lunedì 24 agosto 2015

Togliere il Gel Sulle Unghie Dopo Anni - La Mia Esperienza

Come scrissi nel mio post riguardante le Unghie del Mese di Giugno, il giorno 23 di quello stesso mese sono tornata dalla mia onicotecnica e anziché ripetere la copertura in gel delle mie unghie naturali ho scelto di rimuoverlo completamente. Decisione sofferta, considerando che l'ho fatto per 7 anni e 4 mesi e in questo lasso di tempo è stato, per me, come una sorta di copertina di Linus grazie alla quale coprire le brutture delle mie unghie naturali. 
Tuttavia andava fatto e senza ripensamenti ho agito.

Perché decisi di fare il gel?
Perché odiavo le mie unghie. Dovete sapere che in tutta la mia vita ho sempre sfogato le mie ansie e le mie frustrazioni torturandole con i denti o con le stesse mani. Quando iniziai a farlo nel mio paese non lo faceva quasi nessuno, era qualcosa di ancora poco conosciuto. Io mi interessai prima di molti altri perché coprire quello scempio era, per me, un bisogno primario. Iniziai a lavorare a novembre del 2007 e a febbraio dell'anno dopo ero già a spendere i miei primi soldi in questo modo.
Dopo aver avuto a che fare con 2 estetiste poco competenti in materia conobbi Marta, un'onicotecnica vicentina che ha lavorato su di me per 5 anni. I successivi due mi sono affidata ad una nuova professionista delle unghie, qui nel posto dove vivo ora.
Abbiamo iniziato il lavoro che avevo le unghie minuscole, il letto ungueale (la parte rosa, per intenderci) non arrivava al mezzo centimetro di lunghezza.

Come ho trovato le mie unghie dopo aver rimosso il Gel?


Foto scattata subito dopo la rimozione del gel.
Le mie unghie stanno benissimo. Sono molto più belle e sane rispetto a quando ho iniziato il trattamento. Se ho scelto di scrivere questo post è perché mi è sempre capitato di leggere di persone scontente dopo la rimozione del gel sulle unghie. Persone che parlavano di esperienze molto negative, unghie fragili e disastrate, brutte da vedere e da toccare. Io voglio testimoniare l'esperienza inversa. Le mie unghie sono sane. Il letto ungueale è cresciuto di qualche millimetro ed ora mi sento molto meno a disagio di un tempo nel mostrarle "nude". 
Questa copertura non è stata solo un abbellimento, ma nel mio caso di onicofagica anche una vera e propria cura. Se quando iniziai il gel le mie unghie erano in uno stato pietoso, ora hanno un aspetto molto meno provato: più sano. Sono tornate ad una forma soddisfacente, il letto ungueale è di un bel rosa, la parte bianca non è ingiallita. 

Scegliere una Brava Onicotenica.
Scegliere una vera professionista è il primo passo da fare quando si decide di voler fare la ricostruzione unghie o, come nel mio caso, una copertura in gel sulle unghie naturali. Dovete trovare una persona che conosca bene i passaggi, che lavori in un ambiente pulito e lontano dalla luce naturale. Una persona che abbia anch'essa delle mani curate perché se lo sono le sue, lo saranno anche le vostre. Una persona che le limi bene ma sempre nella direzione giusta, senza mai sfaldarle in modo irreparabile. Se sentite dolore durante l'esecuzione scappate via: è un chiaro sintomo del fatto che ve le stia limando troppo! La limatura serve a sgrassare l'unghia e a togliere il gel vecchio per fare spazio al nuovo: una limatura eccessiva compromette la salute delle vostre unghie ed è quindi uno dei passaggi fondamentali di cui tenere conto.

Come curo le Mie Unghie dopo aver tolto il Gel.



- Semplicemente con oli vegetali. Attualmente al mattino sto utilizzando l'Olio di Fico d'India di Laboratoire Haut-Segala. Quest'olio ha proprietà ristrutturanti e ricostituenti ma qualora abbiate in casa anche del semplice olio di oliva andrà bene lo stesso. L'importante è fare in modo che le unghie e le cuticole siano costantemente idratate. Io ne applico una goccia sul dorso della mano e da lì procedo con il massaggio su ogni singola unghia almeno una volta al giorno.
Alla sera utilizzo invece il mio amatissimo Burro di Karitè di Omnia Botanica, anche questo da massaggiare delicatamente su ogni unghia. Finita questa operazione, applico anche qualche goccia di Olio di Essenziale di Limone: entrambi agevolano l'indurimento naturale dell'unghia ed il suo fisiologico benessere.
E' importante ripetere questi passaggi ogni giorno. Già dopo una settimana si iniziano a vedere i primi benefici del trattamento: unghie lisce al tatto, bel colorito, maggiore resistenza agli urti.
Mi direte che in commercio esistono centinaia di prodotti già pronti che si dicono indurenti o rinforzanti: considerate che molti di essi contengono formaldeide, una sostanza accusata di essere cancerogena. Il mio consiglio è di evitare questi trattamenti e procedere con gli oli puri così da preservare sia le unghie che la vostra salute. 
- Ho preso l'abitudine di avere sempre una lima con me, ovunque vada. Portarsi dietro una lima evita che si abbia la voglia di rimediare ad eventuali piccoli danni con i denti. In questi primi tempi senza il gel è importante non ricadere nei vecchi errori e per farlo occorre ingegnarsi in modo che non vi siano scuse per farlo.
- E' possibile tornare all'applicazione degli smalti ma a mio avviso è bene aspettare almeno un mese prima di farlo, così da poter beneficiare per un periodo piuttosto lungo dei trattamenti sopra citati. Quando poi si vuole applicare lo smalto è sempre bene utilizzare una base protettiva prima di passare il colore. Anche con le unghie coperte si può continuare a curarle concentrandosi sulle cuticole. Il risultato non sarà altrettanto visibile ma sarà pur sempre migliore che stoppando qualunque trattamento. Tra un'applicazione di smalto e la manicure successiva sarebbe bene lasciare le unghie libere da vernici per qualche giorno così da riprendere con il trattamento completo.

Foto scattata dopo 17 giorni dalla rimozione del gel.

Se tornassi indietro, rifarei il Gel?
Assolutamente si. Grazie a questo trattamento ho visto le mie unghie crescere in modo sano e naturale, finalmente libere dai miei atteggiamenti sbagliati. Consiglio questo trattamento alle onicofagiche purché abbiano il serio interesse nel voler cambiare. Molte di queste persone continuano a torturarsi le unghie nonostante siano coperte con il gel. In questi casi meglio lasciar perdere così da evitare quantomeno una spesa inutile. Se ci si affida ad una vera professionista delle unghie non si subiscono danni severi e quando il gel verrà rimosso l'unghia non sarà disastrata né più fragile. Al massimo la troverete così come l'avete lasciata. La parte limata ricrescerà in fretta, più di quanto possiate immaginare. L'utilizzo di integratori può aiutare nel caso di unghie molto sottili o predisposte allo sfaldamento.

Le mie unghie alla fine di luglio. Il mignolo aveva appena
subito un brutto trauma a causa di un piccolo incidente domestico.

23 commenti:

  1. Anche le mie unghie dopo quasi 4 anni erano migliorate.. però se devo essere sincera non mi sono pentita di averlo interrotto.. ormai da più di 2 anni! mi piace cambiare smalto spesso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non me ne sono pentita. E dire che avevo una gran paura di farlo...ma del resto dopo più di 7 anni mi è sembrato logico darci un taglio. Se la "cura" funziona non deve impiegare 10 anni...

      Elimina
  2. Ciao Dama! Sono contenta che tu non ti sia pentita di aver rimosso il gel. Le tue unghie mi sembrano in ottima salute e sono belle da vedere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dahlia :) effettivamente sono felice di poter finalmente smettere di vergognarmi delle mie unghie. Non è poco.

      Elimina
  3. Anche se non mi sono mai interessata a questo genere di trattamento, ti devo fare i complimenti per il post! Avevo sempre e solo sentito di ragazze molto deluse in seguito alla rimozione del gel ma devo dire che le tue unghie sembrano proprio sane. Interessante la parte sugli oli, io uso quello all'albicocca di Essie :) Un bacione bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Linda sono contenta che tu abbia apprezzato questo post, grazie mille.
      Ho voluto scriverlo sia per consigliare dei trattamenti alternativi a quelli già pronti della profumeria, sia perché non penso che la ricostruzione sia da demonizzare. Penso che la differenza la facciano le onicotecniche cui ci si affida.

      Elimina
  4. Ho avuto il gel per un anno e mezzo, quando lo tolsi le unghie erano sottili come carta velina >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evidentemente le avevano limate eccessivamente. Oppure togliendolo non ti hanno lasciato quella piccola patina di gel che di solito lasciano. Serve a proteggere l'unghia prima di lasciarla totalmente libera. In due settimane cade da solo ma nel frattempo la cliente si abitua alla differenza di spessore.

      Elimina
  5. Fino alle scuole medie circa, avevo il classico vizio di mangiare le unghie. Era una cosa che facevo soprattutto quando ero nervosa e stressata, ma anche quando stavo seduta a studiare, una sorta di anti-stress. Le mie mani erano orribili, sempre piene di pellicine e croste, molto spesso mi usciva del sangue. Poi di punta in bianco ho smesso ed ovviamente le unghie ne hanno tratto giovamento, ritornando forti e soprattutto durissime, non si rompevano mai, pur portandole lunghe. Da un paio di anni a questa parte invece sono molto fragili e si piegano e sfogliano al minimo contatto con qualcosa, inoltre non reggono affatto bene lo smalto. Sino ad oggi me ne sono un po' fregata e non ho fatto nulla se non qualche ciclo di integratori appositi per capelli ed unghie, senza risultati. Arriverà il momento in cui non potrò più procrastinare e dovrò seriamente cambiare stile di vita ed alimentazione e magari usare qualcosa di più specifico ed efficace. Non ho mai provato il gel, perché ho sempre avuto il preconcetto che indebolisse l'unghia, piuttosto che rinforzarla. A dirti la verità, sento sempre pareri totalmente opposti e quindi non escludo che magari un giorno lo proverò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che la differenza di esperienze dipenda da tanti fattori ma in primis dalla persona cui ci si affida.

      Elimina
  6. Io sono davvero contenta di sentirti cosi' bene riguardo questa faccenda :). Quando iniziasti a parlare di togliere il gel, sentivo la tua ansia ed ero preoccupata, ma poi vedendo come stavano rispondendo le tue unghie e tu stessa mi sono tranquillizzata! Sono felice perche' e' una cosa cui hai sempre tenuto tanto, e' bello che finalmente tu possa vivere le tue mani in maniera positiva :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione :)
      Ora temo un po' il loro aspetto quando torneranno il freddo, i geloni ed i miei problemi di circolazione. Però sono contenta che le cose stiano andando bene e di non avere più quell'impulso di metterle in bocca. Grazie Tyta <3

      Elimina
  7. Che strano vederti senza gel!!! Un po' di riposo serve...un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un riposo che spero duri per sempre. Vorrei che non mi tornasse più il bisogno o la voglia di riapplicarlo.

      Elimina
  8. Sono contenta di sentirti così positivo riguardo a ciò e che sopratutto che la ricostruzione ti abbia aiutato :) Sfortunatamente non sono onicofaga ma mangio la pelle intorno alle dita, è solo questione di autocontrollo e negli anni sono migliorata tanto ma basta un po' di ansia per riferirmi a sangue in due secondi uff

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito cosa intendi, avevo diverse amiche che soffrivano dello stesso problema. Strano il modo in cui sfoghiamo l'ansia, non è così? non è neppure facile controllarsi in certi momenti.

      Elimina
  9. Un tempo me le mangiavo continuamente. Toglievo anche la pellicine intorno e un bel giorno mi è venuta una specie di infezione a due dita, che ci ho messo mesi su mesi a fare andare via. Avere una cosa così brutta in una parte del corpo così in vista mi faceva sentire davvero a disagio. Così quando sono guarita ho proprio cambiato atteggiamento, ho iniziato ad avere unghie lunghe e curate, con smalto cambiato spesso. Ogni tanto nei periodi di stress mi mangio amcora qualche unghia, ma niente di che. È solo un momento di debolezza in cui devo scaricare il nervoso e dura 5minuti..non è più il vizio che avevo un tempo.

    Le tue unghie mi sembrano davvero sane comunque, sono molto felice che tu abbia beneficiato del gel, ma che stai riuscendo ad apprezzare anche la nuova situazione. Ho apprezzato molto il post, sai che era un tema che mi interessava:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse ti ci voleva quell'infezione per darti la scossa e cambiare. Immagino quanto fastidio ti abbia recato però poi, almeno, hai saputo gestire la cosa in modo maturo.

      Sono felice che tu abbia apprezzato il post :) l'ho scritto anche sapendo che molte di voi erano interessate a sapere che fine avessero fatto le mie unghie dopo il gel. Baci.

      Elimina
  10. Che bel post! Devo dire che vedendo le foto non si direbbe che tu abbia fatto il gel per così tanto tempo... Io non l'ho mai fatto, ma l'idea mi ha sempre incuriosita, poi negli ultimi due anni mia madre ha fatto il semipermanente e quando l'ha sospeso aveva le unghie piuttosto rovinate e deboli...
    In passato anch'io avevo la brutta abitudine di rosicchiare le unghie, poi un giorno una compagnia di classe mi ha fatto provare il suo smalto per contrastare l'onicofagia e da lì ho smesso di torturarle. Certo adesso non saranno le unghie migliori del mondo, ma quanto meno non le mangio più...

    RispondiElimina
  11. sei stata bravissima! ed il tuo post è utilissimo :)

    RispondiElimina
  12. @Il Blog di I. se tu le avessi viste 7 anni e mezzo fa...erano un disastro. Minuscole, brutte, mi facevano le mani tozze. Devo molto a questo trattamento.
    Il semipermanente è diverso, più aggressivo. Calcola che lo si fa ogni 2 settimane o anche meno e che per toglierlo si usa l'acetone puro. Non è una mano santa...io non lo farei, ad esempio.

    @Mary grazie mille!

    RispondiElimina
  13. Nonostante la brutta esperienza con il semipermanente ho voglia di tornare a prendermi cura delle mie unghie. Sono mesi che sto prendendo in seria considerazione di fare la ricostruzione per poi passare al gel, ma la mia paura è soltanto una: l'onicotecnica. Ce ne sono davvero troppe di incompetenti e l'ho pagato a mie spese e non solo (infatti lo stesso pessimo risultato l'hanno ottenuto anche da mia mamma e mia sorella). La mia esperienza mi ha resa diffidente, devo esser sincera, anche se mi sto informando per poi eventualmente procedere. Devo dire che le tue unghie stanno davvero bene! Le mie invece dopo solo una "applicazione" del semipermanente erano inguardabili. Ci hanno messo 6 mesi a guarire :( ho trovato interessantissimo il post, sarebbe bello se continuassi ad aggiornarci sulla situazione "unghie" :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico aggiornamento che posso fare al momento è che sto continuando ad usare giornalmente i prodotti sopra-citati. Può sembrare una rottura di scatole ma il processo non dura mai più di qualche secondo...e secondo me ne vale la pena. Le unghie sono belle dure e resistenti agli urti.

      Mi spiace per la tua brutta esperienza col semipermanente, non è una tecnica che apprezzo e che consiglierei.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...