un aspetto molto professionale che penso possa piacere ai più.


La polvere del Fondotinta Minerale Butterscotch di Lily Lolo è piuttosto sottile e priva di granuli più spessi. Una volta inserita nel tappo è pronta per essere prelevata con il pennello kabuki senza spolverare più del dovuto. L'aspetto che più mi piace è che mi evidenzia le rughette d'espressione assai meno di tanti altri fondotinta in polvere, lasciando all'incarnato quella sorta di naturalezza che mi fa sembrare a posto ma non finta. Qualcosa di simile ad un trucco che c'è ma non si vede e il cui spessore non si percepisce affatto né ad un livello tattile né visivo.

Il livello di copertura è medio e pur stratificandolo non arrivo mai ad una coprenza alta. Certamente è meno coprente di quanto non sia il Fondotinta High Coverage Light Warm di Neve Cosmetics ma più del Medium Warm. Non ho mai compreso perché due tonalità dello stesso brand avessero un grado di copertura così differente sulla mia pelle, ma tant'è, sembrano due cose diverse.


Quella che riporto è la tabella divisa per famiglie e sottotoni stilata da Lily Lolo. Butterscotch si attesta fra le tonalità medie con sottotono olive. La polvere è molto gialla, un pochino più di quanto lo sia io. Ciononostante non mi fa sembrare un Simpson ma bensì va ad accendere il mio colorito come mai mi era successo prima. Chiaro segnale del fatto che quando si sceglie il fondotinta del colore giusto ce se ne accorge non solo dall'assenza di un sostanziale stacco tra viso e collo, ma anche e soprattutto per il fatto che il viso appare più radioso e ben valorizzato.

Nel caso di imperfezioni evidenti si può utilizzare un pennello da correttore con cui andare a coprire le discromie, oppure affidarsi ad un prodotto fluido o cremoso per ritoccare quelle zone. Va comunque detto che, pur coprendo i rossori piuttosto bene, il prodotto nella sua stesura classica (quella che si avvale della polvere così com'è, senza bagnarla né miscelarla ad una crema) può non essere sufficiente per chi debba coprire molto o per chi desideri un effetto "pelle perfetta". Nel mio caso noto che il Fondotinta Minerale Butterscotch di Lily Lolo migliora la condizione estetica della mia pelle rendendola più omogenea ma non la copre mai totalmente.


Una volta ben steso, il prodotto non evidenzia eccessivamente le linee d'espressione, non sovraccarica i lineamenti e non secca la pelle più del dovuto. Questo non significa che sia adatto per tutte le tipologie di pelle: coloro che l'hanno molto secca dovranno utilizzare una crema molto ricca da far penetrare bene prima della stesura del fondotinta minerale. Per tutti gli altri il fondotinta minerale può rivelarsi la scelta giusta, anche considerando che non è comedogeno e non favorisce l'insorgere di impurità.

La durata non è lunga quanto quella di un fondotinta fluido e siliconico. Tuttavia non è neppure disprezzabile. Nel mio caso, avendo una pelle normale che secca solo in alcune zone e solo nei periodi freddi, si attesta sulle sei ore.
Il prodotto è anche dotato di un filtro solare pari a 15.

In conclusione, adoro il Fondotinta Minerale Butterscotch di Lily Lolo. Mi consente una copertura media e naturale e di sentirmi a posto in qualunque momento della giornata. Non occlude la mia pelle, non la soffoca, ne migliora l'estetica senza stravolgerla...e a conti fatti è la mia scelta favorita sia nelle stagioni fredde che in quelle calde. 



SITO WEB: www.lilylolo.co.uk
DOVE SI ACQUISTA: online su Ecco Verde
LUOGO DI PRODUZIONE: Regno Unito
PAO: 24 mesi
QUANTITA': 10 g
PREZZO: 19,69 €.

15 commenti:

  1. Cinnamon Kitty17 giugno 2016 11:25

    Buondì! :D
    Che sogno trovare un fondotinta che si fonda perfettamente col proprio incarnato! Per me che ho la pelle molto molto chiara è praticamente un'utopia evitare lo stacco viso collo!
    Non ho mai provato fondotinta minerali, ma non appena terminerò le bb cream e i fondotinta siliconici che ho aperti, proverò il Flat Perfection di Neve... Non dovrebbe contenere schifezze!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kitty :)
      Questo è un pochino più giallo di quanto sia io ma dopo qualche minuto già si assesta. Di sicuro è uno di quelli che mi ha dato maggiori soddisfazioni da questo punto di vista.

      No, il Flat Perfection non contiene schifezze :) io non l'ho mai utilizzato, spero ti troverai bene. Baci.

      Elimina
  2. Che bella la consistenza della polvere! Non ho mai provato fondi minerali ma di Lily Lolo ho sempre sentito parlare benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra i più facilmente reperibili credo sia il migliore.

      Elimina
  3. Mi piacciono tanto i fondotinta in polvere, meglio se minerali, però spesso tendono proprio ad evidenziare le pieghette del viso e invecchiano. Dalla review sembrerebbe proprio che con questo prodotto il problema sia minimizzato, da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono fondotinta in polvere che evidenziano moltissimo sia rughette che eventuali pellicine. Questo fortunatamente lo fa meno di molti altri, tant'è che lo trovo anche più "naturale" da un punto di vista della resa. Si nota meno che c'è.

      Elimina
  4. Mi trovo perfettamente d'accordo su tutto.
    È diventato il mio fondo preferito proprio per le motivazioni da te spiegate e il packaging è davvero perfetto sia per dosare il prodotto che per prelevarlo con il pennello, mi trovo davvero molto bene.
    Non sono ancora riuscita a testarlo con il caldo afoso ma in questi giorni si sta comportando molto bene, anche se la durata si è leggermente accorciata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo proprio che lo troverai utile anche con il caldo ;)
      Di meglio c'è solo la pelle nuda.

      Elimina
  5. Sembra interessante, ma non l'ho mai guardato troppo perche' scegliere la colorazione da internet e' un problema. Rispetto al compatto di Sephora, il colore com'e'? Se non sbaglio usi anche tu la 30 del Sephora, giusto? Tra i due che differenze noti anche a livello di risultato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il d30 per me è scuro, lo uso solo quando devo correggere fondotinta più chiari. La mia colorazione giusta è D25, che mi pare non vendano più. Questo qui di Lily Lolo è più giallo e mi pare duri di più e meglio durante il giorno.

      Elimina
  6. Dopo l'esperienza con quello di Neve Cosmetics mi è venuta un po' voglia di abbandonare i fondotinta minerali, perchè non mi è piaciuto particolarmente. Però dalla tua foto si nota già un enorme differenza rispetto a quello di Neve, che risulta spesso e grumoso, mentre questo sembra setoso e pochissimo grumoso. Proverò a dargli una chance, anche perchè mi piace la vastità delle colorazioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono due mondi alquanto differenti, per me non c'è paragone sulla qualità delle polveri. Questo non fa mai effetto gesso, quell'altro si.

      Elimina
  7. Io continuo ad essere super indecisa nell'acquisto di questo prodotto. Da una parte mi incuriosisce moltissimo, dall'altra so che non rispecchierebbe ciò che cerco da un fondo (coprenza elevata ed effetto pelle perfetta, pur rimanendo naturale)...insomma, un disastro...:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi una copertura elevata probabilmente non è la scelta giusta.

      Elimina
  8. I fondotinta minerali sono ancora sconosciuti al mio viso, al massimo ho usato qualche cipria con questa funzione. Principalmente per questioni di coprenza e durata, preferisco rivolgermi a prodotti fluidi con cui mi sento più sicura, ma sto pensando comunque di prendere un prodotto in polvere da alternare nelle giornate più calde o quando sto fuori poche ore e non ho bisogno di un prodotto molto resistente. Neve cosmetics e Lily Lolo sono i brand più gettonati, ma aspetto ancora un po' prima di decidere.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...