sabato 14 maggio 2016

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Su questo blog parliamo quotidianamente di cosmetici e spesso anche di make up. Ci sono però degli strumenti che ci rendono più semplice la vita, strumenti che chiaramente devono essere mantenuti bene sia da un punto di vista dell'igiene che della forma. Mi riferisco ovviamente ai pennelli da trucco e le mie domande saranno volte a capire il modo in cui ve ne prendete cura giorno dopo giorno.

Approfitto di questa nuova Domanda della Settimana per ringraziare tutti coloro che risponderanno al quesito e per augurare loro uno splendido week end.


Pennelli da trucco:
Quanto spesso li lavi?
Preferisci un detergente schiumogeno
o uno a base alcolica?
Che tecnica di lavaggio utilizzi?
In che modo te ne prendi cura per
mantenerne intatti la forma e la morbidezza?
Preferisci acquistare pennelli da trucco
sintetici o in setole animali?

18 commenti:

  1. Eh, già...i pennelli! Devo ammettere che, per quanto riguarda la loro cura, sono pigrissima xD Spesso mi ritrovo a dargli una lavata con saponi non specifici o magari a lavarli troppo poco spesso...
    Devo assolutamente cambiare abitudini! Però almeno li tengo in un bell'astuccio, al sicuro ;)
    Ne ho parlato in questo post: http://nhivien.blogspot.it/2016/04/come-le-blogger-semi-serie-ovvero-cosa.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I primi tempi ero pigra anche io poi con gli anni son diventata piuttosto ligia :D

      Elimina
  2. Ho pennelli dalle setole sintetiche e lavo sempre quelli per l'eyeliner o i prodotti in crema, mentre dopo una decina di giorni quelli per le polveri.
    In genere prediligo shampoo delicati, per non irrigidire le setole.
    La mia tecnica è fatta di: mani; lavandino; olio di gomito XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mani, lavandino, olio di gomito :D e non sbagli mai...

      Elimina
  3. Uh i pennelli...che strazio lavarli XD! Infatti, ammetto la mia colpa, non lo faccio spesso come dovrei. C'e' da dire che non li uso tutti i giorni, e tra un lavaggio e l'altro uso il pulitore di Mac. Inizialmente non ci andavo d'accordo, ma adesso lo uso piu' volentieri, soprattutto per togliere prodotti cremosi o scuri dalle setole.
    Il bagnetto vero lo faccio con una saponetta ben lavante: bagno il pennello, lo passo sul sapone e poi lo muovo sulla mano per farlo schiumare, infine sciacquo bene.
    Da qualche mese ho iniziato a tenerli riposti in un contenitore trasparente con coperchio (quello dei Ferrero Rocher XDDD), in orizzontale. Mi trovavo troppo spesso a pensare a quanta polvere accumulassero tra un lavaggio e l'altro, tenuti classicamente in una tazza, e ho risolto cosi'. Avendone pochi, non ho grossi problemi di scomodita' a prendere uno o l'altro, ma certo se se ne hanno decine allora non e' una buona soluzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi annoio da morire ogni volta però negli anni sono diventata molto ligia. Se utilizzo prodotti in crema o fluidi il pennello lo lavo subito. Quelli per le polveri mi aiuto con il brush cleanser di Mac (sono felice che ora lo usi con soddisfazione anche tu) e ogni 3-4 giorni gli faccio un bel bagnetto.

      L'idea della scatola in cui tenerli mi pare ottima. Magari una per occhi e l'altra per viso/labbra. Se trovassi qualcosa in tinta con il resto della mobilia potrei farci un pensierino ed eliminare i bicchieroni fucsia in cui li tengo ora :D

      Elimina
  4. Non ho grande esperienza nel settore, ma la mia tecnica è quella del reverse shampoo, ovvero prima una goccina di balsamo in modo da sciogliere un po' le creme che possono essersi asciugate fra le setole, e poi shampoo delicato con movimenti circolari nel palmo della mano. :)
    Buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai usato il balsamo sui pennelli ma mi sa che proverò :D grazie per la dritta! Buon week end anche a te.

      Elimina
  5. Io non ho molti pennelli quindi è ancora un piacere lavarli.
    I miei sono tutti sintetici e li pulisco utilizzando delle classiche saponette bio delicate e il sapone solido Da Vinci (quello ideato per pennelli da pittura, non ho ancora provato quello indicato per i cosmetici). Mi aiuto con un brush egg preso su aliexpress o con la palettina di Real techniques.
    Quando ho dei campioncini di shampoo o di detergenti gel delicati, utilizzo anche quelli.
    Non uso i pennelli tutti i giorni quindi li lavo una volta a settimana, fatta eccezione per quelli da eyeliner, che lavo dopo ogni utilizzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli da eyeliner o quelli che uso per prodotti in crema li lavo ogni volta anche io, proprio non ce la farei a lasciarli sporchi :D

      Elimina
  6. Sui pennelli non sono molto costante, lo ammetto, non li lavo spesso. Quello che lavo maggiormente è il pennello da fondotinta, perché l'idea di mettere sul viso un aggeggio sporco e lasciato alla polvere, non mi alletta per niente. Utilizzo una saponetta delicata per il viso, in passato ho provato anche shampoo e balsamo che volevo smaltire e mi sono trovata sempre bene. Fin ora ho preso solo pennelli con setole sintetiche, ma la morbidezza è la caratteristica che devono avere necessariamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene a lavare più spesso quello per il fondotinta. Per quanto mi riguarda andrebbe lavato dopo ogni utilizzo, senza sgarri.

      Elimina
  7. Preferisco le setole sintetiche... Onestamente preferisco evitare le setole animali, se si può evitare, evito. Per il lavaggio vado di bagnoschiuma e balsamo per capelli una volta a settimana e si lavano bene comunque senza danneggiarsi.
    Io per preservarli maggiormente li tengo sempre nella lor portapennelli (di quelli ad astuccio pieghevole per intenderci), sia perché mantengono la forma, sia perché mi farebbe abbastanza schifo tenerli liberi all'aria, sai con la polvere, i profumi ecc, probabilmente perché sono fissata XD Non avrò i portapennelli fashion tipo quelli sfoggiati da molte beauty blogger, ma almeno non sto con l'ansia di chissà cosa sto per spalmarmi sul viso XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io preferisco le setole sintetiche. Nel portapennelli con la zip li tengo solo durante gli spostamenti, e quanto sono comodi...

      Elimina
  8. Io preferisco le setole sintetiche, li lavo quando sono sporchi con sapone o shampoo e non metto retine per mantenere la forma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non metto retine. L'unica cautela è quella di non costringerli dove non entrano quando mi sposto.

      Elimina
  9. Lumachina lumachina, arrivo anch'io.
    Allora, lavare i pennelli mi rilassa, ma sono anche pigra, per cui li lavo quando ne ho accumulati un po' (e a quel punto mi chiedo perché non l'ho fatto prima).
    Ultimamente sto pensando di cambiare sistema, ovvero di smaltire il gruppetto ancora da lavare, e passare alla pulizia quotidiana di quelli che uso per il trucco del giorno, vediamo se ci riesco.
    Uso una saponetta al karitè o uno shampoo delicatissimo e poi li lascio ad asciugare con i brush guards.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La saponetta al Karité l'ho usata anche io per diverso tempo e non era niente male. Ora alterno qualche detergente liquido a qualche saponetta ma è dal Bronnerino alla menta che non ne trovo uno che mi soddisfi sul serio, mi sa che prima o poi lo riprendo. Sulla mia pelle è il male ma sui pennelli è il bene :D

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...