sabato 26 settembre 2015

La Domanda della Settimana



Buongiorno e buon sabato!
Il rossetto che Dolce & Gabbana ha dedicato a Sofia Loren mi ha ispirato questa nuova Domanda della Settimana a cui spero risponderete numerosi. 
Ci sono icone di stile alle quali guardiamo con ammirazione, alle quali magari siamo anche un po' affezionate. Spesso si tratta di vere e proprie muse di make up artist e stilisti, donne o uomini con un carisma di eccezionale portata.
Quale di queste icone considerereste la vostra icona? Di chi vorreste vedere un'intera collezione make up a cui difficilmente riuscireste a dire di no?


C'è un'icona di stile alla quale ti ispiri?
Se una grande Maison dovesse affidare 
un'intera linea di make up a qualcuno,
di chi ti piacerebbe portasse il nome?
Quando acquisti profumi e belletti
ti fai influenzare dal testimonial oppure ciò
non riveste la minima importanza per te?


20 commenti:

  1. Sinceramente credo di essere un po' atipica su questo argomento, in quanto non seguo e non faccio mai caso alle collezioni in collaborazione con personaggi famosi, né tanto meno mi faccio ispirare da queste per i miei acquisti. Non posso neanche dire di avere un'icona di stile, o una persona a cui mi ispiri nella moda o nello stile di vita, i miei pochi "idoli" (termine esagerato) sono in genere attori di cui ammiro la capacità recitativa e la bravura. In ogni caso, mi piace molto lo stile vintage e un po' shabby, per cui mi piacerebbe molto una linea improntata su questi due stili. Però non so sinceramente chi potrebbe incarnarla :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scheggia non sei assolutamente atipica ;)
      Mi ritrovo in tutto e per tutto con quanto hai detto tranne che per lo stile. O meglio piacciono anche a me, ma diciamo che quando si tratta di collezioni di makeup non ci sto tanto a badare. O mi piace o non mi piace XD

      Elimina
  2. Bella domanda! Quando acquisto cosmetici, profumi, ecc. bado poco al testimonial, perché quello che conta è se il prodotto in sé mi piaccia o meno. Tuttavia mi piacerebbe se riproponessero collezioni dedicate a Marilyn Monroe o ad Audrey Hepburn. Sono le mie preferite, non c'è che dire :) Ciononostante baderei sempre alla qualità dei prodotti proposti, con la speranza che le aziende non pensino solo al semplice marketing! Altrimenti non me ne farei nulla di prodotti belli ma non validi :D

    RispondiElimina
  3. @Scheggia capisco quel che intendi. E sai, lo stile shabby piace anche a me :D non l'ho mai associato al make up però mai dire mai.

    @Simona hai ragione. Si possono avere le testimonial più in gamba ma il prodotto deve far parlare di sé anche per la qualità dello stesso.

    RispondiElimina
  4. Una bella domanda...diciamo che sono "affezionata" a delle donne, provo ammirazione e stima, nei loro confronti per varie ragioni. Mi sento legata a Marilyn per un senso di profonda tenerezza, qualche volta nella vita mi sono sentita come lei ho avuto tutto ma poi mi mancava l'unica cosa avrei voluto davvero e quindi in alcuni periodi della mia vita mi sono sentita vicina a questa donna sotto questo punto di vista.
    Adoro Chanel per il suo modo di pensare, il suo dettare la moda, la caparbia che ha avuto e il suo farsi ricordare nel tempo.
    Altra donna che ammiro è Audrey elegantissima, raffinata, fine, aveva tutto quello che dal mio punto di vista deve avere una donna.

    Per quanto riguarda le linee cosmetiche comprerei dei prodotti dedicati a loro solo sei organici, ma siccome la vedo cosa ardua e difficile, mi sa tanto che la cosa non accadrà mai.

    Per il resto come ben sai, dato che utilizzo solo prodotti organici, ovviamente poco mi importa del testimonial o del packaging, scelgo sempre la sostanza.

    Un bacio e buon week :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scelta della sostanza è sempre quella che prediligo anche io. Però mi è piaciuta molto la parte introduttiva in cui mi hai parlato di queste donne fantastiche e del perché le hai ammirate. Grazie :)

      Elimina
  5. Rispondo pensando che tu intenda solo persone dello spettacolo o della moda in generale, eh.
    Io sono un po' anti-incona a essere sincera :). Dare merito a qualcuno di aver raggiunto dei traduardi, aver avuto influenza nel suo campo e' una cosa (come dice Habanero rispetto a Chanel ad esempio), ma l'idea di idolatrare un essere umano come me non mi e' mai piaciuta. Ci sono attori che mi piacciono e reputo molto bravi, make up artist che hanno saputo rivoluzionare il loro mondo, ma non mi sognerei mai di usarli come linee guida per il mio stile personale. Tra l'altro, non per fare per forza quella controtendenza, ma credo ci siano campi e altri luoghi piu' importanti dove trovare persone da ammirare. Le persone che ammiro di piu' sono sempre state quelle accanto a me, che conosco e so davvero come sono. Ci sono personaggi che ammiro perche' seguo da molto (vedi Mr Daniel) e mi sono resa conto dell'impegno di tanti anni che li ha portati a realizzare splendidi progetti. Pero' io resto io e loro restano loro :D. Mi sembra un po' assurdo doversi truccare come tot attrice per sentirsi ok. Lo si puo' fare per sperimentare, ma farlo per somigliare a un'altra persona, o per sentirsi "dive" (termine che mi sta sulle scatole), sono concetti che non mi appartengono. Non ci sono "dive" che riesca ad ammirare perche' belle o raffinate...A che pro dovrei vestirmi come Audrey quando non sono lei? Truccarmi come pinco pallina quando io sono io? Non so se si capisce che intendo.
    Quindi no, avere un personaggio pubblico a testimonial di un prodotto cosmetico per me e' irrilevante. Anzi, semmai piu' spingermi a non comprare. Per anni mi sono rifiutata di acquistare i rossetti firmati Kate perche' e' un personaggio che non ho mai apprezzato. Poi sono riuscita un po' a liberarmi di questa cosa, e la firma sopra il mio rossetto e i miei smalti la ignoro semplicemente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve essere così in fondo. Ammettere il merito di qualcuno (o anche solo qualcosa di lui/lei che ci piace) non va a svalutare né a modificare ciò che siamo noi. Si può apprezzare il portamento di un'attrice o l'allure di uno stilista senza per forza di cose lasciarsi trascinare.
      Io acquisterei il rossetto di Sophia Loren per ciò che rappresenta o perché mi piace la tonalità che è stata scelta, non perché desidero essere come lei o volerla imitare.
      Lo stesso dicasi per delle ipotetiche collezioni make up che possono portare il nome di Audrey o di altri personaggi particolarmente amati. Non li si acquista perché si vuole essere come loro ma anche solo perché ciò che rappresentano può piacere ed ammaliare.

      Elimina
  6. Sicuramente del passato Audrey Hepburn,per me rappresenta l'unica vera grande icona di stile (anche Grace Kelly non mi dispiace però)!!!
    Se penso invece al presente vorrei vedere qualche collezione ispirata a Dita Von Teese,la adoro XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente emerge qualche altro nome ;) Dita Von Teese. A me non fa impazzire ma mi rendo conto che possa esercitare un certo fascino.

      Elimina
  7. Non ho icone di stile cui mi ispiro, forse perché sono una persona completamente priva di stile tout court!
    La scelta di una testimonial o di un'altra sicuramente induce curiosità in me, se l'attrice o la modella in questione mi piacciono magari esploro quella collezione più a fondo di quanto non farei in condizioni "normali", ma non mi ha mai dato nessuna spinta "aggiuntiva" nel comprare dei prodotti.
    Però, come raccontava Tyta poco sopra, mi è capitato di titubare molto a lungo prima di comprare un prodotto che mi piaceva moltissimo per via dell'antipatia verso la testimonial: sto parlando del Viva Glam Miley Cyrus. Personalmente, passerei sopra alla Cyrus con un trattore, e pure in retromarcia (attimi splatter di immaginaria violenza gratuita), per cui non volevo acquistare il rossetto, che mi piaceva moltissimo, mi stava bene e, come tutti sappiamo, va a sostenere una buona causa. E proprio questo mi ha spinto a lasciar da parte l'antipatia per la testimonial...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, non ci crederei neanche se ti vedessi che manchi di stile ;)
      Posso capire bene il fatto di non voler acquistare qualcosa solo perché vicino all'immagine di qualcuno che non ci piace.

      Elimina
  8. Ciao!! Belle domande!! Onestamente non ho nessuna icona alla quale mi ispiro e non ho nemmeno una persona alla quale mi piacerebbe fosse dedicata una linea. Non so ma non son mai stata influenzata su questo punto... Per quanto riguarda i profumi non mi faccio influenzare nemmeno li dal testimonial. Mi è capitato di acquistare qualche prodotto di alcune icone ma non l ho comprato per loro ma per il prodotto e la colorazione che mi piaceva molto ^_* . Comunque concordo anche io con Scheggia sullo stile vintage e shabby che adoro ^_* Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io di solito bado più alla sostanza che non al testimonial o ad altri elementi. Però li noto, è indubbio.

      Elimina
  9. Bella domanda come sempre! :) non ho un'icona di bellezza da cui traggo ispirazione o a cui vorrei che fosse dedicata una linea... certamente ci sono donne che "invidio" o ammiro molto, per esempio Audrey Hepburn per l'innata eleganza. In linea generale direi che l'importante è che il prodotto mi ispiri e mantenga le promesse. Mi piacerebbe però che ci fossero più linee rock, grunge, sia nel packaging e sia nei colori (infatti adoro il packaging degli Studded Lipstick di Kat Von D). Anche i testimonial non mi fanno nè caldo nè freddo, senza contare che, per un fatto di gusti personali, non amo molto i "miti" di questo tempo (vedi Rihanna, Miley Cyrus, ecc ecc.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miti musicali che impazzano al giorno d'oggi lasciano anche me particolarmente indifferente. So che Rihanna, Beyonce o la Cyrus hanno un forte seguito ma personalmente non mi fanno né caldo né freddo...proprio come a te :D

      Elimina
  10. in genere non mi faccio influenzare dalle testimonial... però se dovessi sceglierne una non posso non tornare indietro nel tempo... sarò nostalgica, ma ripenso sempre a Cindy Crawford. quando ero una ragazza era il mio idolo di bellezza femminile. e visto che si parla di prodotti ideati per esaltare la bellezza, non riesco a pensare a qualcuna che c'entri poco con il settore... forse sbaglio, ma su due piedi mi viene da pensarla così :)

    RispondiElimina
  11. Non mi faccio influenzare a tal punto e se scelgo qualcosa non vado a ispirarmi a qualuno o qualcosa on particolare. La cosa più importante è che il prodotto mi convinca, il resto passa in secondo piano. Il rossetto della Loren era sicuramente interessante, sia per il colore che per l,idea di stile che si celava dietro..peccato che tra costo e reperibilità era abbastanza infattibile. Mi piacerebbe una collezione ispirata a beyonce, perchè ci sono particolarmente affezionata. Se invece devo proprio scegliere delle icone di stile penso a julia roberts (il sorriso nella pubblicità de la vie est belle era pazzesco) e natalie portman, sempre eleganti e di classe, con una sensualità mai volgare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pubblicità de La vie est belle piace molto anche a me, proprio per la presenza di un'irresistibile Julia Roberts! Natalie Portman è la grazia in persona.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...