sabato 17 settembre 2011

La Domanda della Settimana


Buon sabato pomeriggio fanciulle e fanciulli!
Stavolta la Domanda della Settimana ospita un argomento che su questo blog non è mai stato trattato, ovvero la Chirurgia Estetica. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, se tutto il bene possibile, se siete restie a credere che sia la soluzione ai problemi, se invece non ci avete mai neppure riflettuto su. Non parlo di punturine, ma di veri e propri interventi estetici mirati a cambiare il proprio aspetto fisico.


E soprattutto, ci tengo a precisare che non parlo di Chirurgia Plastica Ricostruttiva, quella che si adopera dopo incidenti o tumori e che è, a mio parere, una pratica essenziale per tornare a vivere più serenamente dopo eventi drammatici...ma solo ed unicamente della chirurgia estetica atta a "migliorare" qualcosa che non piace di se stessi. 

Come al solito ci tengo a ringraziare fin da ora quanti vorranno rispondere al quesito di questa settimana.


Qual è la vostra opinione riguardo la Chirurgia Estetica?
E' una moda o una reale necessità?
Ricorrereste ad un chirurgo per attenuare
un vostro difetto fisico?



21 commenti:

  1. bella domanda! Io sono una di quelle che un po' di tempo fa avrebbe detto: assolutamente no! Però crescendo ho capito che per giudicare qualcosa, prima bisognerebbe trovarsi in quella situazione. Di me ci sono tante cose che non mi piacciono, ma ora come ora non mi metterei mai sotto i ferri, avrei troppa paura, e inoltre avrei ancor di più paura di potermene pentire e non poter tornare indietro...figurati che vorrei togliermi il neo che ho sotto il naso perchè lo odio, però poi temo che mi mancherà e che non riesca a riconoscermi...figurati, per un neo! Come al solito c'è chi esagera, vedi chi ha fatto millemila interventi e adesso davvero è un'altra persona..ma secondo me quello non ha senso! Ognuno è fatto a suo modo, e dove la chirurgia può "correggere", secondo me non deve stravolgere! Penso che sia anche brutto guardarsi allo specchio e vedere completamente un'altra persona! Casi estremi a parte, torniamo alla "normalità"..soprattutto oltreoceano ormai è diffusissimo rifarsi il seno, anche tra le giovani.Ecco questo secondo me è sbagliato, dover imporre un modello per forza facendo il lavaggio del cervello a delle ragazze! Con questo non sto dicendo che sia contraria alle protesi al seno, ad esempio se in vita mia dovessi fare 3 4 figli e per caso le tette mi arrivassero ad altezza ginocchio, un pensiero ce lo farei... però è il fatto di lanciare la moda della 5° di reggiseno o così via che io non concepisco...come ogni cosa seria bisogna riflettere molto prima di prendere una decisione.. Tanto nessuno ha il diritto di giudicare nessun altro..gli unici giudici di noi stessi siamo noi stessi :) Però ecco, magari andrebbe diffusa un po' più la mentalità del piacersi prima di sottoporsi ad un interventi..altrimenti, come si dice..a mali estremi, estremi rimedi! Il tutto sta nel giudicare quanto siano estremi i mali! E con questo scioglilingua chiudo qui, altrimenti ci sto fino a stanotte!! :)

    RispondiElimina
  2. Io sono favorevole nei limiti del buongusto (e buonsenso). A 19 anni mi sono fatta la rinoplastica perchè per me il mio naso importante era un vero problema, non ho preteso un naso all'insù o chissà cosa, ma semplicemente un ridimensionamento del mio che stesse bene con il mio viso e che non mi facesse sembrare un'altra. Alla fine non ho un naso perfetto e bellissimo, ma un naso che sta bene con la mia faccia e che mi ha permesso di acquisire molta ma molta più sicurezza in me stessa. E nonostante il dolore lo rifarei 1000 volte, perchè sono contenta del mio attuale aspetto (anche se con difetti).
    Quindi se una ragazza (o donna matura) ha problemi ad accettare qualche parte del suo fisico e vuole cambiarla, ben venga, basta porsi (e porre nel caso del medico estetico) dei limiti...non per moda ma per se stesse. Quando poi una arriva a volersi rifare completamente e sembrare una bambola gonfiabile, ecco in quel caso una bella revisione del cervello non guasterebbe!

    RispondiElimina
  3. Io sono favorevole.
    Sai, sempre nei limiti della decenza...
    Da una parte c'è chi davvero vive con un complesso fisico pesante e non ha la forza sufficiente per passare oltre e vivere serenamente, per cui decide di "sistemarsi" e uscirne.
    Però, dall'altra, abbiamo persone che iniziano così e finiscono per sembrare caricature di se stesse ...quindi direi che si viaggia sul filo del rasoio.
    O_o

    RispondiElimina
  4. Io sono favorevole se un difetto non ti fa stare bene con te stessa!
    Detto questo trovo ORRIBILE il ricorso alla chirurgia estetica per combattere i segni del tempo e ringiovanire di qualche anno. Chi esagera si ritrova con un viso prestampato, sono tutte uguali!

    RispondiElimina
  5. Io sono favorevole se fatto con buonsenso. Anche se sono dell'idea che ognuno deve cercare di accettarsi com'è, mi rendo conto che a volte ci possono essere dei difetti fisici che davvero ci fanno vivere male. Può essere un naso importante o una prima di seno scarsa o anche qualche rotolino di ciccetta che non se ne vuole andare in nessun modo, ma resto dell'idea che se correggere questo difetto può farci stare meglio con noi stesse allora vale la pena farlo. Ovviamente poi non bisogna eccedere e stravolgersi completamente, soprattutto per seguire un modello di bellezza imposto dalla società. Riassumendo secondo me è giusto farlo per star meglio con sè stesse, sempre tenendo bene in mente che un'intervento non è mai una passeggiata e che come tutte le cose comporta alcuni rischi. Personalmente ora come ora non mi sottoporrei mai ad un'intervento perchè anche se ho dei difetti alla fine mi piaccio come sono. Però nella vita non si può mai sapere, e se un gorno per qualche motivo sentissi che è la cosa giusta da fare per me la farei! :D

    RispondiElimina
  6. anche io sono favorevole se si ha un malessere verso il difetto che ti fa vivere male, ma non accetto le persone che cambiano totalmente quello che sono stravolgendosi soprattutto la faccia, è una cosa che proprio non capisco, tra l'altro la maggior parte delle volte diventano dei mostri di plastica... in ogni caso anche se non sono per niente perfetta sinceramente non ho mai pensato di rifarmi niente... ho troppa paura delle operazioni!!!
    Giulia VanityRoom

    RispondiElimina
  7. Anche io come le altre mi appello al si, se fatto con buonsenso. Io stessa se avessi i soldi ed il coraggio di andare sotto ai ferri mi rifarei le orecchie, perchè sono fonte di infinite insicurezze: non porto mai i capelli legati, cerco di farli il più voluminosi possibile affinchè le coprano ed il mare diventa una tragedia, nonostante lo adori... Quindi si, io lo farei. Ma in giro si vedono molte facce grottesche che dovrebbero far riflettere sull'uso che si sta facendo di una branca della medicina importantissima, a mio avviso.

    RispondiElimina
  8. Ciao! :D

    Qual è la vostra opinione riguardo la Chirurgia Estetica?
    Io sono favorevole se e solo se c'è stato prima un lavoro psicologico serio, magari con un esperto.

    Perchè credo che ormai si stia andando incontro ad una mentalità per cui "se ti fa star meglio" "se è solo una piccola modifica" allora va bene ricorrere alla soluzione che sembra più semplice, quella di farsi il ritocchino.
    e questo non mi piace molto.

    E' una moda o una reale necessità?
    Non credo che il ritocchino sia una moda di per sè, ma temo che si stia diffondendo la necessità di rispecchiare modelli di bellezza standardizzati che ci portano a ridurre le nostre peculiarità a semplici difetti.

    Ricorrereste ad un chirurgo per attenuare
    un vostro difetto fisico?

    se dovessi sistemare tutti i miei difetti, altro che mutuo per comprare casa...!! No no, mi tengo così, tanto dopo anni e anni di battaglia, ormai io e il mio aspetto fisico abbiamo quasi fatto amicizia :p

    RispondiElimina
  9. Anche io mi ritengo favorevole se il problema causa alla persona un senso di inadeguatezza. Fin da che ero ragazzina folevo fare la rinoplastica per correggere una gobbetta antipatica che mi sono fatta in un incidente da piccola, ma non ho mai avuto il coraggio. Immagino che alla fine prevalga la paura che il disagio. Idem con il lasic per la miopia, a parte il fatto che la scarsa lacrimazione lo rende quasi impossibile...
    Mi rendo conto però crescendo che un giorno potrei non amare quelle zampette di gallina che ora si affacciano sul mio viso... o anche la palpebra un po' cadente. Credo che allora ricorrerei alla chirurgia se non altro per sentirmi più a mio agio con me stessa....
    Ma non credo che mi farò prendere la mano diventando un pagliaccio da circo come alcune donne dello spettacolo americane (ma anche italiane ormai..)

    RispondiElimina
  10. Se avessi un difetto che condizionerebbe la mia vita, il mio carattere, il mio relazionarsi con la gente allora assolutamente ricorrerei alla chirurgia estetica.. non passere sotto i ferri invece solo per avere una misura in + d reggiseno o le labbra più carnose..
    http://vittimadelletendenze.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. Che domanda interessante! Tendenzialmente sono contraria, soprattutto perchè credo che i rischi di cattivi interventi o di effetti collaterali per la salute siano troppo alti. Ho un'amica con un naso importantissimo, anzi di piú, da cui non si è mai fatta mettere in ombra e/o disturbare: ed alle feste non era mai sola :D. Ovviamente,se qualcuno/a proprio non riesce a convivere con un supposto difetto ben venga l'operazione, ma solo come ultima risorsa e dopo un lungo lavoro e affidandosi a professionisti seri. Di donne con labbra canotto e facce tutte uguali e seni troppo perfettamente tondi ne abbiamo giá troppe...

    RispondiElimina
  12. Credo che la chirurgia estetica serva nel caso di difetti estetici davvero evidenti, che magari causano anche un "trauma" emotivo nella persona (ad esempio naso sproporzionato, palpebra cadentissima, ecc ecc). Ma non credo nella chirurgia estetica per passare da una quarta di seno ad una sesta, o per avere le labbra belle carnose (anche se in realtà l'effetto delle labbra rifatte è bruttissimo...)

    RispondiElimina
  13. Riguardo la chirurgia estetica ho un pensiero un pò contraddittorio. Da una parte ritengo che sia bene star lontani dagli interventi il più possibile: se abbiamo la fortuna di essere in salute, meglio non andare sotto i ferri per questioni di tipo puramente estetico.
    Dall'altro mi metto nei panni di chi vive un proprio difetto come un disagio invalidante. In alcuni casi, magari dopo alcune sedute da uno psicologo che accerti il bisogno di una rimozione coatta del problema, l'operazione può essere una soluzione.
    Come in tutte le cose non mi piace che si esageri. Il mondo è bello perché è vario; trovo sarebbe davvero noioso se ognuno di noi andasse a scolpirsi un pezzo di faccia solo perché non lo trova perfetto. Ci vogliono buonsenso e senso della misura.

    RispondiElimina
  14. Che bella domanda!
    Beh, diciamo che credo che molto dipenda da come viviamo il rapporto con noi stessi: mi spiego subito. Come tutte anch'io ho delle parti di me che non amo particolarmente ma questo mio non apprezzarle non è mai sfociato in un malessere vero e proprio o in un bisogno di cambiare radicalmente qualcosa di me. Non sono contro la chirurgia estetica e non mi permetto di giudicare chi la pratica, io non ne sento la necessità.
    Tengo solo a precisare che per quanto sia sempre una libera scelta sottoporsi a questo tipo di interventi, sempre di interventi si tratta, quindi bisogna valutare bene prima di correre un rischio serio come quello di sottoporsi ad un'operazione non necessaria.
    Spero di essere stata chiara, un bacio

    RispondiElimina
  15. Credo di essere un pò controcorrente riguardo a questo argomento perché sono estremamente contraria.
    Mi spiego meglio, non accetto la chirurgia estetica utilizzata per fini puramente banali, come il rifarsi il seno, tirarsi le rughe, rimpolparsi le labbra e così via anche se non giudico chi decide di farlo, ognuno decide per se, io solamente non sono d'accordo. Al contrario sono completamente a favore della chirurgia estetica a livello curativo quindi in casi di incidenti/incendi in cui si rimane sfregiati, nei casi di persone menomate dalla nascita come ad esempio è successo tanti anni fa nella mia città dove è nato un bambino che non aveva la bocca formata, non c'erano le labbra, ecco in questi casi la trovo un grande passo avanti nella medicina. Negli altri casi sono dell'idea che le persone dovrebbero imparare ad apprezzarsi e ad accettare il proprio corpo, al giorno d'oggi si tende troppo a voler assomigliare per forza a modelle, attrici e via dicendo.

    RispondiElimina
  16. Il mio modo di essere mi porta a pensare come prima cosa che chiunque debba avere il diritto di agire secondo i propri desideri e per questo non mi sento minimamente di criticare chi decide di ricorrere alla chirurgia estetica. Per quanto riguarda me stessa non penso che potrei mai farne uso dal momento che ho il terrore del dolore e quindi il disagio che potrebbe darmi un eventuale difetto fisico dovrebbe essere di gran lunga superiore alla mia paura dell'operazione.
    Ciao!

    RispondiElimina
  17. io sono del parere che operazioni di chirurgia vanno effettuate in base alle proprie esigenze :)
    Quindi no sono ne per il no ne per il si hehehe sono imparziale su questo punto di vista.
    Se una mia amica me lo confidasse io le darei il mio consenso perchè è una sua scelta e se questo le porta la felicità allora ben venga.
    La ricerca sta sviluppando tantissimi studi a riguardo...perché non sperimentare hehe ^_*
    Un bacio cara

    RispondiElimina
  18. Sono contraria alla chirurgia estetica. Quando mi guardo allo specchio so di avere un viso abbastanza regolare, non brutto, fatta eccezione per il naso che invece è abbastanza grosso e deviato. Tante volte c'ho pensato, soprattutto da ragazzina, che ritoccare il naso avrebbe migliorato il mio viso ma diciamoci la verità, dopo sarei stata bellissima o perfetta? No. A guardarmi bene le mie labbra non sono abbastanza carnose, i miei occhi sono leggermente cadenti, sono bassina e svrappeso quindi intervenire sul mio naso non basterebbe a farmi sentire bella, perchè poi mi ritroverei a far fronte con i miei difetti e le mie insicurezze nuovamente. Mi accetto per quella che sono è so che questo è il modo migliore per raggiungere un equilibrio.

    Naturalmente non voglio essere così bacchettona, magari per una bellissima ragazza che punta a fare la modella dare una limatina ad un naso un pò aquilino può essere una buona idea, però bisogna mantenere la giusta misura. Io trovo che certe labbra a canotto, zigomi di blastica, occhi che sembrano tirati con gli spilli sono davvero da fiera degli orrori. Non mi piace nemmeno il seno rifatto, un seno naturale, anche se piccolo o non perfettamente sodo, ha un movimento e una morbidezza di gran lunga più sensuale di un seno in silicone. Inoltre basta con il botox, non servirà a fermare il tempo! Diceva Anna Magnani al suo truccatore "non togliermi nemmeno una ruga, le ho pagate tutte care", e aveva ragione!

    RispondiElimina
  19. @Make-up pleasure bella la citazione di Anna Magnani, grande donna e grande attrice che non solo ha saputo accettarsi con i suoi difetti, ma che ne ha fatto anche un punto di forza. Sarebbe stata altrettanto intensa senza quelle borse sotto gli occhi, senza quelle occhiaie che l'hanno resa famosa? io penso proprio di no.

    RispondiElimina
  20. Bella domanda, ho tra le bozze un futuro post su questo argomento che mi appassiona molto.

    Sono favorevole alla chirurgia estetica, a patto che prima dell'intervento si facciano adeguate valutazioni psicologiche (anche se ho da sempre qualche perplessità su questa scienza) e soprattutto si valuti lo stato di salute del paziente.

    Non condivido i discorsi sul buongusto: penso che ognuno sia libero di plasmare il suo corpo e il suo aspetto come gli pare, finché non mette a rischio la sua salute. A volte la scelta di rifarsi può avere radici più profonde della sola vanità, interessando, nel caso di determinati interventi, anche aspetti come la sessualità.

    RispondiElimina
  21. ti dico la mia:
    sotto i ferri ci si dovrebbe andare solo per una reale necessità non per migliorare il proprio aspetto fisico. Certo se si usa per correggere dei piccoli difetti (le orecchie a sventola ad esempio) non ci vedo niente di male, ma oggi si abusa della chirirgia plastica e onestamente pensare di dover diventare di plastica come Stallone, per citarne uno, mi spaventa, cosa c'è di giovane, bello e fresco nel suo volto di oggi, qualcuno dovrebbe spiegarmelo, sembra di cera!
    Ma perchè la gente ha così tanta paura di invecchiare?

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...