domenica 10 agosto 2014

Shopping della Domenica - Mac, Yves Rocher, Kiko



Buona domenica pomeriggio!
Un pomeriggio un po' sonnacchioso, almeno qui. Per recuperare un po' del sonno arretrato abbiamo dormito 2 ore. E per ristabilirmi dal torpore, ora che sono quasi completamente sveglia, ho pensato di farvi vedere cosa ho comprato questa mattina.
Giro di shopping classico. Prima tappa Kiko, dove mi sono fiondata sulla nuova Collezione Daring Game, ispirata al gioco d'azzardo. Credo sia stato scritto ovunque e mi ripeto anche io: finalmente una Collezione capace di catturare gli sguardi, con packaging fuori dall'ordinario e un range di prodotti di tutto rispetto. 
Tuttavia per questa prima visita ho deciso di soffermarmi solo sui Matitoni Ombretto, i Color-Up Long Lasting Eyeshadow. Simili ai Long Lasting Stick Eyeshadow della Linea permanente, ma con una texture più dura e compatta, altro non sono che degli ombretti in crema su stick. Bisogna esser veloci se si intende sfumarli perché si fissano molto rapidamente. Li si può usare a tutta palpebra da soli, li si può utilizzare come basi per le polveri, si può tentare di usarli anche per contornare l'occhio quasi fossero degli eye-liner. Non si temperano, basta girare sul fondo per estrarre altro prodotto.
In teoria non necessitano di un primer per starsene al loro posto...in pratica, lo vedremo.
Ho preso quelli che mi piacevano di più, ma non è escluso che torni a prendere qualche altro pezzo, quando e se ce ne sarà la possibilità. 

Molto graziosa la confezione esterna, in cartone bianco con decori in rilievo ed un seme delle carte in prima linea. 


Da sinistra: n°33 Likable Blackberry, n° 11 Charming Champagne,
n°10 Bold Rosy Taupe
Da sinistra: Swatches Daring Game Color Up Long Lasting
Eyeshadow n 33, 11, 10
Il Color Up Long Lasting Eyeshadow n° 10 Bold Rosy Taupe l'ho preso grazie a 10 Ways to Wear Make Up per usarlo, come lei stessa consiglia, sotto Madreperla di Nabla Cosmetics. I due colori si somigliano molto e in un certo qual senso si completano. Userò i due prodotti soprattutto separatamente, ma è indubbio che qualche volta li unirò per vedere che succede.
Il mio preferito è il Color Up Long Lasting Eyeshadow n° 11 Charming Champagne: ha una bellissima luce ed è una di quelle tonalità che possono essere utilizzate anche da sole con un po' di mascara per un look veloce, luminoso e fresco.
Bellissimo anche il  Color Up Long Lasting Eyeshadow n° 33 Likable Blackberry, questo prugna intenso che più degli altri mi fa pensare all'autunno, stagione di competenza della Collezione Daring Game.

Da Kiko ho ripreso anche la Natural Sponge, per sostituire la mia che è prematuramente ammuffita. In tanti anni che la compro è la prima volta che mi succede.


Da Mac avevo bisogno di riacquistare il correttore e l'eyeliner in gel, questa volta nero ( ve l'avevo detto che sto cercando di riprendere ad usarlo no? da affiancare a quelli colorati, che preferisco). Ma soprattutto desideravo acquistare pezzi delle nuove Collezioni che erano già stati fatti fuori. Peccato, si vede che non era destino. Mi sono anche un po' fissata sul Rossetto Violetta. Non l'ho preso perché non so realmente quanto lo indosserei, e penso sia meglio che ci pensi un po' di più. 
Niente correttore. Ho chiesto alla signora in negozio un consiglio per sostituire  il Correttore Pro Longwear di Mac. Continua a piacermi per texture, durata e grado di copertura ma mi secca un po' il contorno occhi. Lei non è stata in grado di segnalarmi un'alternativa valida e alla fine me ne sono uscita solo con i Fluidline Blacktrack ed il famoso Brush Cleanser. In tanti anni che frequento Mac non l'ho mai preso pensando che fosse una spesa inutile: ora finalmente capirò se avevo ragione o meno.

Da Yves Rocher ho riscosso gli omaggi per il mese di agosto e acquistato dei pensierini per due zie lontane che spero di rivedere durante le ferie. Qui non li ho fotografati, ma la confezione è molto carina e spero che entrambe apprezzino.
In omaggio ho ricevuto un Mini Shampoo Doccia al Monoi e un gel per la pulizia delle mani senza acqua.

Ora una piccola digressione. Se non siete interessati, potete fermarvi qui.
Oltre ciò che vedete in foto, ho acquistato anche una tracollina nera in ecopelle da Pull and Bear. L'avevo vista sul profilo Facebook di Maury ed ho capito subito che poteva fare al caso mio, anche e soprattutto perché è semplice, ben fatta e poco costosa. Ne ho bisogno per quando esco di sera e voglio portarmi dietro solo le chiavi di casa, il portafoglio e il cellulare.
L'esperienza in negozio è stata di una freddezza micidiale. Sono entrata e oltre me c'erano solo una madre con una figlia adolescente e due membri dello staff. Ho detto "buongiorno" e nessuno mi ha risposto. Ho preso la tracollina e dopo averla valutata, l'ho portata alla cassa per pagarla. I due, un ragazzo e una ragazza, hanno continuato a parlare di surf senza salutarmi, senza degnarmi di uno sguardo, senza neppure rivolgersi a me per il classico "sono 12,99 €". Semplicemente lei ha preso la tracolla, l'ha imbustata, ha preso i soldi, mi ha dato il resto. Non ha risposto neppure al mio "arrivederci". Insomma, ero lì ma era come se non esistessi. Ci sono rimasta un po' male e senza guardare il contenuto della mia busta l'ho riempita delle altre cose che avevo in mano. Solo una volta a casa mi sono resa conto che mi avevano lasciato sulla borsetta il dispositivo in plastica e metallo per l'anti-taccheggio. Ormai lontana dal negozio, ho dovuto arrangiarmi in casa per toglierlo. Il mio compagno si è armato di pinze e pian piano l'ha ridotto in brandelli, stando attento a non rovinare la merce.
Tutta questa solfa per condividere la mia amarezza. Tanti giovani volenterosi a casa disoccupati e nei negozi troviamo ancora gente che non solo non ti guarda in faccia, ma neppure fa il suo lavoro per intero, così come va fatto. E lo dico da persona che lavora in commercio dal novembre 2007, quasi 7 anni. So quanto sia complicato avere sempre un sorriso per il cliente. So quante energie si debbano spendere per dare sempre il massimo. Proprio perché so di cosa parlo ancora sarei disposta a chiudere un occhio. A fingere che la mia esperienza d'acquisto sia stata piacevole e positiva. Ma no, per una volta concedetemi di essere solo cliente, una come tante, e da cliente/commerciante dico: non si può e non si deve tollerare il menefreghismo di chi sta al di là di un bancone. Per quanto possa essere duro, e alcuni giorni lo è sul serio, sono pagati per farlo.
E' indubbio che non entrerò più nel negozio Pull and Bear del centro commerciale Porta di Roma. Preferisco lasciare i miei soldi a chi si sforza di farmi almeno un sorriso e la merce me la imbusta senza disattenzioni.

31 commenti:

  1. A me le cartoline con gli omaggi Yves Rocher non arrivano piu! :(

    Mi dispiace per l'episodio in negozio: potrei passare sopra l'antitaccheggio, può essere una distrazione ma sopra la maleducazione no. E non perché si è clienti, ma innanzitutto perché si è persone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando è stata l'ultima volta che hai comprato lì? può darsi che non arrivino perché non sei cliente abituale. A me ad esempio quelle di Bottega Verde non arrivano più, proprio perché sono almeno 2 anni che non entro in negozio :D

      Elimina
  2. i matitoni di kiko sono stupendi! :)

    RispondiElimina
  3. Carinissimi i matitoni ombretto! Condivido in pieno il discorso su certi commessi, alcuni non sono proprio tagliati per fare questo lavoro, capisco che avere a che fare con la maleducazione dei clienti non è facile, però spesso anche loro sono tutt'altro che professionali! Anche io avrei fatto come te, cioè non entrare più nel negozio...ti portano a questo alla fine!

    RispondiElimina
  4. Hai scelto dei bellissimi colori di ombretti. :)

    RispondiElimina
  5. Uh, che tristezza l'esperienza in quel negozio, quanto hai ragione :(
    Io andrò in settimana da Kiko a prendere la spugnetta :D e a dare un'occhiata alla collezione, soprattutto i matitoni ombretto.
    Interessantissima la dritta su Madreperla, voglio provarlo su un paio di ombretti in crema che ho già, chissà che non ne esca fuori qualche bella sorpresa!

    RispondiElimina
  6. Il numero 33 di Kiko verra' a casa con me, e non durante i saldi, ma appena vado in negozio! Kiko dovrebbe tipo mettersi a ballare per aver fatto un prodotto cosi' invitante da far capitolare me cosi' :'D!!
    Col brush cleanser (me lo prese un'amica usufruendo di uno sconto) non mi ci trovo molto bene, ma non perche' non sia un prodotto valido. Mi ero fatta l'idea totalmente errata che asciugasse immediatamente e il pennello tornasse subito pronto...non chiedermi perche'! E' solo un normale pulitore, che inzuppa le setole e quindi tanto vale lavarle normalmente. Devo decidermi a metterlo in uno spruzzino ed usarlo cosi' su una velina; pare che i pennelli non si inzuppino e siano pronti prima. In ogni caso, per me e' un po' inutile; spero tu possa trovartici meglio.
    Per l'ultima questione, non sai che rabbia nel leggere. Rabbia per te, e perche' come dici ci sono tante persone a casa, come me appunto. A me, qualche tempo fa, e' capitata una cosa simile; stavo acquistando un set di pentole e ho osato chiedere alla commessa qualche informazione, aspettandomi consigli di prima pulitura o altro. Mi ha trattata letteralmente come una scema, ripetendo a manetta che "sono 3, vede il cartello?", ci mancava aggiungesse "ci si cucina dentro!", con un'aria di sufficienza e sarcasmo che gliele avrei tirate dietro. C'era anche un tipo che spero non fosse il responsabile, perche' al posto suo a vedere trattare cosi' un cliente, l'avrei cacciata all'istante. E io sai quante volte ho portato il cv in quel centro commerciale? Ma non ho esperienza nel settore vendite, e che tu sia educata e gentile non importa a nessuno evidentemente, basteranno cv che lasciano il tempo che trovano e sfacciataggine ai colloqui, bha'...

    RispondiElimina
  7. Ahhh alla fine hai ceduto ai matitoni KIKO :D hai fatto bene! Sono adorabili! ^.^
    Baciii

    RispondiElimina
  8. Che belli i matitoni, prima o poi andrò a vederli con calma in un negozio!
    Capisco la tua reazione per i commessi di Pull and Bear, smettere di chiacchierare quando si serve un cliente mi sembrerebbe il minimo della buona educazione.

    RispondiElimina
  9. Bellissimi i matitoni di Kiko!!!

    RispondiElimina
  10. Adoro il matitone numero 10 della nuova collezione di Kiko, credo proprio che lo acquisterò prestissimo ;-)
    Ti chiedo solo una cosa...ma quei due regalini di YR sono il "regalo a sorpresa" del mese di agosto? Io devo ancora andare a ritirarli....
    Mi spiace davvero per il tuo episodio da Pull&Bear; io ho sempre esperienze simili proprio da Yves Rocher! Le commesse sono maleducate, non mi danno mai campioncini e se dico che no, non voglio comprare l'ennesimo prodotto che mi propinano, allora diventano antipatiche. Io sono una di quelle persone volenterose e gentili, ma senza lavoro fisso, che darebbe il massimo ad avere la loro fortuna...
    Sono senza parole!
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. @Ire B concordo.

    @Scheggia in fondo non è un negozio che frequentavo spesso. Tagliare del tutto non mi costerà neppure fatica.

    @countryrose grazie, in effetti mi piacciono molto.

    @Hermione se farai scoperte interessanti fammi sapere :)

    @Tyta è un pulitore per pennelli qualsiasi, però almeno il boccione vale per il back2Mac :D vederò poi se mi troverò bene o meno. Per quanto riguarda i cv, spero proprio che ti chiamino. Sono sicura che sarebbe nel loro interesse farlo. In bocca al lupo!

    @Arianna sapevo che avrei ceduto appena li hanno mostrati sul sito :D

    @Ilaria ma almeno un saluto, almeno un pizzico di considerazione. Non cercavo altro.

    @Fiorellina vero!

    @Monique no, non è il regalo a sorpresa. Nella mia cartolina c'erano già disegnati questi omaggini qui, non è che li ho ricevuti senza sapere cosa fossero. Mi sa che a te hanno mandato una cartolina diversa. E in bocca al lupo per la tua ricerca di lavoro.

    RispondiElimina
  12. Da Kiko hai preso i tre colori che più mi hanno colpito e che credo sfrutterei di più :D
    da YR dovrei passare anche io, mi sta terminando il detergente per il viso...e devo prendere i regalini :P

    RispondiElimina
  13. Hai acquistato un sacco di cose carine :) Gli omaggi Yves Rocher sono davvero belli e utili, purtroppo a me non arriva più la cartolina ( in negozio mi hanno spiegato che hanno problemi con le poste della mia città, mah!). Per quanto riguarda la tua disavventura...sono senza parole!

    RispondiElimina
  14. I mua di MAC mi hanno sempre descritto il Mineralize come il correttore più idratante del marchio, non te l'hanno consigliato? Io, in ogni caso, non l'ho mai provato.. dunque non so dirtelo con certezza :)

    Sono assolutamente d'accordo con ciò che hai scritto nella tua digressione.. nel supermercato in cui ho lavorato un paio di anni fa non c'era cliente, anche il più scortese, che non ricevesse il mio saluto ed il mio sorriso. Non è che io ora pretenda un sorriso da ogni commerciante/commesso, ma un po' di buona educazione sì.

    RispondiElimina
  15. @Alessandra un buon motivo per tornarci :D

    @Audrey peccato per la cartolina, spero non sia una scusa da parte loro.

    @Francesca me lo ha consigliato ma non potendomi dare un campioncino, non ho voluto comprare a scatola chiusa.

    RispondiElimina
  16. Caspita Dama mi spiace davvero tanto per il comportamento dei commessi del negozio Pull and Bear. Sono pienamente d'accordo con te su tutto quello che hai detto, le persone che lavorano in un negozio o in qualsiasi altra attività a contatto col pubblico deve avere un certo tipo di comportamento con la clientela. Anche io tante volte vedo commessi maleducati, che rispondono male o altro e mi incavolo come una bestia. Posso capire che sia difficile sempre avere il sorriso sulle labbra e che a tutti può capitare l giornata no, però a tutto c'è un limite. Anche io come te non ci metterei più piede...poi insomma dimenticarsi dell'antitaccheggio ( non ha suonato nessun allarme?) -_-. Sono contenta però che almeno la tracollina ti piaccia :)

    RispondiElimina
  17. Belli quei matitoni di kiko, peccato che io i prodotti kiko li evito come la peste perchè mi causano allergia :(

    RispondiElimina
  18. Peccato per la brutta esperienza, a me è capitato in un negozio Kiko (Piazza Castello a Torino) un annetto buono fa e da allora mi rifiuto di entrarci, sono stati davvero molto maleducati:

    RispondiElimina
  19. sono riuscita a leggere solo ora il post, allora prima di tutto adoro i tuoi acquisti! Devo ammettere di non aver minimamente guardato la collezione Kiko ma dopo la tua foto su instagram mi hai incuriosita e almeno il 33 vorrei prenderlo, è stupendo sia da solo che con madreperla! Riguardo l'esperienza nel negozio ti capisco bene e condivido il tuo pensiero. A me questi comportamenti fanno venire il nervoso, anni fa mi successe di peggio da Sephora, una commessa sgarbata e maleducata nonostante avessimo speso fior di soldi. E io ho scritto al servizio clienti per lamentarmi della cosa. Perché io sono una cliente educata e merito rispetto, ognuno ha i suoi problemi ma purtroppo non devono interferire con il lavoro. Beh la volta successiva la commessa non c'era più e non l'ho mai più rivista, non so se sia stato un caso. Ma fossi in te scriverei al servizio clienti per esporre il fatto, magari non faranno nulla ma potrebbero anche far loro una bella e meritata lavata di capo. Un bacione ^_^

    RispondiElimina
  20. Ho visto il trucco con l'eyeliner su Instagram, ammetto che, nonostante mi piacciano quelli colorati, l'eyeliner nero è un passo avanti secondo me.
    Non ho ancora visto la nuova collezione di kiko, ma adoro il packaging, soprattutto dei prodotti in polvere. Credo che cederò quando sarò davanti allo stand.
    Condivido il disappunto per l'esperienza da Pull&Bear. Io quando entro in un negozio, saluto con educazione, e non ricevo risposta, esco senza nemmeno guardarmi intorno.

    RispondiElimina
  21. @Maury si, la tracollina mi piace molto ed è proprio come la cercavo. Grazie per aver caricato quella foto, l'altro giorno.

    @Autilia che peccato!

    @Frivolezze non stento a crederlo.

    @Dony la foto che hai visto tu era 33+Cattleya. Madreperla l'ho usato sul n°10 e sebbene si veda un po' di più, alla fine preferisco l'ombretto da solo.
    Per il resto...ci ho pensato seriamente, ma alla fine ho deciso di non farlo. Nonostante tutto non voglio recar loro fastidi o problemi.

    @Miki io ci sto tornando solo ora, pian piano. Gli eyeliner colorati sono ancora i miei preferiti :)

    RispondiElimina
  22. complimenti per gli acquisti :D ma lo sai che è successo anche a me una volta con la konjac? chissà da cosa dipende...

    RispondiElimina
  23. Il matitone 33 è uno spettacolo, appena ripasso da Kiko è possibile che cada nella borsa per gli acquisti per puro caso! :D
    RIguardo al rapporto cliente/commesso quello che ti è capitato è spiacevole e lo vedo accadere spesso :( E' vero che lavorare al pubblico è stressante (e pure io ci lavoro) però è il nostro lavoro e va fatto bene.

    RispondiElimina
  24. @Mary luoghi poco areati...o qualche volta non l'abbiamo strizzata bene prima di metterla ad asciugare.

    @Darkness concordo. Il lavoro è lavoro, c'è poco da inventarsi.

    RispondiElimina
  25. Mi spiace per quello che ti è successo da Pull and Bear, purtroppo spesso ci sono persone maleducate e che ignorano i clienti, come se non esistessero. E' successo anche a me :(
    In ogni caso, i matitoni ombretti della nuova collezione Kiko, attraggono anche a me, quel vinaccia è stupendo *.*

    RispondiElimina
  26. Visto che ne avevi già parlato immaginavo fossi stata in quel punto vendita, io ci sono stata proprio oggi a prendere una magliettina da regalare. In effetti il ragazzo alla cassa non mi ha rivolto troppe attenzioni, mi ha comunicato il prezzo (sono quasi sicura che abbia risposto al mio saluto). Non ho notato scortesia, quello no, però di certo non ho trovato sorrisi e saluti cortesi, ma onestamente non me li aspettavo neanche quindi non ci ho fatto troppo caso.
    Non mi stancherò mai di ripeterlo, questo è il problema che attanaglia una buona parte dei negozi che non sono di proprietà, per alcuni dei loro dipendenti conta solo lo stipendio a fine mese. Non li biasimo visto che sicuramente, se si comportano così, è perché nessuno li segue. Se lasci il personale allo sbaraglio può succedere. Ma tu ne sai sicuramente più di me.
    Vorrei far notare che non sto facendo di tutta l'erba un fascio, ma i negozi, come tutte le aziende e i luoghi di lavoro, spesso presentano questi problemi, e altrettanto spesso i responsabili non sono soltanto le persone a contatto con la gente.
    Tornando ai tuoi acquisti, il matitone che hai preso per abbinare a Madreperla è proprio quello che oggi mi faceva l'occhiolino, ma alla fine non l'ho preso...
    Inoltre mi colpisce il fatto che tu sia in fissa col rossetto Violetta, perché lo sono anch'io da qualche settimana a questa parte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' probabile che i commessi si alternino e non siano sempre gli stessi, magari non abbiamo avuto a che fare con le stesse persone, non so.
      Però è vero che non dovrebbero essere lasciati così a se stessi. Se questi sono i risultati, una presenza più massiccia sarebbe auspicabile.

      PS= Il matitone simile a Madreperla al momento è quello che mi piace meno, mentre sono molto soddisfatta riguardo gli altri 2 che ho preso.
      E si, Violetta mi tenta ancora moltissimo, ma non so quanto effettivamente lo userei...

      Elimina
  27. è bruttissimo leggere episodi di commessi che ignorano i clienti, che non sanno fornire spiegazioni o che si dimostrano incompetenti... tra queste cose non so cosa sia peggio, ma probabilmente la prima, perchè non essere minimamente considerati è molto triste secondo me... e pensare che ci sono tanti ragazzi che sarebbero in grado di relazionarsi con la clientela ma che magari non riescono a trovare un'occupazione... :( conosco quel centro commerciale e sono stata anch'io in quel negozio... non presi niente e in realtà non feci neanche il mio solito giro di perlustrazione... forse c'era troppa gente, forse era troppo confusionario... sinceramente è passato un po' di tempo quindi non ricordo il motivo...

    passando agli acquisti che hai fatto, hai scelto delle colorazioni molto interessanti!!! io non ho ancora visto dal vivo la nuova collezione di kiko... l'ultima volta che sono entrata da kiko avevo 10 euro precisi con me e dovevo prendere un'altra cosa, quindi ho proprio evitato di guardarla!!! XD

    non mi piace il sistema delle cartoline di yves rocher... pensa che a giugno ho fatto un acquisto in questo negozio spendendo una cifra abbastanza alta, quasi 40 euro, tra pensierini e cose per me... mi hanno mandato dopo pochi giorni la cartolina per luglio, mese in cui non ho avuto modo di recarmi in negozio... non mi serviva niente, avevo già preso tutto quello che volevo il mese precedente... poi luglio è un mese un po' particolare per via delle vacanze... insomma, il succo del discorso è che non mi hanno mandato né la cartolina di agosto né quella di settembre (e pensare che c'era l'agendina, sob)... ci sono rimasta male, perchè avendo speso quella cifra mi aspettavo di ricevere comunque la cartolina... e invece niente... mi hanno però mandato quella di ottobre perchè tra un po' è il mio compleanno... almeno quella!!! XD insomma, ho capito che per avere cartoline devi andare in negozio almeno una volta al mese... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apprezzo la tua capacità di entrare in un negozio, prendere solo quello che ti serve ed uscire :D a volte capita anche a me, dipende dalla predisposizione d'animo con la quale entro.

      Sulle cartoline è possibile che tu abbia ragione. Io compro sempre poco, al massimo spendo 10 € al mese, non di più. Ed effettivamente le cartoline mi arrivano puntuali. Però ricordo anche di aver saltato 1 o 2 mesi e quelle successive mi sono arrivate lo stesso...boh, chi ci capisce è bravo.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...