mercoledì 6 febbraio 2013

Pennelli da Trucco - I miei preferiti

Alcuni giorni fa Agrimonia mi chiese tra i commenti di scrivere un post sui pennelli: dove trovarli, quali acquistare, il modo d'uso e così via. Inizialmente le ho fatto sapere di avermi sopravvalutato: io non scrivo guide né manuali perché non ho la presunzione di poter insegnare alcunché a chi mi legge. Lo spirito del mio blog è quello di semplice e pura condivisione di esperienze. Io non sono qualcuno in più rispetto a chi segue le mie pagine. Io so di essere una di voi. Una ragazza appassionata di cosmetici che ne compra e ne prova molti e che non avendo amiche altrettanto interessate all'argomento, non conosce altro sfogo che quello di scrivere sinceramente le proprie opinioni in questo spazio.
Le ho dunque detto che, se per lei andava bene comunque, avrei scritto un post nel quale avrei semplicemente riassunto i pennelli da trucco che uso quotidianamente e con i quali mi trovo meglio, magari citando la zona d'applicazione ed il metodo d'utilizzo. Lei si è detta d'accordo ed eccomi dunque a scrivere questo post nel quale mostrerò non la totalità dei miei pennelli, ma solo quelli che uso di più. Ce ne sono alcuni che giacciono inerti in un cassetto perché non li trovo adatti alle mie esigenze e sarebbe inutile, ai fini di quest post, citarli. Lungi da me il pensiero di avere i migliori pennelli del mondo. Non solo non li possiedo, ma neanche li ho mai voluti. Io non sono una make up artist e non trucco altri se non me stessa. Per dilettarmi un po' con i colori non ho bisogno di spendere cifre astronomiche e preferisco arrangiarmi con ciò che possiedo. Ci sono invece pennelli che vorrei acquistare e che, al momento opportuno, comprerò. In mancanza, sopperisco con ciò che ho già comprato e collaudato col tempo. Voglio però far presente che non è davvero necessario avere una sfilza di pennelli. Se ne possono avere pochissimi e saper fare ottimi make up, così come si può avere la migliore collezione al mondo e non saper sfumare due colori tra di loro. Lo strumento che si usa è importante ma non fondamentale. Io per lungo tempo non ho avuto un pennello da sfumatura ed ho usato a tale scopo quello comune per l'ombretto e le sfumature venivano bene comunque. Non perfette, però si può fare.
Ora mi manca un buon pennello per il contouring. Poco male, ne uso un altro e mi ingegno con quello. Bisogna saper sfruttare al massimo ciò che si ha: questa è davvero l'unico consiglio che posso dare a chi leggerà queste mie righe.
Termino qui la mia prolissa e noiosa premessa. Spero che Agrimonia ne sarà contenta e che questo articolo sia d'aiuto o indicazione anche ad altre ragazze che passeranno di qui.

PENNELLI PER FONDOTINTA:



- Kabuki Neve Cosmetics. Lo possiedo da quando aprì il sito web (quindi qualche anno) e durante questo periodo non ha perso un pelo e si è mantenuto sempre morbido. Non ha neanche cambiato forma né colore. In setole sintetiche, lo utilizzo per applicare il fondotinta minerale o quello compatto in polvere. La stesura è piuttosto omogenea e la morbidezza del pennello è una coccola per il viso. € 11,90
- Bunnybuki Neve Cosmetics. E' con me dalla fine del 2011. L'ho acquistato perché avevo difficoltà a far asciugare il primo e così li alterno. Una settimana ciascuno e poi bagnetto. Inizialmente ha perso parecchi peli, tanto da dover ritenere che il mio fosse difettoso. Dopo un mese ha smesso di perderli ed ora si comporta egregiamente. Anche questo pennello lo utilizzo per i fondotinta in polvere. Dona una copertura più fitta. € 11,90. Al momento non è disponibile sul sito Neve.
- KUBObeauty - Pennello SV 301. In setole nere sintetiche, lo utilizzo per stendere in modo uniforme il fondotinta liquido. Applico un po' di prodotto direttamente sul viso, poi lo stendo con l'aiuto del pennello. Si comporta davvero bene ed essendo piccolo e maneggevole raggiunge anche zone più ostiche come i lati del naso. In mancanza d'altro, lo si può usare anche per applicare il correttore sulle occhiaie. L'unica accortezza è quella di doverlo lavare dopo ogni utilizzo, sia per una questione igienica, sia perché tende ad accumulare un po' di prodotto e qualora lo si facesse seccare sarebbe poi davvero complicato lavarlo via del tutto.
Al momento non lo trovo sul sito e non ne ricordo il prezzo.
- Le mani. Ebbene si. In mancanza di pennelli, le mani sono un ottimo strumento per applicare il fondotinta liquido, stendendolo come se fosse una semplice crema. Lo stesso vale per le classiche spugnette bianche da fondotinta che si trovano ovunque. Io le inumidisco leggermente e poi procedo con la stesura del fondotinta, partendo dal centro del viso e poi raggiungendo tutte le aree preposte. Poiché tendono ad assorbire prodotto, è buona norma lavarle bene con il sapone dopo ogni utilizzo.

PENNELLI PER BLUSH:





- KUBObeauty - Pennello SV 304. In setole nere sintetiche, non ha mai stinto. Perde raramente peli. Morbidissimo, applica il fard in modo uniforme e preciso. Da quando è con me, raramente ne uso altri al suo posto. E' il mio preferito per applicare il blush. € 24,50
Essence - Blush Brush. Piccolo, maneggevole ed economico, può essere facilmente trasportato in borsetta per i ritocchi fuori casa. Io lo uso, solitamente, proprio in questo modo. A casa lo adotto solo quando l'altro è ad asciugare, ma se sono fuori casa generalmente porto lui. € 3,49

PENNELLI PER CONTOURING:



Come scrivevo poc'anzi, non ho pennelli specifici per il contouring, fondamentalmente perché solo da pochi mesi mi sono resa conto di quanto giovi al mio viso questa pratica. Il mio è un contouring sempre molto leggero e superficiale, che parte dalla zona alta della fronte per poi terminare dopo lo zigomo.
A tale scopo al momento utilizzo un pennello di Neve Cosmetics che era contenuto all'interno del Set Basic di Pennelli che acquistai quando il sito aprì, diversi anni fa.
Per quello che devo fare basta e avanza, ma chiaramente quando avrò la possibilità di acquistare qualcosa di più specifico, sarò felice di rimpiazzarlo per risultati più precisi.


In sostituzione del primo, uso il Blush di Brush di Essence, regalo molto gradito di Chic Inside. E' in setole artificiali, dipinte di rosa e di nero. Ciononostante, non ha mai stinto durante i lavaggi. E' leggero e maneggevole. Non ha setole molto fitte ed è lievemente angolato. Lo uso con piacere ed è anche dotato di un astuccino in plastica per riporlo durante gli spostamenti. € 3,49

PENNELLI LABBRA:



Raramente uso il pennello per applicare il rossetto, sebbene sia il modo migliore per eseguire un trucco perfetto delle labbra. Soprattutto con i colori scuri, esso si dimostra davvero utile.
- KUBObeauty - Pennello SP 031. E' piccolo e morbido. Si asciuga rapidamente, ma necessita di un lavaggio accurato perché alcuni rossetti tendono a risultare scivolosi sulle setole al momento del bagnetto. Usando l'estremità sfumo la matita labbra sul contorno. Usandolo di piatto applico il rossetto. L'ho usato spesso anche per applicare l'eyeliner in gel (sempre per la teoria che è bene utilizzare anche in modi diversi ciò che si possiede). € 13,50

PENNELLI DA EYELINER:



- Quello di destra era anch'esso contenuto nel Set Basic di Pennelli Neve Cosmetics. E' molto piccolo, praticamente da viaggio. Eppure non c'è pennello col quale io mi trovi altrettanto bene per questa zona. Cattura sempre e solo la giusta quantità di eyeliner in gel, agevolandomi nel tirare la linea. In questi anni non ha perso considerevolmente la sua forma, sebbene ora tenda ad aprirsi un po' di più. Si lava e si asciuga in un attimo. Eccellente anche per delineare meglio la codina esterna quando si applica una matita a contornare l'occhio.
- Neve Cosmetics - Glam Liner. Comprandolo speravo di trovarmi altrettanto bene che con il primo, ma la verità è che lo uso molto poco. Le sue setole bianche si sporcano in modo eccessivo e in fase di lavaggio devo penare non poco per farlo tornare pulito. Avendo il manico più lungo, lo trovo anche più scomodo e meno preciso del precedente in fase d'uso. Tuttavia lo utilizzo di tanto in tanto, più che altro per evitargli la fine di altri pennelli già inutilizzati. € 9,50

PENNELLI OMBRETTO DA SFUMATURA:



Sono diversi, perché diverse sono le zone d'applicazione e le funzionalità.
- Mac 217. Fu il mio primo pennello da sfumatura, quello che mi diede la svolta epocale. Sfumature precise, semplici da eseguire. In setole naturali, se ben lavato torna sempre del suo bianco colore originario. Valido anche con i prodotti in crema. € 24
- Mac 224 - Rispetto al primo, lo uso meno. Consente sfumature più larghe e rarefatte. Io più che altro lo adopero quando per errore ho applicato troppo ombretto scuro per fare in modo che mi eviti un'espressione da "pugno in un occhio". In genere, ci riesce davvero bene. Volendo lo si può usare anche per sfumare il correttore liquido sulle occhiaie. € 32
- Mac 219. Il pennello penna per antonomasia. Io lo uso prevalentemente per applicare le polveri nella piega dell'occhio o sotto la rima interna inferiore. Consente anche una rapida sfumatura, seppur circoscritta e non troppo ampliabile. Si rivela un vero e proprio strumento di precisione. E' uno dei miei pennelli preferiti. €  27
- Sephora n° 14. E' il mio gioiellino per sfumare le matite occhi sotto l'occhio. In pochi gesti fa un attimo lavoro. Piccolo ed utilissimo, in setole corte e compatte. € 12,90
KUBObeauty - Pennello SP 021. Un altro pennello angolato, che però utilizzo solo per l'ombretto, mai per l'eyeliner. Può sostituire il pennello penna per applicare l'ombretto sotto l'occhio o sulla piega. Consente anche una sfumatura rapida e concisa. Ottimo alleato anche per sfumare le matite occhi o per delineare la V esterna. € 15

PENNELLI DA OMBRETTO:




- Sephora n° 22. Anche questo è con me da anni. Difficilmente troverò un pennello da ombretto che mi soddisfi allo stesso modo. Morbidissimo, ha setole naturali flessibili che stendono l'ombretto accarezzando la palpebra. La copertura è sempre uniforme. Lo uso soprattutto per stendere l'illuminante sotto l'arcata sopracciliare o direttamente sulla palpebra mobile. € 10,90
- Anche il secondo a partire dall'alto fa parte dell'ormai più volte citato Set Basic di pennelli Neve Cosmetics. Non è un pennello di grandi pretese, tutt'altro, però il suo dovere lo fa e anche piuttosto bene. Anche in questo caso lo trovo pratico per il manico corto che maneggio molto meglio di quelli ingombranti.
- Real Techniques - Shading Brush. Questo fu un graditissimo regalo di Vanilla Bourbon. Le setole sono sintetiche. Si mantiene piuttosto rigido, soprattutto dopo il lavaggio. Applica bene l'ombretto sebbene per avere le stesse prestazioni del pennello Sephora 22 io debba intingerlo più volte nella cialda. Mi piace di più sui pigmenti in quanto trovo che sappia dare il meglio di sé con gli ombretti in polvere libera. Li trattiene bene fra le sue setole semi-rigide, arginando per quanto possibile il fall out. $6
KUBObeauty - Pennello SP 018. Piccolo e preciso, lo uso spesso con i pigmenti, soprattutto quelli che hanno un foro d'entrata ridotto. Le setole sono in pura martora, morbide e piuttosto fitte. Non trattiene polveri al suo interno, depositandole in modo efficace direttamente sull'occhio. € 14,50

PENNELLI DA CIPRIA:
Per ovvie ragioni (ho la pelle secca) raramente uso la cipria. E quando lo faccio, in genere la applico con il kabuki.
Pur avendo in casa 3 pennelli da cipria, mi sembra sciocco mostrarveli dal momento che li ho usati pochissimo e che non possono definirsi "i miei preferiti".

COME PULISCO I MIEI PENNELLI.
La domenica mattina la dedico sempre al lavaggio di tutti i miei pennelli. Metto un po' di acqua calda nel lavandino e ve li inserisco tutti. Prendo una saponetta vegetale o uno shampoo delicato e li lavo uno ad uno: li  insapono bene e li roteo sulla mia mano, preoccupandomi di non far restare residui schiumosi tra le setole al momento del risciacquo.
C'è chi li fa asciugare a testa in giù, chi adagiati su un asciugamano. Io li tengo a testa in su, in un contenitore, dopo averli ben tamponati con un asciugamano sistemando le setole in modo che non si sformino.

Per i lavaggi rapidi infrasettimanali, in questi mesi sto usando il Brush Cleanser di Kiko. Seguite questo link per capire come lo uso.

Se Agrimonia o qualsiasi altra persona avesse bisogno di maggiori informazioni riguardo un pennello specifico tra quelli citati, chieda pure tra i commenti.

42 commenti:

  1. io mi trovo benissimo con i pennelli di EDM, invece ho il set platinium di neve cosmetics e ho trovo alcuni pennelli tipo il fun brush davvero utili :)

    un bacione cara

    RispondiElimina
  2. Anche io come te posseggo alcuni pennelli di sephora, neve make up ed essence, che uso tutti i giorni e con cui mi trovo benissimo. Sulla mia lista però ci sono alcuni pennelli mac che vorrei prendere :) tipo il 219!

    RispondiElimina
  3. Io il 14 di sephora l'ho appena dato a mia figlia x giocare perchè trovo punga molto: è il mio difettoso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi viene da risponderti di si. Io ce l'ho da qualche anno e non ha mai punto neanche all'inizio.

      Elimina
  4. Sono felice di sapere che il mio regalo ti è stato utile!!! ;D
    Anche io amo molto i kabuki che hai citato della neve e non mi hanno mai delusa.
    Per il conturing io utilizzo spesso e con soddifazione il powder brush della Catrice, se ti capitasse mai di trovarlo prendilo perchè ha un costo molto contenuto e la sua sezione è sufficientemente sottile da applicare bene il prodotto, ma le setole sono morbide e lo sfuma molto bene!
    Concordo sul 217 di MAC, come lui null'altro!! :D

    RispondiElimina
  5. Post molto utile, grazie! il 219 di mac mi piace tantissimo...

    RispondiElimina
  6. @Simona se ti capita prendilo che è davvero un buon pennello.

    @Chic inside altroché se mi è comodo. Quindi ancora grazie mille :)
    Catrice la trovo di rado, ma cercherò il pennello che mi dici. Grazie.

    @Vi eh si, anche a me ;-)

    RispondiElimina
  7. Anche io ho i pennelli di nevemake up e mi ci trovo davvero molto bene ;-)

    RispondiElimina
  8. Credo cara Dama che in realtà ne sia nata proprio una sorta di guida molto utile, anche se incentrata sui tuoi preferiti piuttosto che sui pennelli in generale!
    Mi piacerebbe molto provare il Bunnybuki di Neve e, ovviamente i pennelli della MAC! :)

    RispondiElimina
  9. interessante l'articolo in generale sui pennelli, semplicemente fantastiche le premesse iniziali! chapeau! ;)

    RispondiElimina
  10. Credo anch'io che la tua sia una guida molto utile! Anch'io possiedo il pennello da blush fucsia di Essence e mi ci trovo bene :)

    RispondiElimina
  11. I pennelli Sephora mi attirano un sacco, ho sentito in giro che il rapporto qualità prezzo è ottimo...Il primo che vorrei acquistare è il 45, ma anche i due che hai mostrato per gli ombretti non sembrano niente male...Io pennelli ne ho giusto un paio di Essence e due di fortuna...Ma vorrei prima o poi investire in qualche pennello di maggior qualità che duri nel tempo...

    RispondiElimina
  12. Io uso soprattutto i pennelli della linea studio di Elf, perché hanno un fantastico rapporto qualità /prezzo!
    Anche io ho il kabuki della Neve e devo dire che è semplicemente fantastico ;)

    Miss Piggy di insanebazar.com

    RispondiElimina
  13. Anch'io, nonostante possieda un numero minore di pennelli, ne ho alcuni che fatico ad utilizzare ed altri che invece svolgono il lavoro di due pennelli.

    Il MAC 219 lo bramo da tempo, ma il prezzo e le setole non sintetiche mi frenano sempre.

    RispondiElimina
  14. desidero i Mac, il 217 e il 219, più il 239 (mi sembra che il numero sia giusto), cioè quello da contouring. ps bel post!

    RispondiElimina
  15. Grazie cara ^______________^ sei stata chiara come sempre, adesso so cosa cercare.
    Baciooooooo

    RispondiElimina
  16. Interessantissimo questo post. Mi piacciono i tuoi pennelli e meno male che non li hai inseriti tutti! ^-^
    Io ho letto volentieri anche la premessa del post che conferma sempre più l'idea di persona intelligente e corretta che ho di te.

    RispondiElimina
  17. @Spendi e Spandi grazie, sono felice che questo post sia risultato utile.

    @Marilena Coco addirittura? grazie :)

    @Alessandra il prezzo è alto, di sicuro non ci giro intorno. Però in alcuni casi può comunque trattarsi di investimenti. Se qualcosa ti piace, ti ci trovi bene e come me lo usi ogni giorno per anni...bé, si può fare.

    @Pinnù il 239 di Mac è il pennello da applicazione ombretto, non per il contouring :)

    @Agrimonia bene!

    @Federica che dolce. Grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. comprato pennello angolato per sfumare ombretto ^__^

      Elimina
    2. Evviva :) buone sfumature allora e dimmi come va.

      Elimina
  18. Anche io adoro i pennelli 217 e 219. Sono entrambi molto precisi. Il prezzo è alto, ma se tenuti bene possono durare anni. Meglio risparmiare per un buon pennello che prenderne uno economico che si rovina presto.

    RispondiElimina
  19. Come Spendi, trovo questo post estremamente utile per chi , come me, ancora usa pochi pennelli...Grazie!

    RispondiElimina
  20. non sono una pennellomane e mi faccio bastare i pochi pennelli che ho, sono del parere che quando hai trovato quello che ti soddisfa, è inutile cercare ancora ed accumulare doppioni... i pennelli essence per il viso piacciono tanto anche a me!

    RispondiElimina
  21. Bell'articolo! Preciso e dettagliato come sempre. In un attimo ho: tipo di uso, marca, tipo di pennello, recensione e prezzo XD !!
    Anche tu parli benissimo del 217 di MAC, ed io inizio a pensarci seriamente, ma chissà quando mi deciderò...Per ora vivo con un pennello doppio di H&M (ombretto e eyeliner-parte che però uso per sfumare le matite-), un pennello da cipria di Catrice (usato anche per il blush) e un pennellino fine (di quelli d'arte) per l'eyeliner: ergo, sono ancora alle basi :P Per fortuna mi trovo bene anche così, ma nel tempo cercherò di ampliare un pò la gamma ^^ e avere a disposizione un post riassuntivo come questo sarà utile ^^
    Saluti!

    RispondiElimina
  22. che bello questo post e mi piacciono i tuoi pennelli! Il 217 di Mac è uno dei miei preferiti ^_^

    RispondiElimina
  23. Articolo davvero utile, ottimo. Anche io mi trovo piuttosto bene con alcuni pennelli Essence. Idem per lo Shading Brush di RT! Non avevo mai sentito parlare dei pennelli KUBOBeauty, mi ispirano ;)

    RispondiElimina
  24. io non li asciugherei a testa in su, il rischio è che l'acqua in eccesso alla lunga ti scolli le setole... a parte questo ne abbiamo pochissimi in comune, io francamente penso che lo strumento sia fondamentale esattamente come la tecnica, trovo che il discorso sia di complementareità perché se è vero che il pennello se non hai la mano per usarlo non ti serve a niente, è altrettanto vero che se hai la mano ma lo strumento è pessimo non fai miracoli...
    Mi trovo invece d'accordo con l'idea che non è il prezzo a fare il pennello, spesso e volentieri ^^

    RispondiElimina
  25. In quanto truccatrice ritengo che i pennelli siano molto importanti. Ognuno deve trovare tra i tanti quelli che ritiene migliori. Io ne ho molti identici ai tuoi e altri li proverò. ;)
    Www.vanitygirls.it

    RispondiElimina
  26. Il 219 di MAC ed il 14 di Sephora li vorrei anche io perché non ho nessun pennello di quel genere, ne ho vari di diverse misure a lingua di gatto ma sono strettissimi e allungati più ideali per le labbra secondo me piuttosto che per l'applicazione di precisione sotto l'occhio, quindi questi due pennelli mi farebbero proprio comodo.

    Per quanto riguarda la pulizia io li lavo troppo poco e mi vergogno anche un po' a dirlo, quando invece avendo la pelle grassa dovrebbe essere sempre super puliti, però in genere quando lo faccio seguo il tuo metodo ma con la differenza che li faccio asciugare a testa in giù appesi al termosifone (in inverno) o su un armadietto che sta sul balcone (in estate); nell'ultimo periodo inoltre dopo essermi truccata specialmente se sono colori forti li pulisco con una salvietta struccante, uso quelle dell'Eurospin che costano poco e devo dire che non si sono rovinati, mi è venuto in mente di tenerli "puliti" in questo modo dopo che ho visto la MUA al Panda Shop farci durante la giornata del trucco, certo non è che si può fare sempre e vanno comunque lavati per bene e a fondo ma non avendo altri pennelli con cui sostituirli quando stanno ad asciugare e quelli che ho ci mettono sempre tanto, forse perché sono di bassa qualità, in inverno questo metodo della salvietta mi rimane utile, mentre in estate se li lavo alla sera quando è il giorno dopo che devo truccarmi sono perfettamente asciutti.

    RispondiElimina
  27. Questo post lo salvo sotto il nome: bibbia dei pennelli per il trucco!! Contenta ?!;) Interessante vedere quali usi per contouring.. io più che su di me lo eseguo sui ragazzi che preparo per i concerti (praticamente è l'unico trucco viso sugli uomini) e uno un simil kabuki solo più piccolo e l'altro è uno piatto e cicciottello... ma chiaro che sugli uomini diverso che su di noi (e poi il loro è un trucco scenico e non solo correttivo...) Sicuramente i pennelli Neve hanno una marcia in più ;)

    RispondiElimina
  28. Io mi trovo molto bene con i pennelli di elf!:) Hai veramente tantissimi prodotti:)

    RispondiElimina
  29. @Gio quelli non li cambierei con nessun altro, in effetti.

    @Hermosa grazie!

    @Tyta sono davvero felice che ti sia piaciuto e che possa esserti utile.

    @Misato indubbiamente tutto incide, lo strumento come le capacità. Ma io penso che un buon make up artist possa davvero far miracoli anche con i semplici sfumini delle trousse. Io però di capacità del genere non ne ho e quindi mi affido ai miei pennelli ;-)
    Davvero pensi che l'acqua alle lunghe possa scollare le setole? non ci avevo mai pensato...grazie per la dritta.

    @Patri devi metterti d'impegno e lavarli di più. Sai quanti batteri si annidano nei nostri pennelli? è essenziale per il benessere della nostra pelle farlo spesso.

    @Dora più che contenta...onorata. Grazie ;-)

    @De questi sono solo i "pochi" che utilizzo sempre :D

    Buona serata a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì diciamo che è un lecito sospetto perché sono comunque incollate, le setole. E mi è capitato di leggere di persone a cui per esempio si è aperto il kabuki e andando ad indagare, lo lavava male (tipo affogandolo nell'acqua, povera stella ç_ç ) oppure lo asciugava a testa in su...

      Elimina
    2. Ma povero kabuki :D
      Comunque grazie, magari proverò anche asciugature alternative. Baci.

      Elimina
  30. Concordo in pieno sulla questione-quantità, ne bastano pochi, magari se si è disposte a spendere un po' di più ci si può concedere qualcosa di più "professionale", ma per truccarsi a casa non è necessario averne tanti :)
    I miei pennelli da occhi sono praticamente gli stessi, poi ne ho uno "buono" da contouring che uso anche per il fard, ne possiedo un paio angolati e un kabuki. Desidero da tanto tempo un altro kabuki, possibilmente migliore del mio, vedremo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che emozione rileggerti :)
      Ti ho tanto cercata. Ho anche chiesto di te in giro senza avere risposte.
      Sono così felice che tu sia di nuovo qui. Un abbraccio forte.

      Elimina
  31. il bunnybuki mi tenta tantissimo..l'avevo visto a milano ma non l'ho acquistato (mannaggia a me) se ti va sul mio blog c'è un giveaway aperto.bacio eli

    RispondiElimina
  32. ottimo post cara! sei stata di grande aiuto per me ^_^

    RispondiElimina
  33. Ehh, i pennelli da trucco sono una grande passione, soprattutto quelli da occhi, soprattutto soprattutto quelli da sfumatura (a volte penso che mi piacciano più dei trucchi stessi). Per anni li ho guardati affascinata, senza capire niente dei loro misteriosi utilizzi, mai avrei pensato che un giorno sarei stata capace di distinguerli e soprattutto usarli (più o meno).
    Dopo questa ondata di melassa pennellosa, torniamo bruscamente alla realtà... il mio pennellino morbidoso da blush di Essence si è suicidato pochi mesi fa, le setole si sono staccate in blocco dal manico :(
    Scherzi a parte, anche se non voluta, ne è venuta fuori davvero un'ottima guida! :)

    RispondiElimina
  34. Bello il post sui pennelli! A me piacciono moltissimo i pennelli da trucco e ne ho parecchi direi...li uso quasi tutti, alcuni più di altri ovviamente e se potessi ne acquisterei di nuovi (gli ultimi di Zoeva per esempio!). Sono comunque d'accordo che non serve averne molti per fare un buon trucco...l'importante è saperli usare. Ricordo però che quando ho iniziato a truccarmi ne avevo davvero due o tre e poi pian piano ne ho comprati altri. Quando ho imparato ad usare il pennello giusto per la giusta funzione i miei trucchi sono molto migliorati. Ti sconsiglierei anche io di far asciugare i pennelli a testa in su...è più "naturale" fare in modo che l'umidità scenda dal manico verso le setole per non lasciare che qualche residuo rimanga all'interno. Baci :-)

    RispondiElimina
  35. @Il piacere di essere donna...bene, ne sono contenta :)

    @Hermione mi spiace, però almeno quello ricomprandolo non ti costa un occhio...

    @Elena grazie per la dritta!

    Buona giornata a tutti.

    RispondiElimina
  36. Sai è vero che non bisogna avere tanti pennelli, ma a volte alcuni fanno proprio la differenza! Me ne sono accorta, per esempio, quando ho comprato il 217 di MAC, davvero una svolta per me!
    Ah e comunque, quando è possibile, usare le mani si rivela la cosa migliore! ;)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...