venerdì 9 dicembre 2016

Alkemilla - Sapone Artigianale Struccante



Recensione d'uso:
I saponi solidi mi piacciono moltissimo, da sempre. Tant'è che quando ho comprato casa, in bagno ho fatto installare subito un portasaponette a muro mentre quello per il sapone liquido l'ho acquistato diverso tempo dopo, senza alcuna fretta. 
Questo anche per dire che, quando Alkemilla ha lanciato una nuova e piuttosto variegata linea di saponi vegetali, mi è subito venuta la voglia di provarne almeno uno. L'occasione si è presentata grazie alla gentilissima Angela di Gocce Verdi che mi ha inviato in prova il Sapone Artigianale Struccante. 

Il prodotto viene venduto all'interno di una scatolina di cartone che differisce per colore dalle altre saponette della linea. Sul retro troviamo l'inci ed una descrizione del tipo di sapone acquistato. All'interno c'è la saponetta vera e propria, rivestita da un sottile foglio di plastica trasparente.

Tanta era la curiosità in merito che ho aperto il Sapone Artigianale Struccante di Alkemilla la sera stessa in cui è arrivato in casa mia. Prima di ogni altra cosa mi ha stupito il suo aspetto, davvero curato nonostante l'artigianalità del prodotto. Il colore è un bel celestino realizzato in maniera naturale con estratti vegetali. Ha una trama molto graziosa, quasi marmorizzata. E di sicuro appare molto più compatto di altri saponi vegetali provati in precedenza. Si sfalda poco anche durante le applicazioni: non fa la "bavetta" quando viene a contatto con l'acqua e la sua parvenza estetica rimane sempre impeccabile anche dopo numerosi utilizzi.

Il secondo aspetto che mi colpì fu il suo piacevole odore. Sulla confezione viene definito come "profumo di mela e rosa canina". In effetti avverto anche io un sentore fruttato e non posso che definirlo gradevole e non stancante.


Come lo uso. Dopo aver struccato gli occhi con un olio vegetale, bagno la saponetta ed insapono il viso con la schiuma formata. Sto attenta affinché non entri in contatto con gli occhi e per evitare che accada anche in seguito, anziché risciacquare subito con acqua, vado a rimuovere il prodotto con una spugnetta soffice e umida. Solo dopo sciacquo con acqua. Procedo con una seconda passata di sapone soltanto nel caso in cui indossi un fondotinta liquido o cremoso. Con il minerale non occorre. 

Il risultato a livello di pulizia dell'epidermide è davvero ottimo. Ho usato altre Saponette Struccanti in passato ma nessuna mi ha fornito lo stesso livello di pulizia del Sapone Artigianale Struccante di Alkemilla. Anche nel caso in cui utilizzi il fondotinta minerale, comunque indosso sempre anche blush e terra per il contouring. Di roba da togliere bene o male ce n'è sempre e questo prodotto mi ha colpito per la facilità con cui toglie via tutto lasciando il viso molto ben pulito.

A conti fatti, sulla mia pelle è persino troppo pulente. Io ho una pelle sensibile che tende a seccare con facilità, soprattutto nei mesi freddi. La sensazione che provo subito dopo l'utilizzo del Sapone Artigianale Struccante è proprio quella di pelle che tira. Non in modo eccessivo, però avverto subito l'esigenza di un tonico e poi di una crema che ripristini gli equilibri.
Per questa ragione ho scelto di usare il Sapone Artigianale Struccante di Alkemilla soltanto un paio di volte alla settimana, per una sorta di pulizia più profonda ed incisiva. Il resto della settimana continuo ad usare una Crema Detergente con texture più nutriente, più indicata per il mio tipo di pelle.
Mi sento anche in dovere di ricordare che i saponi non sono del tutto dermocompatibili in quanto il loro ph basico altera non di poco la barriera acida costituita dalla pelle. Anche per questa ragione ritengo opportuno utilizzare questo Struccante saltuariamente e non in modo continuativo e come unica risorsa detergente.

L'inci è costituito da: olio di cocco, acqua, idrossido di sodio, olio di riso, olio di oliva*, estratto di gardenia, idrossido di potassio, profumo, sale solido dell'acido fitico.
L'olio di oliva proviene da agricoltura biologica.



Concludendo, sono davvero felice di avere in casa questo Sapone Artigianale Struccante di Alkemilla. Mi piace la sua compattezza che non sporca il portasapone con facilità. Adoro la profumazione fruttata che non stanca né può definirsi intensa. Il potere struccante è ben visibile e la pelle viene detersa in modo veloce ed efficace. Qualora lo si avvicini agli occhi brucia, così come tutti i saponi. Per questa ragione consiglio di adottare il "metodo della spugnetta" spiegato precedentemente, così da ridurre anche questo rischio. 
A mio parere può essere utilizzato efficacemente anche da coloro che utilizzano l'olio di cocco per struccarsi così da rimuovere in modo netto eventuali residui che potrebbero poi sviluppare comedoni e brufoli. 

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


DOVE SI ACQUISTA: in bioprofumeria; online su Gocce Verdi
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 100 g
PREZZO: 3 €.

mercoledì 7 dicembre 2016

Mesauda - Diva Lipstick n° 313 Uma


Recensione d'uso:
Di Mesauda Milano ho sentito parlare in diverse occasioni ma entrarci in contatto non è stato affatto semplice. Solo un paio di volte nell'arco della mia vita sono riuscita a trovarmi di fronte ad uno stand del brand e se la prima volta me ne uscii con un eyeliner in glitter argento, l'agosto scorso ho optato per un rossetto. Non un rossetto qualunque, ma quello che, come un faro nella notte, aveva condotto la mia mano, i miei swatches ed il mio più totale interesse. Sto parlando del Diva Lipstick 313 Uma, oggetto della recensione odierna.

Il packaging consiste in uno stick squadrato ed argenteo. Sul dorso, in fondo, è stato apposto il nome del brand. Un'etichetta sollevabile sul versante laterale ci informa circa l'inci ed il pao. Il nome del brand è stato inciso anche nello stick stesso. Il prodotto è sprovvisto di scatola esterna di cartone, scelta che approvo dal momento che si sarebbe ridotta semplicemente ad un rifiuto in più.

I Diva Lipstick di Mesauda hanno tutti una caratteristica comune, quella di condividere un finish metallico e cangiante grazie alla presenza di microglitterini al suo interno. La domanda è lecita: queste particelle si sentono sulle labbra una volta indossato il prodotto? La risposta è no. Si vedono, ma sono così sottili da non recare disturbo sulle mucose. Non li si avverte proprio, come se non ci fossero affatto.
Non è la mia prima esperienza con rossetti contenenti sbrillini e in questo caso il risultato estetico è anche molto meno pacchiano ed eccessivo di quanto si possa pensare. Il loro scopo è, fondamentalmente, più quello di riflettere la luce scoprendo riflessi inediti che mostrarsi al mondo tal quali sono.

Personalmente lo utilizzo sempre con l'ausilio di una matita labbra di contorno e così facendo non si sposta di una virgola per tutto il tempo della sua permanenza. Se ne resta lì, bello docile, senza travalicare i bordi né andarsi a depositare al centro della labbra.
L'unico aspetto che non mi faccia gridare al miracolo è certamente quello della durata. Su di me questo è un tema spinoso: il Diva Lipstick 313 Uma di Mesauda mi dura poco più di due ore, dopodiché sono costretta a ritoccarlo. Fortunatamente sbiadisce in modo uniforme senza lasciarmi trasandata qualora non riesca ad intervenire in tempo. 

Il confort sulle labbra è garantito da una formula né troppo dura né troppo soffice. Le labbra non si seccano in modo antipatico e snervante.
Per quanto riguarda l'odore, avrei preferito che non ci fosse affatto. Tuttavia vista la sua neutralità e la tendenza a sparire poco dopo l'applicazione, non si può certo dire che risulti un fastidio.


Dopo aver raccontato tutto il resto credo di poter giungere alla mia parte preferita, ovvero quella che concerne il colore. Il Diva Lipstick 313 Uma di Mesauda è un bel rosso scuro, con qualche nota magenta e porpora che spesso viene fuori quasi a tradimento. E' un colore mai piatto, che esalta le mie labbra come una seconda pelle.
Non è il colore più inconsueto che conosca ma certamente è uno di quelli che mi donano di più e che fanno brillare il mio volto di luce propria. Quando lo indosso mi sento una regina...almeno per il breve periodo di tempo in cui mi resta sulle labbra.
Forse lo noterete anche voi in foto: la mia sensazione è che riesca anche a renderle più voluminose del solito!


DOVE SI ACQUISTA: nelle profumerie rivenditrici del brand
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 24 mesi
QUANTITA': 4 ml 
PREZZO: circa 8 €.

lunedì 5 dicembre 2016

Collistar con Piquadro - Mascara Shock e Matita Occhi Kajal


Recensione d'uso:
Ogni anno per prepararsi degnamente al Natale, Collistar accende una proficua collaborazione con Piquadro per la produzione di favolosi kit contenenti un accessorio del noto brand ed i suoi più famosi cosmetici. Anche stavolta non mi sono lasciata prendere in contropiede e i primi giorni di ottobre, quando questi kit erano stati appena messi in commercio, ho acquistato su Sabbioni.it il set contenente il Mascara Shock e la Matita Occhi Kajal.
Desideravo provare il famoso Mascara Shock di Collistar da quando uscì ma non ne ho avuto l'occasione prima di ora. 

Il kit contiene una doppia pochette con zip. Il lato su cui è stato affisso il marchio Piquadro è di colore nero, il secondo è di un bel verde chiaro. 
Disposti ordinatamente all'interno di una carta velina, sostavano i due cosmetici.



Il Mascara Shock di Collistar è dotato di un bell'astuccio argenteo specchiato. Aprendolo ci troviamo di fronte ad uno scovolino in setole tradizionali con forma a banana. Nel tempo ho compreso che questa forma è una delle migliori quando di desidera incurvare le ciglia ed è anche una delle forme che, nel tempo, mi ha dato maggiori soddisfazioni.
Le setole sono molte e lo spazzolino è piuttosto grande. Ciò non deve però spaventare perché nonostante le dimensioni è ugualmente capace di catturare tutte le ciglia senza doversi sperticare in chissà quali prodigiosi movimenti. 

Io semplicemente parto dalla base delle ciglia dirigendo lo scovolino nella parte concava e procedo con l'applicazione, più volte fin quando il risultato non è quello desiderato.
E si, devo dire che il risultato mi piace molto. Perché quello che ho ottenuto con il Mascara Shock di Collistar non lo avevo mai ottenuto con altri, neppure con i miei preferiti.
Ho sempre detto di avere un occhio con ciglia normali ed un occhio con ciglia impossibili da tenere in piega. Ebbene, questo è l'unico mascara provato sinora che riesce ad incurvare anche le ciglia sfigate e bastarde del mio occhio destro. Il risultato è molto piacevole allo sguardo. Ciglia voluminose, allungate, curve, nerissime.


Tuttavia, non è tutto oro quello che luccica. Anche il Mascara Shock di Collistar, che pure mi ha colpito per la sua efficacia, non è esente da difetti.
In primis, ho notato che ha la tendenza a prelevare troppo prodotto e a trattenerlo in punta. Ogni volta devo adoperarmi per ripulirlo dell'eccesso prima dell'utilizzo.
Secondariamente, soprattutto nei giorni iniziali, tende ad unire un po' troppo le ciglia le une alle altre. Non le pettina efficacemente, non le separa.
Ho sperato inutilmente che entrambi questi due difetti venissero risolti dopo circa una decina di giorni dall'apertura. Avrei voluto che la formula diventasse meno liquida e più facilmente gestibile. Dopo due mesi di utilizzi giornalieri posso dire che no, non succede del tutto. Magari riesco ad evitare che le ciglia si uniscano troppo le una alle altre ma non posso fare niente riguardo gli accumuli se non pulire bene lo scovolino prima di avvicinarlo agli occhi.


In ogni caso, l'unico difetto che non c'è modo di arginare è quello legato al momento dello strucco. Ebbene si, lo avrete capito, fatico a struccarlo. Io sono solita prediligere formule leggere che non ingessino le ciglia e che siano semplici da togliere. Questo, contrariamente agli altri, ha bisogno di prendersi del tempo. Come faccio? Inumidisco le ciglia con acqua calda, dopodiché prendo un po' del mio fidato olio di Jojoba e piano piano sciolgo il mascara. Prima in un occhio, poi nell'altro. Quando la maggior parte del lavoro è fatto, procedo a struccare anche le palpebre. Nulla di impossibile, però va detto che impiego più tempo di quanto non sia solita fare.


Per quanto riguarda la Matita Occhi Kajal, non credo di poter spendere parole altrettanto lusinghiere. Ahimé, proprio non mi piace. Ha degli aspetti positivi, tra i quali il colore che è effettivamente un bel nero. Peccato che tenda a scomparire con facilità se apposta nelle rime - nonostante io abbia un occhio secco e non lacrimevole - e sbavare nel caso in cui venga applicata sul contorno. La durata non è affatto buona, dopo qualche ora avrebbe bisogno di un ritocco.
A conti fatti, è stata una delusione. Personalmente non la riacquisterei.



SITO WEB: www.collistar.it
DOVE SI ACQUISTA: in profumeria
LUOGO DI PRODUZIONE: Italia
PAO: 18 mesi la Matita Occhi; 12 mesi il Mascara
QUANTITA': 8 ml il Mascara; non conosco la grammatura della Matita
PREZZO: 22 €.

sabato 3 dicembre 2016

[Shopping del Mese] - Yankee Candle, Wycon, Kiko, Alkemilla, Purobio, Nuxe, Mac, Verdemelabio, Bottega Verde

Novembre è il mese in cui inizio ad acquistare i miei regali di Natale. Lo faccio ogni anno con un mese di anticipo perché mi piace prendermi del tempo per pensarci bene, senza arraffare una cosa qualunque all'ultimo minuto nella calca del giorno della Vigilia! Fare regali mi diverte e voglio che le persone a me care ricevano un dono pensato e personalizzato. 
Questo per dire che mi è capitato di frequentare più negozi del mio solito e che dunque, come spesso capita, è successo che in tali negozi io abbia preso anche qualcosa per me. Cosa, lo saprete leggendo il mio articolo riguardante lo Shopping Cosmetico del mese di Novembre.

YANKEE CANDLE:

Il 6 novembre sono passata allo Yankee Store di Roma (c.c. Euroma 2). Capito di rado, ma quando succede sono sempre felice come una Pasqua. La mia ossessione per le yankee candle non è più un segreto per nessuno e qualora non fossi capitata nel bel mezzo di un black out energico, forse avrei acquistato anche di più. Mancando la luce, non è che potessi vedere molto. 
Da un paio di mesi, o forse meno, in Italia sono arrivati i Profumatori in Sfere. Cilindri ricolmi di sfere profumate che, appoggiate in piccoli ambienti, servono per trattenere i cattivi odori e al contempo emanare una fragranza profumata. Io ne ho acquistati due in Clean Cotton ma non escludo di prenderne altri più avanti, qualora le cose dovessero andare bene. Qualora vi interessi una recensione di questo particolare prodotto fatemelo sapere nei commenti e provvederò.
Ne ho approfittato per riacquistare anche una tart della candela all'anice stellato che tanto mi era piaciuta il mese scorso e due tart di Bandle Up, la fragranza invernale che preferisco. 


WYCON - KIKO:

Ho scelto di mettere insieme queste due matite di brand diverso così da non dovergli dedicare un paragrafo ciascuno. Da Wycon vigeva un'offerta secondo la quale poter acquistare 3 matite della linea base al costo di 5 €. Credetemi: ci ho provato! ma nonostante tutta la buona volontà del mondo non sono riuscita a trovarne 3 interessanti. Ne ho acquistata una e amen, al suo solito prezzo di 2,90 €. Questa è la colorazione Borgogna e il nome mi è parso quantomeno fantasioso e fuorviante. Tuttavia mi sta piacendo in via di utilizzo.
Da Kiko invece sono andata per ri-prendere la matita occhi marrone freddo Ebano, la 06 della linea Intense Colour. 
Dal momento che la sto finendo e con essa mi son trovata bene sotto svariati parametri (colorazione, sfumabilità, durata) ho scelto di riprendere lei anziché cercare altrove. Anche il prezzo è buono, costa 5,20 €.



GOCCE VERDI:

A metà mese ho piazzato un bell'ordine su Gocce Verdi approfittando di un provvidenziale sconto del 15%. La maggior parte di ciò che vedete non mi appartiene e verrà inserirò tra i miei regali di Natale. Ho scelto di provare il nuovo Fondotinta Compatto in crema di Alkemilla, optando per il colore 02. Come sapete amo il fondotinta minerale e lo uso a prescindere dalla stagione ma in autunno/inverno mi piace avere anche un'alternativa più nutriente. Dello stesso brand ci sono anche degli Addolcilabbra: in questo caso Menta e Cannella. Delle novità Purobio per me ho preso la Matita Labbra nel colore Ciliegia. Non è detto che in futuro non scelga di acquistare anche il Rossetto abbinato.
Come al solito sono rimasta soddisfatta del servizio. Angela è una donna dolce e disponibile e all'interno del pacchetto ho trovato anche alcuni campioncini omaggio, come sempre molto graditi. Il profumo della Saponetta al Cocco, poi, è paradisiaco.



NUXE:

Ho aspettato che Nuxe arrivasse su Privalia per ben 11 mesi. Un tempo lunghissimo, non trovate? ma sono stata ripagata. Tant'è che non appena l'ho vista comparire ho acquistato subito, senza ripensamenti, un paio di set. Il prezzo era molto invitante e mi fa piacere poter finalmente riavere l'Huile Prodigieuse che tanto avevo amato anni fa e qualche altro prodotto da accompagnamento.
Probabilmente ne leggerete le recensioni nei prossimi mesi perché questi prodotti ho già iniziato a testarli e sarò ben felice di raccontarvi come sta andando.



MAC:

Il 20 novembre ho iniziato i regali di Natale ed ho approfittato del mio giro per acquistare un paio di pezzi da Mac. Il primo è un nuovo blush. Da tempo ormai non mi vedevo bene con i miei soliti blush, o almeno con la maggior parte di essi. L'unico che mi piaccia veramente indosso a me è Exotic Pink di Estee Lauder che sta per finire e che ho scoperto non essere più in produzione. A questo punto ne ho scelto uno da Mac: Stubborn della linea Pro Longwear.
Al contempo ho riacquistato il mio solito correttore: NC20, sempre della linea Pro Longwear. Ho chiesto di provare un fondotinta e dopo un breve colloquio abbiamo optato per il Waterweight. Solitamente dei fondotinta Mac utilizzo la colorazione NC25 ma la make up artist ha optato per NC20 asserendo che indosso poi sarebbe scurito un po'.


BOTTEGA VERDE:

Era un bel po' di tempo che non acquistavo da Bottega Verde. Ammetto di essere stata infastidita dalle telefonate che mi sono state rivolte. Le ragazze erano gentilissime ma è il metodo che non mi piace: mi inviano e-mail ogni giorno, c'è davvero bisogno di disturbare anche per telefono?
Nonostante tutto, per il Black Friday ho ricevuto uno sconto molto vantaggioso e ne ho approfittato per ordinare il Calendario dell'Avvento. Non era neppure in programma, solo che vedendolo ad un prezzo nettamente inferiore e con un ulteriore codice sconto di 10 € trovato per puro caso sul web, mi sono detta: perché no?
Mi è arrivato ieri, 2 dicembre, perfettamente imballato. Ho iniziato ad aprire le prime 3 caselle. Nella prima ho trovato uno smaltino con i brillantini che ho appena steso sulle unghie; nella seconda una saponetta profumata a forma di cuore. Nella terza, dieci bigliettini natalizi chiudipacco.


VERDEMELABIO:

Il secondo e ultimo affare del Black Friday riguarda Verdemelabio, e-commerce dove ho acquistato la prima volta già un anno fa. Lo sconto era del 25% e ne ho approfittato per prendere delle cose che avrei dovuto ricomprare fra poco ad un prezzo superiore. Mi riferisco all'ottimo Detergente Delicato all'Achillea di Alchemilla e alla Repair Viso di Latte e Luna. Ho aggiunto poi l'Olio di Nocciole Le Erbe di Janas ed una minitaglia del loro nuovo shampoo Fico d'India e Rosmarino.
Tutto è arrivato perfettamente imballato in tempi brevi nonostante il boom di ordini ricevuti e le nottate ad impacchettare. Che altro dire? sono assolutamente soddisfatta.


giovedì 1 dicembre 2016

John Masters Organics - Shine On



Recensioni Cosmetiche:
Oggi con molto piacere torno a parlarvi di John Masters Organics e di un altro dei suoi strabilianti prodotti per capelli. Ho già dedicato altri articoli a questo brand, ma per chi ancora non lo conoscesse, ricordo che si tratta di un marchio statunitense votato alla selezione di ingredienti naturali e certificati biologici e, al contempo, anche all'ottenimento di un risultato estetico professionale ed impeccabile. 

Shine On è un prodotto leave-in con l'intento di rendere setosi e lucidi i capelli sostituendo efficacemente l'effetto dei siliconi con l'utilizzo di un'alga biologica. 
Si presenta in un packaging bello ed elegante, in pieno stile John Masters Organics. Fa bella mostra di sé un barattolo di vetro scuro con tappo a vite. Le indicazioni circa le funzionalità del prodotto sono riportate sul retro. 

Aprendo il tappo ci si ritrova di fronte ad una gelatina soda e trasparente completamente inodore. Anche nella consistenza non ha nulla da invidiare ai gel per capelli comunemente utilizzati.

Come lo uso. Dopo aver lavato, sciacquato e tamponato i capelli, prendo una quantità pari ad una noce dello Shine On di John Masters Organics e lo distribuisco sulla totalità dei capelli in modo abbastanza uniforme. Districo i capelli con un pettine a denti larghi e poi procedo con il mio solito prodotto per lo styling. Dopodiché asciugo con phon diffusore.


Il risultato è visibile da subito. Shine On di John Masters Organics enfatizza il potere del mio prodotto per lo styling e al contempo regala lucentezza e morbidezza ai miei capelli. Tiene a bada il crespo e non ingessa le chiome, ma bensì ne esalta la bellezza rendendole più soffici. 
In ogni caso, quel che più mi piace di questo prodotto è che realmente simula l'effetto di un silicone pur potendo contare su una formula naturale al 91%. I miei ricci appaiono come molle ben delineate e toccarli diventa un piacere.

L'inci contiene un'alga biologica con lo scopo di sostituire il silicone e altri 6 estratti vegetali certificati biologici con lo scopo di idratare ulteriormente le chiome. Vi troviamo ad esempio il gel di aloe e l'estratto di carota, di olio di oliva e di calendula.



In conclusione, come sempre finora, anche questa volta John Masters Organics ha saputo stupirmi. Io non ho mai usato prima un gel per i capelli ma devo dire che questo mi ha stupefatto per la sua capacità di tenere in piega i capelli lasciandoli morbidi e setosi senza appesantirli, afflosciarli o appiccicandoli l'uno all'altro. 
Un altro aspetto che mi preme sottolineare è che non lascia residui. Sarà capitato anche a voi di vedere tra i capelli degli utilizzatori di gel una patina biancastra quasi somigliante alla forfora: sarete felici di sapere che nulla di simile accade con Shine On di John Masters Organics. 
Questo prodotto si prende cura delle chiome mentre le tiene in piega e questo fa di lui non solo un prodotto abbellente, ma anche con uno scopo più alto. 
Unico difetto è il prezzo, certamente non alla portata di tutte le tasche.

*Il prodotto citato in questo articolo mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non sono stata pagata per scriverne una recensione e quelle espresse sono le mie sincere ed oneste considerazioni personali, libere da condizionamenti.


SITO WEB: www.johnmasters.it
DOVE SI ACQUISTA: sul sito web; presso i rivenditori fisici del brand
LUOGO DI PRODUZIONE: Stati Uniti
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 113 g
PREZZO: 42,50 €.

mercoledì 30 novembre 2016

Smaltimento Cosmetici - Dicembre



Buongiorno a tutti e buon ultimo giorno di novembre.
Il mese del Natale è praticamente arrivato ed io mi sento emozionata e un po' in ansia come in fondo lo ero già in tenera età. Come ultimo giorno del mese che si rispetti, oggi vi racconto per sommi capi dei cosmetici che ho portato al termine e degli unici due che ho cestinato senza finire.
Questa volta mi sembra di esser stata una vera e propria sterminatrice, pur non avendo impiegato chissà quale impegno. Semplicemente era roba che stava finendo e che è finita senza colpo ferire.
Vi lascio alle liste e vi auguro una buona lettura.

PRODOTTI TERMINATI A NOVEMBRE:

- Chloè - Love Eau de Parfum. Uno dei miei profumi preferiti in assoluto, finirlo è stata una tragedia, nel senso che avrei voluto non accadesse mai. Non so quando lo riacquisterò ma sono certa che il nostro sia solo un momentaneo arrivederci. Chic, femminile, mai fastidioso. Imperdibile!
- Sephora - Base Unghie 3 in 1. Utilizzata per quasi 1 anno e mezzo, negli ultimi mesi era diventata poco gestibile e più collosa. Tuttavia si è fatta amare, funziona bene e ha un pennellino largo che ben distribuisce il prodotto sul letto ungueale.
- Benefit - Roller Lash Mascara. E' l'unico prodotto Benefit che io abbia acquistato 2 volte. Mi piace, pettina le ciglia in modo impeccabile e le districa alla perfezione. Buona lunghezza e curvatura, volume poco accentuato. Lo riacquisterò in futuro probabilmente, non subito.
- Dove - Deodorante in stick Original. Adoro questa profumazione, sa proprio di pulito. E la versione in stick mi piace più di quella spray, anche per durata. Poiché contiene sali di alluminio lo alterno a deodoranti totalmente naturali.
- Yves Rocher - Bagnodoccia Cocco. Un bel flacone ampio da 400 ml. Non male, sia da un punto di vista del potere detergente, sia della consistenza piacevolmente lattiginosa. Tuttavia non mi ha colpito abbastanza da pensare ad un secondo acquisto.
- Olfattiva - Olio Corpo Nuvola di Crema. Splendido olio di mandorle dolci profumato con oli essenziali di vaniglia e limone. Amato alla follia e centellinato. Buon potere nutriente, profumo persistente anche nelle ore a venire. Una coccola che mi ha tenuto compagnia per mesi.
- Bioturm - Latte Detergente n°10. Questo è uno dei 3 latti detergenti migliori che io abbia mai provato. Il terzo è una crema detergente di Nonique. Il secondo è il Latte Detergente Canapa e Uva Rossa di Verdesativa. E questo di Bioturm per la mia pelle li batte tutti. Pulizia accurata e al contempo delicata. Profumino delicato di latte e vaniglia. Lascia anche le pelli che tendono a seccare come la mia in uno stato totale di grazia. Piacevolissimo, da riacquistare.
- Khadi - Acqua di Rose. Famosissima questa acqua di rose. Che è buona in fondo. Funziona bene sulla mia pelle, ha un profumo delicato ma piacevole. Potrei riacquistarla ma non sarebbe la mia prima scelta.
- Officina Naturae - Olio di Jojoba. Lo uso per struccare gli occhi e ad oggi è ancora il mio metodo preferito. Indubbiamente lo riacquisterei.
- Maternatura - Fluido Modellante al Miele per capelli Ricci. Sono innamorata di questo prodotto, è il migliore che abbia provato finora per lo styling dei capelli mossi e/o ricci. Ne ho iniziata una seconda confezione.
- Naturaline - Balsamo Labbra. Questo non è un prodotto finito ma un prodotto cestinato. Continuare ad usarlo per me sarebbe stato deleterio. Mi seccava incredibilmente le labbra.
- Domus Olea Toscana - Trattamento Completo Piedi. Lo adoro, ha un'azione esfoliante prodigiosa che giorno dopo giorno riduce calli e duroni facendo tornare i piedi morbidi e soffici. Ha anche diverse altre funzioni: è idratante, nutriente, deodorante, lenitiva. Questa è la seconda confezione che faccio fuori. Da riacquistare in primavera.
- Kiko - Dark Circle Concealer n°4. Questo è un prodotto cestinato, sebbene la confezione ne contenesse ancora metà. Purtroppo utilizzare un correttore che non corregge è un'impresa titanica. Questo per me è da bocciare e basta, senza appello. Una spesa inutile.
- Kiko - Matita Occhi Intense Colour n° 6 Ebano. Una bella matita marrone freddo scuro. Non è infallibile però mi trovo abbastanza bene ed ha un prezzo onesto. L'ho già riacquistata.

COSMETICI DA SMALTIRE A DICEMBRE:

- Kiko - Mascara Ultra Tech Curve. Un buon mascara, acquistato in offerta a 5 € mesi fa. Incurva, pettina, non ci sono accumuli di prodotto. Meglio dopo un mesetto dall'apertura.
- Biofficina Toscana - Latte Corpo ai Frutti Rossi. Buon profumo non troppo eccentuato, bella consistenza leggera che penetra senza problemi lasciando la pelle soffice e non unta. Da finire perché per l'inverno ho bisogno di prodotti più ricchi.
- Lancome - La Vie Est Belle Eau de Parfum. Lo so, sono 3 mesi che spero nella sua dipartita. Ce la sto facendo, mi sto avvicinando all'obiettivo. E quando lo avrò fatto, non vorrò più sentirne parlare.
- Lily Lolo - Cipria Translucent Silk. Io non uso molto le ciprie perché la mia è una pelle che non si lucida e utilizzando già il fondotinta minerale, non sento la necessità di aggiungere un'altra polvere di complemento. Questa però ce l'ho davvero da molto tempo e credo proprio di doverla portare alla fine, anche perché è ormai agli sgoccioli.

lunedì 28 novembre 2016

Natura Siberica - Shampoo Volumizzante e Nutriente




Recensione d'uso:
Il brand Natura Siberica mi ha incuriosito dalla prima volta che lo vidi comparire su Ecco Verde. Certamente avranno inciso il prezzo accessibile e la selezione degli ingredienti, molti dei quali provenienti dalle zone nordiche della Siberia. Tuttavia ho atteso un po' prima di provarne qualche referenza e la mia prima scelta, alla fine, cadde sullo Shampoo Volumizzante e Nutriente. Mi ero trovata a terminare tutti gli shampoo in mio possesso e programmando una nuova piccola scorta, scelsi di includere anche lui.

Il packaging non è il suo fiore all'occhietto. Bruttino, spartano, in un grigio spento su cui spicca solamente il logo del marchio ed il nome, in color argento. Altro non è che un flacone cilindrico dalla consistenza gommosa, che tuttavia si fa apprezzare per la sua praticità in fase d'uso. Il dosaggio è ottimale e non si rischiano fuoriuscite moleste o eccessive.

Il prodotto in sé ha una texture gelatinosa, di un color verde semitrasparente. Come al solito mi preoccupo di diluirlo nel mio fidato spargishampoo, dopodiché procedo con il lavaggio.
Lo Shampoo Volumizzante e Nutriente di Natura Siberica si fa apprezzare subito grazie alla profumazione gradevole e poco incisiva, dalle note piuttosto neutre. Ancor di più si fa amare per la produzione di schiuma che, essendo piuttosto generosa, consente un lavaggio accurato anche con una minore quantità di prodotto. Consiglio di non eccedere, perché sul serio non occorre. Questo prodotto lava bene già dalla prima passata, andando a detergere efficacemente capelli e cuoio capelluto senza rischi di irritazioni o fastidiosi pruriti. Io mi concedo sempre anche un vigoroso massaggio sulla cute così da ripristinare un corretto microcircolo. 

Poiché la schiuma non manca consiglio un risciacquo lungo così da togliere ogni residuo di prodotto. Una nota positiva è che possiede anche un discreto potere condizionante, così che non si formino troppi nodi, anche in presenza di capelli lunghi.
Altri aspetti che mi piacciono sono la morbidezza con cui lascia le mie chiome, che effettivamente appaiono più piene non solo per quel vago effetto volumizzante, ma anche e soprattutto per la loro luminosità. Dopo il lavaggio i miei capelli ritrovano un aspetto sano e bello e toccarli diventa un vero piacere. 


Fortunatamente, nonostante sia costituito anche da ingredienti con scopo nutritivo, lo Shampoo Volumizzante e Nutriente di Natura Siberica non appesantisce i capelli e non li affloscia. Non li fa neppure sporcare prima del dovuto, il che è sempre un bene. A conti fatti, me li lascia belli soffici fino al lavaggio successivo.

L'inci è composto da acqua, tensioattivi vegetali e vari estratti di piante siberiane tra cui la pulmonaria selvaggia con effetto lisciante ed illuminante. Contiene anche aminoacidi provenienti dalla pianta di pino che servono a riparare eventuali danni del capello. Molti degli estratti presenti derivano da agricoltura biologica.

Dovendo giungere ad una conclusione, penso di poter affermare senza ombra di dubbio che questo primo incontro con il brand Natura Siberica è stato alquanto promettente. Forse più di quanto mi aspettassi in origine. Lo Shampoo Volumizzante e Nutriente mi è piaciuto molto e oltre tutti gli aspetti positivi già citati, bisogna pur valutare anche il prezzo: 7,99 € per 400 ml di prodotto. Non male, secondo me. 



DOVE SI ACQUISTA: online su Ecco Verde o BioEmporioNatura (qui costa 1 € in più)
LUOGO DI PRODUZIONE: Europa. Non viene specificato dove.
PAO: 12 mesi
QUANTITA': 400 ml
PREZZO: 7,99 €.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...