sabato 24 maggio 2014

La Domanda della Settimana


Buongiorno e buon sabato!
Vi scrivo in un momento di euforia. Dopo quasi 1 anno in questa casa siamo riusciti ad acquistare il divano-letto per la stanza arancione, quella praticamente vuota dove al momento tengo gli attrezzi per fare ginnastica al mattino. Sono felice perché abbiamo rimandato a lungo e alla fine nell'arco di una settimana eccolo qui. Ora mio fratello potrà dormire comodo quando verrà a trovarmi :)

Perdonate la parentesi personale che probabilmente non interessa a nessuno e passiamo alla Nuova Domanda della Settimana.
Oggi mi piacerebbe discutere con voi di solari. Come ogni anno all'inizio della bella stagione, sento il bisogno di fare il punto della situazione in merito. Vorrei sapere quali pensate di acquistare, se vi rivolgerete ai filtri fisici o chimici, quando ne sapete di fotostabilità e così via.
Aspettando i vostri commenti, vi auguro un meraviglioso week end. 

E se avete dei Quesiti da postare qui, fatemeli avere via mail. Sarò felice di ospitare le vostre domande in questo spazio.


Quali solari pensi di acquistare quest'anno?
Ti fidi di più di filtri fisici o chimici?
Quanto ne sai di fotostabilità?
Quali sono i parametri secondo i quali
scegliere un buon solare per te e la tua famiglia?
Che fattore di protezione scegli?

24 commenti:

  1. Io l'anno scorso mi sono trovata benissimo con gli hawaiian tropic.. per quanto riguarda l'spf dopo anni di sperimentazione ho capito che per la mia pelle va bene bassa.. inizio con la 6.. si arrossa ovviamente ma non mi brucio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già il fatto di arrossarti però la dice lunga sul fatto che probabilmente è un po' troppo bassa. Anche se hai la pelle scura, io arriverei almeno ad un 10.

      Elimina
  2. Lasciamo perdere, io ormai ho capito che qualunque solare utilizzi, anche con maglietta, cappello e ombrellone mi ustiono come un gambero ç_ç

    RispondiElimina
  3. Diciamo che non faccio caso alle marche, di solito bilboa o hawaiian tropic e ho sempre usato quelli chimici. Per il primo sole uso una 15, avendo la pelle olivastra non mi scotto o arrosso mai! Ma meglio stare tranquilli per i primi giorni con una più forte, poi uso la 10 fino a fine estate! :)

    RispondiElimina
  4. @Foffy sei chiara chiara :) che tenera.

    @Lebeautyrecensioni che fortunella a non ustionarti mai!! io ho preso certe insolazioni ed ustioni da bambina che probabilmente ne risentirò finché campo :(

    RispondiElimina
  5. Premesso che ciò che dici interessa sempre, soprattutto se racconti di essere felice :), ti dico che ai solari presto molta attenzione.
    Da quando ho iniziato a sentir parlare di fotostabilità, di filtri pericolosi perchè capaci di accumularsi nell'organismo e via dicendo, ammetto di aver vissuto davvero con la paura.
    Per fortuna o per disgrazia, alle volte non riesco ad andare al mare nemmeno una volta, così evitavo di comprarne e basta. Per la città ho sempre pensato fosse di troppo la protezione, e che fosse anche controproducente proteggere troppo il corpo; inoltre mi dicevo che era sicuramente meglio prendere un pò di sole che mettersi addosso sostanze che avessero possibilità di essere pericolose.
    Avvicinarmi al bio mi ha aiutata a superare un pò la paura perchè informandomi, ho trovato un modo per capire se una crema potesse essere più o meno sicura, e stò riuscendo a venir fuori da quella parentesi di paura (non esagero parlando così, lo sottolineo). Ed aggiungo che per farmi stare sicura, mi serve avere info sul filtro; se poi ci sono siliconi o altro, per me è di secondo piano (l'attenzione al bio mi aiutata proprio ad informarmi, ecco, non a prediligere per forza una cosa o un'altra).
    Riguardo il grado di protezione, nonostante tutto, penso che meno della 50 siano un pò..non dico inutile, ma quasi. Per la serie che se devo spalmarmi addosso qualcosa, voglio che davvero mi protegga. Non ho la pelle chiarissima e se non vado al mare (dove l'irraggiamento è maggiore) non ho nessun problema e mi abbronzo con facilità, ma nonostante ciò non ho mai indossato meno della 50. Penso che si debba pensare ben oltre alla scottatura, ed anche all'invecchiamento; credo che il motivo principale del mettere la protezione sia proteggersi appunto dall'insorgere di malattie della pelle, dai tumori. E pensando a questo non ritengo affidabili i fattori bassi, anche senza una pelle diafana.
    Quest'anno ho deciso di iniziare ad usare una protezione per il viso, perchè sono soggetta a macchie. Da non mettere tutti i giorni indiscriminatamente, ma quando so di essere esposta a lungo. Ho scelto la 50+ di Bioearth.
    Scusa il discorso abbastanza contraddittorio, ma in poche parole per me: quando ci si espone seriamente, usare protezione alta. Altrimenti, se ci si espone per poco e con irraggiamento basso, evitare. Poi che ognuno decida in base alla propria pelle, naturalmente ;).

    RispondiElimina
  6. Ti leggo spesso ma non mi era mai capitato di commentare. Questa volta però leggendo i commenti mi sono accorta che purtroppo c'è troppa leggerezza nell'affrontare l'esposizione al sole. Premetto di non essere una dermatologa, ma sono biologa e ho avuto modo di approfondire la questione. Anche semplici rossori Marina sono sintomo di fotodanneggiamento, e la protezione pari a 6 è cmq insufficiente anche per un alto fototipo. Sul viso poi andrebbe applicata un'alta protezione (personalmente non scendo mai sotto 50+) e tenuto possibilmente all'ombra. Certo, magari una passeggiata o una nuotata non rovineranno la pelle ma sul lettino il volto e il decolleté vanno coperti. È inutile spendere soldi per creme o contorno occhi effetto lifting, anti macchie etc se poi per due mesi lasciate cuocere la pelle del viso (la più sottile del corpo) al sole. Ho omesso le complicazioni della salute perché questo è un blog di bellezza. Se a 40/50 non volete ritrovarvi patacche nere sulla fronte e la pelle raggrinzita, PREVENITE!

    RispondiElimina
  7. Ciao Dama! Sono contenta che tu abbia trovato il divano-letto!
    Grazie per questa domanda della settimana, mi interessa sapere le opinioni delle ragazze dato che di solari ne capisco davvero poco.
    Io metto sempre una protezione media, più alta se vado in Sicilia. Grazie al cielo ultimamente non ho avuto grossi problemi, solo l'anno scorso mi sono un po' bruciacchiata perché ho sopravvalutato l'ombrellone (era troppo fine)! In realtà io non amo particolarmente stare al sole, mi piace essere un po' abbronzata ma al sole soffro e dato che dopo le vacanze l'abbronzatura mi si mantiene per pochissimo tempo, preferisco non sacrificarmi troppo.
    Quali sono i prodotti che usi tu? hai qualche consiglio su come scegliere i solari?

    RispondiElimina
  8. Non ne so nulla di solari, lo confesso. Ho sempre usato in comune quelli che comprava mia mamma. Quest'anno ne ho alcuni da finire e poiché mi scotto facilmente, uso sempre 30/50 sia per il viso che per il corpo. Quando ero piccola diventavo nera, oggi invece non sopporto stare sull'asciugamano come una lucertola sotto il sole, dopo cinque minuti mi infastidisce...per cui l'unica abbronzatura che ho è quella presa mentre sto in acqua =)

    RispondiElimina
  9. Uso la 50 sul viso come iniziano le prime giornate primaverili. Al mare poi sto all'ombra con cappello ed evito un'esposizione diretta al sole. Sul corpo 30 sempre, mi abbronzo comunque senza diventare rossa... Non è possibile pensare di non usare la protezione, diventerei un gamberetto!

    RispondiElimina
  10. @Tyta grazie, mi fai sentire meno sciocca per aver esternato un momento di gioia esulando dal tema del post. Per il resto, concordo con te. La mia paura non è solo per quel che concerne invecchiamento, scottature e rughe...ma anche e soprattutto per la questione tumori. Anni fa presi un'insolazione tremenda e ho sempre paura che possa portarmi strascichi violenti. Queste son cose che si scoprono a lungo termine e anche da bambina mi sono scottata sempre. Purtroppo mia madre non è stata molto attenta al fattore di protezione e io che ero la più bianca della famiglia ho subito questa leggerezza più di tutti. Ora so di dover fare bene per il presente ed il futuro, anche se ogni anno mi si prende in giro perché dicono "che con una crema 30-50 non mi abbronzerò mai". E io dico: ma chissene frega. Devo pensare alla salute, non alla tintarella.

    @Anonimo ti ringrazio molto per il tuo intervento :) mi spiace che tu non abbia inserito un nickname così da poterti ringraziare in modo più appropriato.
    Sono d'accordo con te. Ai danni che il sole provoca sembrano pensarci in pochi, soprattutto perché nel breve termine si pensa più all'effetto "abbellente" del sole sulla pelle che non ai problemi che può recare.

    @Dahlia nei due anni precedenti ho utilizzato delle creme Lancaster. Per il viso 50 e per il corpo 30. Mi sono trovata bene anche con Ambre Solaire, qualche tempo prima. Oggi come oggi mi affiderei a Bioearth (che penso abbia formulato i migliori solari sul mercato, a livello di inci e tipo di filtri) oppure ad Anthelios di La Roche Posay.

    @Scheggia se il solare è dello scorso anno buttalo, anche se ti scoccia perché magari ce n'è ancora parecchio nella confezione. I filtri solari difficilmente resistono intatti così a lungo.

    @Pinnù io una volta l'ho fatto per una serie di circostanze che non sto ad elencare ed è stato terribile. Febbre nei giorni successivi, una ruga in più sul contorno occhi, pelle addoloratissima. Ed ho paura per i danni che questo può aver provocato o che provocherà nel futuro. Speriamo bene! ma bisogna proteggersi sempre quando si è al mare.

    RispondiElimina
  11. Confesso di non essere informata sui tipi di filtri. Uso invece almeno una protezione 50, sia perché sono molto chiara sia per la prevenzione dei tumori. Inoltre non amo espormi direttamente al sole, quindi sto sotto l'ombrellone. Vorrei precisare che non è vero che con le protezioni alte ci si abbronza di meno, lo sento dire spesso ma è falso. Quest'anno ho comprato una crema+latte doposole della Vichy. Buon sole a tutte ;)

    P.s.: sono contenta per il divano letto :)

    RispondiElimina
  12. Sara sono contenta per te, per la questione del divano-letto :D
    Comunque sia io di filtri solari non ne capisco molto, più che altro perché non mi sono mai documentata sull'argomento. Io sono fortunata perché in estate mi abbronzo facilmente ed in famiglia quindi alterniamo la protezione 50 (inizialmente per la prima settimana di vacanza), con la protezione 30 che mi ritrovo ad applicare più volte quando sono in spiaggia.
    Per me la protezione è importante, e da un anno ormai uso sempre quella dell'Equilibra all'aloe. Mi ci trovo troppo bene e non l'abbandonerò :)

    RispondiElimina
  13. @Ilaria grazie :) ci sono spaparanzata proprio ora. E non mi sembra vero! Si, concordo sul fatto che non sia vero. Ci si abbronza, ma in modo più sano e protetto.

    @Simona grazie :) io quella dell'Equilibra non l'ho mai provata. Ne ho sentito parlar spesso però.

    RispondiElimina
  14. Sono l'anonimo della ramanzina e ti ringrazio per le parole di apprezzamento :) ho notato ora con piacere che in realtà non siete in poche a preoccuparvi x la vostra salute. Due anni fa andai da un dermatologo a settembre insieme a mia sorella che era iperabbronzata e con le tipiche desquamazioni da frequenti insolazione mentre io ero bianco-mozzarella. Lui mi strinse la mano e mi predisse una vecchiaia (ho vent'anni) con una pelle di porcellana, e probabilmente un tumore in meno di cui preoccuparmi. Che poi la vitamina D si assorbe anche solo con il sole che prendiamo andando a prendere la macchina al parcheggio. quindi fanciulle, non vale la pena rovinarsi il corpo e la salute x avere x un mesetto il volto colorito. La terra in polvere l'hanno inventata apposta ;)

    ps grazie per i tuoi post dettagliatissimi e curati...mi hai fatto scoprire il mondo dell'eco bio in cosmesi e te ne sarò sempre grata!!

    RispondiElimina
  15. Come già sai con la piccola Fr@ abbiamo toccato con mano il problema creme solari, dopo una settimana di crema all'ossido di zinco si è risolto tutto e ieri alla sua lezione di volteggio cosparsa di Anthelios +50 non le è salito nemmeno un rossore.
    Io da "giovane" ci provavo a stare al sole, ma sempre con protezioni 20, adesso rimango sempre sul venti oppure uso la 50 di Fr@ e non mi stendo più al sole perchè non lo sopporto più, andando in giro in bici o camminate montane naturalmente mi proteggo sempre e negli ultimi anni presto anche attentzione ad avere cosmetici e creme quotidiane con filtri (questo grazie a te).

    Non conosco le differenze di filtri, so solo che bisogno proteggersi e non conservare le creme da un anno all'altro

    RispondiElimina
  16. Ho la pelle chiarissima e non ti dico quante ustioni mi sono presa da piccola pur proteggendomi con un fattore di protezione molto alto sia sul viso che sul corpo (50+). Da qualche hanno ho scelto un fattore di protezione più basso andando (20 o 15) ma mi espongo pochissimo al sole, evito le ore in cui il sole è fortissimo e spalmo la crema molto spesso. Purtroppo io devo usarla anche in città se non voglio diventare rossa come un peperone. Ho sempre acquistato i solari in farmacia, ma utilizzandoli da sola non riuscivo mai a terminarli e l'anno successivo ero costretta a gettarli, motivo per il quale ho deciso di non spendere più grandi somme e acquistare brand come Bilboa e simili. Per il viso ho appena comprato una crema della Nivea con fattore di protezione 20. Per il corpo sto utilizzando dei campioncini della Hawaiian Tropic ma presto finiranno e dovrò decidere cosa comprare. In questo periodo dopo la doccia utilizzo sempre creme doposole calmanti e nutrienti.

    RispondiElimina
  17. Ho un po' di dubbi quest'anno sui solari e mi trovi ancora un po' confusa...

    RispondiElimina
  18. sono contenta che tu abbia trovato un divano letto!!! ^.^ e una stanza arancione non può che essere bellissima!!! ;)

    partiamo da un presupposto... non andrò al mare... quindi niente solari per me... l'anno scorso, dopo 4 anni che non ci andavo, ci sono andata e ho usato il fattore di protezione 50 per il viso e 30 per il corpo... quest'anno però niente solari perché non andrò in spiaggia... non mi piace stare in costume, ecco... però una protezione per il viso non manca mai... cerco sempre nel periodo estivo una crema con spf, il problema è trovarla!!!! ;)

    RispondiElimina
  19. @Serena che bello che tu sia tornata a commentare inserendo il tuo nome :) Ti ringrazio per averlo fatto. Si, qui non siamo poche a preoccuparcene ma è anche un mondo un po' ovattato il nostro. Ci occupiamo di bellezza quotidianamente per cui acquisiamo una maggiore consapevolezza su certi temi rispetto alla media. Io vivo da 11 mesi in un luogo di mare. Già da 1 mese la gente non fa altro che attendere dei momenti liberi per correre in spiaggia ed abbronzarsi. Mi piacerebbe sapere quante di queste persone (che ovviamente criticano il mio colorito chiaro) proteggono adeguatamente la propria pelle.
    E per i ringraziamenti ai miei post, sono io che ringrazio te per aver avuto la pazienza e la voglia di leggerli :) mi fa molto piacere che qualcuno di essi ti sia stato particolarmente utile.

    @Agrimonia fai benissimo a gettar via le creme dopo un anno dall'apertura. I filtri possono danneggiarsi irrimediabilmente e indossare una crema "vecchia" equivarrebbe a non proteggersi affatto o a farlo male. Mi spiace per la piccola Fra ma sono contenta che abbiate risolto, oltretutto con un prodotto valido come una pasta all'ossido di zinco :) anche io ne ho sempre una a casa.

    @Audrey fai bene a proteggerti. Con il tuo tipo di pelle è imprescindibile.

    @Habanero tranquilla, c'è ancora tempo :) a meno che tu non vada al mare già a giugno.

    @Serena S. grazie :) si, mi piace personalizzare le stanze con dei colori. Le pareti qui sono tutte uguali ma con gli accessori mi piace giocare.
    Hai ragione sul fatto che è difficile trovare creme viso "da città" con filtro solare che non siano un pastone assurdo e che non facciano sudare la pelle. Io convivo con questo problema ogni anno.

    RispondiElimina
  20. Io non mi abbronzo mai al sole, anni fa anche dopo un mese di mare prendevo un lieve color biscotto. Non ho mai capito che fototipo sono perché la mia pelle non è chiarissima, però mi scotto e nonostante la protezione sento proprio dolore a fine giornata. L'ultima volta in cui mi sono esposta al sole mi sono ritrovata con decine e decine di macchioline scure dal decoltè in giù e non mi sono mai più esposta. Ora uso la protezione solare anche in città, per evitare ulteriori macchie sul viso.
    L'anno scorso ho comprato la crema solare di Avene, quest'anno mi rivolgerò alla linea Anthelios di La Roche Posay. Preferisco i filtro chimici, con quelli fisici mi sono scottata ancora di più nonostante fossero ad alta protezione (riapplicavo il solare ogni due ore, ma non è bastato) :(
    In genere scelgo la protezione 30 per il viso e 50 per il corpo e li uso per tutto il periodo estivo.

    RispondiElimina
  21. Ciao Dama, questa è la primissima volta che commento anche se ti leggo sempre:).
    Io per colpa di anni senza protezioni adeguata e di giornate in piscina cosparsa solo di Nivea (idiozie da 15enne) mi ritrovo a 30 anni ad avere la pelle del viso suuuuuuuper sensibile a qualsiasi cosa, persino all'acqua calda!!
    L'allergia ai petrolati and co e la pelle chiara danno il loro contributo, ma di sicuro le scottature mi hanno sensibilizzato moltissimo...
    Tutto questo papiro per dire che da quando ho 23 anni inizio con la 50 e scendo poi alla 30, che uso anche per il corpo...amo il sole e il mare, ma detesto fare la lucertola, mi annoia da morire...!
    Aggiungo anche che, anche se sono bianchina, non ho neanche una ruga e dimostro meno dell'età che ho...evviva la protezione (e la skincare ecobio) direi!! XD
    PS: complimenti per il blog e per il divano nuovo :D

    RispondiElimina
  22. @Daniela probabilmente abbiamo un colorito molto simile. E anche guardandoti in foto, direi che ci siamo. Anche io non ho la pelle diafana ma è comunque chiara e se non mi proteggo adeguatamente mi scotto con estrema facilità.

    @MsRomeomiao ciao, sono felice che tu abbia rotto gli indugi con un commento :) sono molto felice di conoscerti e poterti ringraziare per leggermi sempre.
    Mi spiace per la tua pelle ipersensibile, immagino che sia una bella rogna :( anche io non amo fare la lucertola, ma ad esempio mi piace stare in balcone col sole in faccia a leggere. Lo amo più che stare in spiaggia. Un abbraccio, grazie per i complimenti, spero davvero di rileggerti ancora.

    RispondiElimina
  23. Allora... mai stata fissata con l'abbronzatura, stare ferma a prendere il sole mi snerva, preferisco stare all'ombra anche se non mi è mai dispiaciuto prendere un minimo di colorito: insomma, mi sono sempre protetta e un minimo di abbronzatura l'ho sempre ottenuto.
    Negli ultimi anni andare al mare non mi diverte più (per svariate ragioni), ma compro comunque il solare da usare quando mi capita di andarci (e ovviamente butto quello dell'anno scorso).
    Uso solari che coniugano filtri fisici e chimici (perché dei soli fisici non mi fido).
    Mi sono informata sulla fotostabilità (di cui ho appreso grazie ai beauty blog, prima non ne sapevo niente) ed evito i filtri instabili.
    In pratica faccio così: individuo il solare che può fare al caso mio, poi controllo in rete l'inci e verifico la fotostabilità. E' un procedimento un po' impegnativo, ma preferisco perderci un po' di tempo e andare sul sicuro, sulla protezione solare non si scherza.
    Evito a prescindere i solari che contengono il più famoso filtro chimico che si accumula nell'organismo ed è pure instabile (a memoria non ricordo il nome, ma se lo leggo nell'inci lo riconosco).
    Uso la protezione 30.
    W il divano nuovo! :D

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...